Top & Flop, settimana 38 del 2019: Tiziano Ferro e Michele Merlo poeti

Tutti i top ed i flop dell’ultima settimana musicale

I TOP

Accetto Miracoli (Tiziano Ferro): Tiziano torna finalmente alle ballad che lo han reso l’artista conosciuto ed apprezzato in tutto il Bel Paese ed oltre. La penna di Giordana Angi tratteggia delicatamente delle strade in cui la voce del cantante di Latina riesce ad infilarsi magistralmente. Unico difetto è l’eccessiva ripetitività del brano ma è un esperimento decisamente riuscito meglio del precedente Buona (Cattiva) Sorte.

Aquiloni (Michele Merlo): Un bellissimo pezzo pianoforte e voce che strizza l’occhio al miglior Ultimo ma permette a Michele di spiccare rimanendo unico e particolare a suo modo. Michele ormai ha imparato a sorprendere.

Mettere a posto (Danti): Il rapper lombardo decide di puntare sulla sensibilità sfoderando una rap ballad intelligente, condita dai soliti splendidi giochi di parole. Da ascoltare.

I FLOP:

AKA Joe (Joe Bastianich): Lui ha un discreto talento ma il disco è terribilmente insipido ed era un qualcosa di cui decisamente non c’era bisogno.

Scatola Nera (Gemitaiz & Madman): Entrambi reduci da ottimi lavori singoli, la coppia di rapper più prolifica di sempre sembra non funzionare più insieme. Per quanto Veleno 7 fosse ottima, tutto il resto è noioso, poco incisivo, con argomenti limitati alle donne ed alla droga leggera. Si salvano pochissimi pezzi, soprattutto i feat. E no, non basta assolutamente il featuring con Giorgia che non splende in una canzone costruita apposta per farla brillare.

Non avere paura (Tommaso Paradiso): Lasciare i TheGiornalisti per fare un pezzo identico a quelli che facevi con loro? Mossa prolifica, forse, ma decisamente poco saggia.

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.