Almanacco musicale del 3 giugno

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 3 giugno

1955 – Nasce a Domodossola il cantautore Alberto Fortis*
1960 – Mina lancia il singolo “Il cielo in una stanza”
1967 – Fausto Leali è primo in classifica con “A chi”
1972 – “I giardini di marzo” di Lucio Battisti è in cima alla hit parade
1979 – Umberto Balsamo incide “Balla”
1982 – Giuni Russo lancia il singolo “Un’estate al mare”
1992 – Luca Carboni è in vetta alle classifiche con “Ci vuole un fisico bestiale”
2000 – “Ci sei tu” di Nek è tra i brani più trasmessi in radio
2006 – I Negramaro lanciano “Nuvole e lenzuola”
2010 – Nesli rilascia il singolo “Notte vera”
2012 – Pacifico e i Casino Royale incidono “Ogni giorno”
2013 – Moreno pubblica “Che confusione”
2014 – I Two Fingerz lanciano “1+1 fa 3”
2015 – Davide Mogavero incide “C’è ancora tempo”
2016 – Francesca Michielin pubblicaUn cuore in due”**
2017 – Max Pezzali lancia il singoloLe canzoni alla radio

*Il personaggio del giorno: Alberto Fortis

Alberto FortisÈ una data importante per Alberto Fortis, tra cantautori italiani più ispirati e brillanti, che oggi festeggia il suo sessantatreesimo compleanno. Nel corso della sua fortunata carriera, ha pubblicato dodici album di inediti e quattro raccolte dei suoi maggiori successi, conseguendo numerosi riconoscimenti e gratificazioni professionali in trentotto anni di attività discografica, duettato con artisti e colleghi del calibro di Biagio Antonacci, Rossana Casale, Niccolò Fabi, Simone Cristicchi, Zenîma e Roberto Vecchioni. Tra i brani che arricchiscono il suo variegato repertorio, ricordiamo “Milano e Vincenzo”, “Il Duomo di notte”, “A voi romani”, “In soffitta”, “Tra demonio e santità”, “La grande grotta”, “Fragole infinite”, “Settembre”, “Angelo”, “Ti dirò”, “Dio volesse”, “Carta del cielo”, “La sedia di lillà”, “Tu lo sai”, “Mi fa strano” e “Dò l’anima”.

**La canzone del giorno: Un cuore in due

 “…Succede che
i ponti cadono
io resto qui, tu fermo lì
non so perché

chi sono io
so solo chi sei tu
ma sarò tua, tu sarai mio
ho i brividi

Abbi cura di quello che sei
di ciò che senti e ciò che vuoi
e non dimenticarlo mai

Avere un cuore in due non è facile
ognuno vuole più della metà per sè
che se mi faccio male poi lo senti tu
qualcuno ne ha di più
avere un cuore in due non è facile
al massimo diventa un’abitudine
che se ti amo io poi ti fermi tu
chi resta ne ha di più

Succede che
i giorni corrono
sbiadisco io, sbiadisci tu
non lo vorrei

Ma abbi cura di quello che sei
di ciò che senti e ciò che vuoi
e non dimenticarlo mai

Avere un cuore in due non è facile
ognuno vuole più della metà per sè
che se mi faccio male poi lo senti tu
qualcuno ne ha di più
avere un cuore in due non è facile
al massimo diventa un’abitudine
che se ti amo io poi ti fermi tu
chi resta ne ha di più

So che questa neve
prima o poi si scioglierà
e che lascerà dietro di sè
giorni per scoprirsi forti come verità

Avere un cuore in due non è facile
ognuno vuole più della metà per sè
che se mi faccio male poi lo senti tu
qualcuno ne ha di più
avere un cuore in due non è facile
al massimo diventa un’abitudine
che se ti amo io poi ti fermi tu
chi resta ne ha di più…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.