Ecco cosa farà il cantautore al Festival

Cinque serate di tempo per proporsi in una veste completamente nuova ma anche per fare ciò che sa fare meglio da sempre: cantare. Sarà questo il compito di Tiziano Ferro al prossimo Festival di Sanremo 2020 come annunciato dallo stesso cantautore di Latina sfruttando una divertente intervista doppia pubblicata sui propri spazi social.

Il racconto parte dal 1995, l’anno che Ferro ha definito come ‘storico’ per la sua visione del Festival di Sanremo grazie alla vittoria di Giorgia con ‘Come saprei’ e alla ricchissima presenza di brani divenuti, poi, vere e proprie hit di successo. Nel 2020 uno dei protagonisti del Festival, invece, sarà proprio lui che sarà presente al fianco di Amadeus e Fiorello per tutte e cinque le serate.

Il ruolo del cantautore sarà esclusivamente (almeno per ora) quello di cantare: “sicuramente alcuni dei miei successi e poi il Festival compie 70 anni, 40 dei quali nella vita, quindi vorrei rendergli omaggio: vorrei cantare alcune canzoni che hanno fatto i miei Sanremo, canzoni che sono entrate nella vita direttamente dalle porte del Teatro Ariston”.

Per scoprire che cosa canterà Tiziano Ferro nel corso della kermesse dovremmo aspettare il prossimo 4 febbraio ma alcune anticipazioni sono già state comunicate dallo stesso artista di Latina: “non può mancare Mia Martini: niente come lei che guardava la galleria dell’Ariston mentre ci gridava addosso ‘Almeno tu nell’universo’ e noi le credevamo tutti. Poi Domenico Modugno perchè camminando di fronte al museo dei Grammy a Los Angeles ho visto il suo nome inciso su una stella di marmo sul pavimento e mi sono emozionato e mi sono anche sentito orgoglioso”.

Non mancheranno, poi, dei duetti che Tiziano Ferro proporrà con alcuni degli ospiti musicali che interverranno nel corso delle cinque serate. Uno su tutti sarà quello con Massimo Ranieri“1988, ‘Perdere l’amore’. Lui termina la sua prima esibizione, il salotto di casa mia cade nel silenzio più assoluto e mio padre dice: ‘questo vince’. E io da quel giorno penso che voglio essere come lui”.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Di Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.