Tommaso Paradiso lascia i Thegiornalisti (con polemiche) e riparte da un nuovo singolo

Prima l’annuncio dell’addio e un nuovo singolo poi il dissing sul web

Era nell’aria già da qualche settimana (qui tutti i rumors e le smentite) e ieri è arrivato l’annuncio ufficiale: le strade di Tommaso Paradiso e dei Thegiornalisti si separano definitivamente avviando due diversi percorsi artisti autonomi.

A darne notizia negli spazi social ufficiali è stato lo stesso leader della band che nella serata di ieri ha dato l’annuncio ufficiale per mezzo della propria pagina privata instagram scrivendo un lungo post:

“Tra qualche giorno uscirà una nuova canzone. Non uscirà come Thegiornalisti ma uscirà come Tommaso Paradiso. D’ora in poi tutto ciò che scriverò e canterò non sarà più Thegiornalisti ma sarà Tommaso Paradiso. È giusto che sia così. È stata una fantastica avventura che ci ha portato fino al Circo Massimo. Ma sapete meglio di me o come me che le storie nella maggior parte dei casi non sono eterne. È inutile che vi stia a raccontare le dinamiche per le quali si è arrivati a questa conclusione. I problemi ce li teniamo per noi. A voi deve rimanere tutto l’amore che in questi anni abbiamo condiviso insieme”.

Malgrado Paradiso non abbia spiegato le reali motivazioni di questa scissione tornano ad essere plausibili le ragioni emerse come rumors nel corso delle ultime settimane che vedevano nella svolta ultra-pop del gruppo e nel cambio di etichetta artistica i principali motivi di scontro tra i componenti della band. A confermare queste ipotesi è stato anche Marco Antonio Musella, chitarrista e tastierista del gruppo, che dal proprio account ha risposto alle dichiarazioni di Paradiso scrivendo:

“Avrei voluto passare una serata tranquilla ma mi trovo costretto a rispondere che la decisione di un componente non può vincolare gli altri due. I Thegiornalisti continueranno! Chi decide autonomamente di andar via può andare a cercare di guadagnare più soldi da solo”.

Lo sfogo di Tommaso Paradiso era continuato dicendo: “Ovviamente ci saranno polemiche, sarò pronto a leggere e a sentire qualsiasi cosa. Si faranno congetture e si diranno inesattezze, è inevitabile. Ma d’altronde chiunque ha il diritto di esprimere la propria opinione anche se non conosce la materia trattata. Ho scritto e cantato ogni singola nota e ogni singola parola di tutto ciò che fino ad oggi avete ascoltato. Continuerò a farlo, continuerò a farlo come Tommaso Paradiso. Sono stati, questi ultimi mesi, molto difficili; sono stato in silenzio; volevo che il Circo Massimo fosse una grande festa e non un funerale. Ripeto, credo che non sia nobile spiegarvi il come il perché di tutto questo. Se un giorno sarò dagli eventi costretto a dare spiegazioni lo farò. Per ora vi basti solo sapere che sono stato male. E per vivere bisogna stare bene, trovarsi in armonia, altrimenti un sogno può diventare un incubo. Non sono in grado di vivere in un clima di tensione, né a casa, né a lavoro, né in macchina, né in qualsiasi parte del pianeta. La musica è liberazione; la musica mi ha sempre portato lontano dai guai; la musica è la mia protezione. E anche questa volta mi ha spinto altrove. Da questa mia esperienza invito tutti a conoscere e a comprendere i propri limiti, cosa siamo, dove possiamo arrivare e cosa possiamo dare e fare. Non vi voglio rubare altro tempo. A voi potrà sembrare che una storia sia finita e che un’altra stia iniziando. In parte è vero. I Thegiornalisti per quel che mi riguarda non esistono più. Ma esistono le canzoni, sempre e solo quelle. Quelle di prima, quelle di oggi e quelle di domani. Sempre e solo loro e con loro. Non vi chiedo nulla se non di tentare di avere un po’ di delicatezza nel voler cercare di esprimere sacrosante opinioni sulla vicenda. Le cose accadono ragazzi; è insito nella natura mutevole dello spazio e del tempo. Sempre vostro, io. Un’ultima cosa: ho scritto tutto, testi e musica di ogni singola canzone da ‘Io non esisto’ a ‘Maradona y Pelé”. Continuerò a cantarle dal vivo, e farvele ascoltare e a farvele gridare”.

Insomma, tutto pare tranne che una “separazione consensuale” in casa Thegiornalisti.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.