Top&Flop

Tutti i top ed i flop dell’ultima settimana musicale

I TOP:
  • Diva – La Rappresentante di Lista: dopo un Festival di Sanremo passato da propositori di una super hit era facile per il duo di cantautori cedere alle lusinghe di realizzare un tormentone estivo sulla falsa riga del successo di Ciao ciao” o, peggio ancora, su quello dei classici tormentoni nostrani. Veronica e Dario, invece, hanno il coraggio di continuare a proporsi a proprio modo tirando fuori un nuovo brano per nulla banale o scontato che riflette perfettamente l’atmosfera leggera dell’estate ma che non tradisce le aspettative dei fan della prima ora.

La Rappresentante di Lista Ciao ciao

  • Caramello – Rocco Hunt, Elettra Lamborghini e Lola Indigo: se le proposte di Fedez e Boomdabash sono già in cima alle classifiche non si può non immaginare eguale sorte per questo strano trio. Piaccia o no il pezzo funziona. In spiaggia lo si ballerà. In radio lo canticchieremo tutti a prova di sfinimento. Non è già sufficiente per decretarlo un tormentone?
I FLOP:
  • Ubriaco di te – Dargen d’Amico: Dove si balla” sembrava esser stata capace di inaugurare un percorso trionfale per uno dei songwriter più efficaci degli ultimi anni a proposito di hit. In realtà, invece, questo nuovo estratto radiofonico non si rivela all’altezza del proprio predecessore e rischia di passare inosservato spegnendo quello che non doveva essere solo un fuoco di paglia sanremese.
  • Le nuove polemiche sulle presenze ai concerti: Michele Monina solleva la questione delle false presenze ai live di Marco Mengoni e Alessandra Amoroso in quel di San Siro. I numeri dichiarati dagli uffici stampa, a detta del critico musicale, sarebbero stati enormemente gonfiati con degli escamotage. Sarà vero? Ciò che conta, però, è che l’effetto d’occhio non tradisce e che, sold-out o no, di persone al live milanese del Re Matto ce n’erano davvero parecchie.
The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.