Tropico

Presentato alla stampa il nuovo album d’inediti del cantautore partenopeo

Una carriera in ascesa per Davide Petrella che, nelle vesti di autore, sta consolidando, giorno per giorno, il proprio ruolo di protagonista della presente scena autorale italiana già da qualche anno. Per il cantautore partenopeo, però, lo scrivere canzoni per altri è sempre andato di pari passo con il desiderio di farlo anche per sè. E’ nato con questo obiettivo il progetto di Tropico che, dal 24 settembre 2021, vivrà anche nella pubblicazione del primo album d’inediti intitolato Non esiste amore a Napoli.

“Il mio ruolo di autore e di cantante sono sempre state due strade e due percorsi del tutto diversi” – ha specificato Petrella presentando questo suo secondo progetto discografico (il primo come Tropico) alla stampa – “Non ho mai rimpianto una canzone data ad un altro artista. Scrivo davvero tanto da sempre e mi piace sperimentare. Amo studiare il linguaggio di un altro artista e scrivere qualcosa appositamente per lui raccontandolo. Sono una persona davvero curiosa e avere la possibilità di entrare nel mondo di qualcun altro è un qualcosa che mi affascina. Non ho mai avuto il problema di confondere i due percorsi. Quando scrivo per me sono sempre consapevole che si tratta di un qualcosa di più viscerale”.

Tropico

Napoli dal punto di vista artistico e musicale è da sempre una città sempre viva ed attiva. Non è un caso che ci siano così tante personalità napoletane che in questo momento si stanno facendo notare in tanti ambiti ed aspetti dell’arte. Per la musica c’è un ambiente davvero interessante e vivo. La scena urban è davvero ricca come anche quella rap e trap. Manca, forse, un po’ il lato-canzone ma è probabilmente una tendenza che riflette l’attualità. La cosa che manca a Napoli è la mancanza di un confronto con gli addetti ai lavori come, invece, avviene a Napoli. Manca quella possibilità e volontà di guardare oltre l’ambito locale e provare ad arrivare all’intero territorio nazionale”.

Nell’album trovano spazio collaborazioni importanti come quelle con Elisa, Franco126, Calcutta e Coez. “Per me esiste solo la gente che ascolta la musica. La gente ha sempre ragione. Non esiste un genere giusto ed uno sbagliato. Per me che le canzoni le scrivo, questa cosa mi permette di imparare continuamente nuove cose riuscendo a confrontarmi con artisti, generi ed influenze diverse. Quello che scrivo per me-artista è quello che mi rappresenta”.

“Credo che le persone stiano iniziando a chiedere alla musica qualcosa di più prezioso. Credo che le canzoni debbano tornare ad essere al centro, a suonare come più reali sia empaticamente che sonoricamente: non tutto può continuare a suonare di plastica. Viviamo un periodo bisognoso di musica e di canzoni e per questo dobbiamo andare a supportare quegli artisti che oggi riescono a proporre una musica più preziosa. Credo molto nelle persone e sono convinto che prima o poi inizieranno a stancarsi del frutto degli algoritmi: sono fiducioso che prima o poi, anche molto presto, la gente inizierà a cercare le canzoni da qualche altra parte oltre alle classifiche in cui ci sono spesso canzoni scritte e prodotte proprio per sfondare le charts”.

Tropico - Non esiste amore a Napoli

Non esiste amore a Napoli | Tracklist

  1. Carlito’s way
  2. Non esiste amore a Napoli feat. Calcutta
  3. Geniale
  4. C’eravamo tanto amati feat. Elisa
  5. Americano
  6. Dint o scuro
  7. Bambina
  8. Vasco feat. Coez
  9. Non vogliamo diventare grandi
  10. Piazza Garibaldi feat. Franco126
  11. Bambolina Voodoo
  12. Garage days
  13. Balaclava
  14. Non esiste amore a Napoli

Acquista qui l’album |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.