Disponibile dallo scorso 16 luglio il nuovo singolo del giovanissimo e talentuoso cantautore genovese

Quando meno te l’aspetti, nella vita capita qualcosa che ti permette di aprire gli occhi e che ti porta a considerare che tutto ciò che hai vissuto è importante, comprese le esperienze negative. Su questo acuto e ispirato ragionamento si basa l’arco narrativo di “Sul più bello”, il nuovo singolo di Andrea De Filippi, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Alfa, artista classe 2000 che, nonostante la sua giovanissima età, ha già avuto modo di dimostrare il proprio talento, oltre che una notevole maturità.

In un contesto musicale popolato anche da messaggi sbagliati, il suo è un codice schietto e genuino, in grado di comunicare contenuti alle nuove generazioni che esulano dai soliti concetti bitch-money, perché oltre ad inorridirci ci hanno pure stancato. Ma nulla vale se a sottoscriverlo sono io o qualcuno anagraficamente più grande, se l’esempio comunicativo parte da uno diciannovenne tutto assume un senso e risulta credibile, ascolto dopo ascolto, parola dopo parola, nota dopo nota.

In tal senso, “Sul più bello” non è altro che una piacevole ventata di aria fresca, in questa afosa estate piena zeppa di proposte simili e un tantino ripetitive. L’utilizzo dell’ukulele rende il tutto ancora più piacevole, leggero, ma non necessariamente scanzonato. Le cose cambiano quando meno te l’aspetti, anche quando tutto sembra perduto e non si intravede nemmeno la famosa luce in fondo al tunnel.

C’est la vie, passerà anche questo lunedì” è lo slogan ideale per qualsivoglia tipo di ripartenza, sia generale che personale, una filosofia razionale che considera l’imprevisto come un qualcosa non necessariamente negativo. Tutto passa, non c’è nulla che il tempo non possa curare…“, ogni volta che vien fuori un messaggio del genere la musica svolge il suo reale compito. Di questo rendiamo grazie ad Alfa.

Acquista qui il brano |

Sul più bello | Video

Sul più bello | Testo

C’est la vie, passerà anche questo lunedì
se ci pensi siamo come un film
cambiamo sul più bello,  sempre sul più bello
e vorrei stessi qui ad ascoltare due canzoni chill
se ci pensi siamo un evergreen
se ci sentiamo è meglio
ci sentiamo meglio

Ho preso treni però ho perso te
la vista è bella tra le nuvole
ma come ci può andare bene
ora che
siamo passati
da un va bene ad un vabbè
tu sei il primo dei miei pensieri
e l’ultimo dei miei problemi
lo sai
bella anche più del sole
beh, su questo non ci piove mai

Ehi, forzo ancora la tua iniziale sopra le lattine
è da mezz’ora che cerco le parole per poterti dire che
c’est la vie passerà anche questo lunedì
se ci pensi siamo come un film
cambiamo sul più bello,  sempre sul più bello
e vorrei stessi qui ad ascoltare due canzoni chill
se ci pensi siamo un evergreen
se ci sentiamo è meglio
ci sentiamo meglio

Vorrei sapere se ci tieni
anche se non mi vedi
hai fatto centro ma ora sei
il centro dei miei problemi
tu hai un pezzo di me ora
che il mio cuore è come un puzzle
sono l’ultima scelta però
faccio il primo passo
c’ho un casino in testa
come casa a fine festa
eri il mio punto fermo
ora sto al punto di partenza
tu sei la mia scommessa
spero senza penitenza

Prendo prese di fiato
però mai di coscienza

C’est la vie,  passerà anche questo lunedì
se ci pensi siamo come un film
cambiamo sul più bello,  sempre sul più bello
e vorrei stessi qui ad ascoltare due canzoni chill
se ci pensi siamo un evergreen
se ci sentiamo è meglio
ci sentiamo meglio

Il destino cambia la destinazione
se potessi ti porterei in ogni dove
perché tu mi metti sempre il buon umore
come quando scopro una nuova canzone
il destino cambia la destinazione
se potessi ti porterei in ogni dove
perché tu mi metti sempre
il buon umore
come quando
scopro una nuova canzone

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.