The Jab

A tu per tu con il duo piemontese, vincitori assoluti di Musicultura 2021 con il brano “Giovani favolosi

Verrà trasmessa martedì 6 luglio, in seconda serata su Rai Due, una puntata dedicata a Musicultura 2021. Tra i protagonisti di questa trentaduesima edizione ci sono Alessandro De Santis e Mario Francese, meglio conosciuti come The Jab, che avevamo avuto modo di conoscere in occasione della pubblicazione del loro disco d’esordio (qui la nostra intervista) e che abbiamo ritrovato allo Sferisterio di Macerata in occasione della loro vittoria della rassegna con il brano Giovani favolosi.

Ciao ragazzi, benvenuto. Partiamo da “Giovani favolosi“, com’è nato questo pezzo e cosa vi ha spinto a proporlo in gara a Musicultura?

«Il brano è nato circa due anni fa, dall’idea del ritornello. Con il passare del tempo il pezzo si è evoluto, fino a quando abbiamo avuto la possibilità di farlo ascoltare a Dade, che lo ha poi prodotto. Abbiamo deciso di proporlo a Musicultura proprio perchè rappresenta per noi un punto di svolta, ma anche perchè tratta dei temi abbastanza familiari in questa zona, come la poetica e il personaggio di Giacomo Leopardi». 

Noi ci siamo incontrati circa due anni fa in occasione dell’uscita del vostro album d’esordio “Tutti manifesti”, quali skills pensate di aver acquisito in questo lasso di tempo?

«La pazienza, perchè comunque sono passati già due anni dalla nostra ultima pubblicazione, anche se non ci siamo mai fermati e abbiamo continuato a produrre. Essendo abbastanza giovani, siamo sicuramente cresciuti sotto tutti i punti di vista, sia per quanto riguarda la scrittura che le produzioni». 

Prendendo spunto dal nome della manifestazione che ci ospita, la musica può essere ancora considerata una forma di cultura?

«Forse la prima, quella più immediata che ti permette ad arrivare a più persone contemporaneamente. E’ decisamente uno degli strumenti con cui ciascuno di noi si interfaccia ogni giorno, a prescindere dai gusti, la musica è un bene che riguarda tutti, che si può fruire ovunque e in qualsiasi momento». 

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.