Risponde Recensiamo Emergenti

La nostra rubrica dedicata agli emergenti che ci scrivono

Nel nostro appuntamento settimanale dedicato alla nuova musica italiana con Risponde Recensiamo diamo spazio a tutte le proposte che ogni settimana ci arrivano dagli artisti emergenti nostrani. Con il supporto della piattaforma internazionale di ‘Groover’ diamo modo ogni settimana ai giovani talenti che ci scrivono di ricevere un nostro feedback, di poterci contattare direttamente e di veder pubblicati nei nostri canali i loro brani (qui trovate spiegato esattamente come funziona).

Se anche tu vuoi proporci il tuo progetto e vuoi che sia pubblicato su ‘Risponde Recensiamo’ l’unico modo per farlo è cliccare sul banner qui sotto, inviarci il brano ed attendere, entro 7 giorni, il nostro feedback e la pubblicazione:

ALAN SPICY – Arcobaleno nero: Un buon esempio del nuovo pop italiano d’oggi in cui la quotidianità entra prepotentemente nella scrittura testuale e la vocalità viene ad assottigliarsi per trovarsi sorretta dalle doppie voci e da un arrangiamento particolarmente ricco. Il suono Thegiornalisti c’è e si sente probabilmente per la presenza di Marco Rissa nella fase di realizzazione. Sicuramente contemporaneo come brano pur non risultando la canzone della vita.

KIWIS – Nascondino: La scelta del tema ed il punto di partenza da cui si è scelto di dar inizio a questa narrazione si rivelano curiosi e, quindi, interessanti. Meno azzeccate risultano, invece, le scelte di un arrangiamento così tanto sintetico e di una vocalità a tratti distorta. Anche nel suo colore originale, però, la voce si rivela non così personale timbricamente e rivela tutta la giovane età dell’interprete che, da questo punto di vista, ha bisogno di ancora diverso tempo per maturare e trovare la propria cifra. Un punto di partenza che ha dei buoni spunti per continuare a lavorare e ricercare una dimensione più propria.

LECOSECHENONDICO – Mai una gioia: Il linguaggio musicale è assolutamente quello dei nostri giorni grazie ad un testo che guarda alla nostra quotidianità e al modo di esprimersi di giovani ragazzi che alternano stati di profondità a frasi fatte scanzonate e apparentemente insignificanti. Anche musicalmente questo dualismo viene applicato alternando strofe lineari e pulite ad incisi movimentati, spensierati e leggeri.

SISTEMI COMPUTAZIONALI – Non ti cerco mai: L’idea di base del progetto è sicuramente interessante e curiosa: portare in musica un’ispirazione che nasce e deriva dalla letteratura prendendo a prestito una dimensione musicale tipicamente cantautorale. In questa dimensione si va ad inserire ogni aspetto della composizione dalla forma-canzone, alla tipologia di arrangiamento minimale ma reale e alla voce, molto prossima all’idea della generazione cantautorale italiana degli anni ’70 e ’80.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Di Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.