Top & Flop, settimana 47 del 2019: Francesca Michielin e Cesare Cremonini regalano magie

Tutti i top ed i flop musicali dell’ultima settimana

I TOP:

Cheyenne (Francesca Michielin): Una bellissima ballad con il sottofondo della base di Charlie Charles. Dal producer più in forma del momento ci saremmo aspettati un po’ di più forse ma il pezzo funziona più che bene e segna un ottimo ritorno.

Al telefono (Cesare Cremonini): Il cantautore bolognese torna con una bellissima canzone, nel suo stile un po’ romantico ed un po’ sognatore, accompagnato dal fedele pianoforte. Da ascoltare e piangere in solitudine nella propria camera.

Le ruote, i motori! (Fulminacci): Un pezzo sarcastico ed intelligente per il cantautore romano rivelazione dell’anno. Un’efficace risposta a chi pensa che l’indie sia solo noia e ballatone strappamutande.

I FLOP:

23 6451 (Tha Supreme): Sarà giovane, sarà la rivelazione dell’anno, avrà una statua in Stazione Centrale ma il primo disco di ThaSupreme è la prova che non sempre si riesce a fare bene tutto. Producer validissimo, si dimostra un rapper molto meno capace, con poco flow, voce fastidiosa e dei feat non così incisivi. Peccato.

Diamanti e fango (Grido): Un disco anonimo che scorre senza mai lasciare niente di memorabile, ormai Grido non riesce più a trovare la quadratura del cerchio. Carine alcune rime e i feat, ma non è sufficiente per risollevare il disco.

Il caso Skioffi: Ad Amici di Maria de Filippi si presenta a cercare un banco il rapper Skioffi, un controverso autore di testi misogini, omofobi e violenti che, nonostante paia pentito, scatena subito l’indignazione ed il sollevamento popolare, tra chi vuole dargli una seconda chance e chi lo vuole censurare per sempre. Io personalmente sono per la libertà di pensiero, soprattutto se seguita da un reale pentimento ma il problema si poteva e doveva risolvere alla base: non prendendolo! Amici quest’anno promette bene, non servivano polemiche ulteriori.

The following two tabs change content below.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Nicolò Giusti

Classe 1996, amo la musica da sempre e seguo qualsiasi cosa la riguardi. Aspettando dal 2011 la vittoria di un'altra under donna ad XFactor, continuo ad ascoltare quasi ogni genere. Editorialista per Recensiamo Musica dal dicembre 2016 mi occupo di XFactor e dello spazio emergenti.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.