Almanacco musicale del 17 luglio

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 17 luglio

1939 – Nasce a Goro la pantera Maria Ilva Biolcati, in arte Milva*
1963 – Nasce a Napoli la cantante Anna Calemme
1965 – Jimmy Fontana è primo in classifica con “Il mondo”
1987 – Nasce a Roma la cantante Jessica Morlacchi, ex voce dei Gazosa
1988 – Nasce a Parma la cantante Silvia Olari
1993 – “San Martino” di Fiorello è in vetta alla hit parade
2001 – Raf è in cima alle classifiche con “Infinito”
2007 – Francesco Renga lancia “Cambio direzione”
2009 – I Modà incidono il singolo “Timida”
2012 – Nesli pubblica “Partirò”
2013 – Tony Maiello rilascia “S’incendia la testa”
2016 – Alessandra Amoroso lancia il singolo Vivere a colori
2017 – Lele lancia il singolo “Mi viene l’ansia”

*Il personaggio del giorno: Milva

Milva Sanremo 2007Settantanove candeline sulla torta per Maria Ilva Biolcati, in arte Milva, tra le più celebri icone della musica leggera italiana che nel corso della sua longeva carriera ha pubblicato circa 170 album in tutto il mondo, riscuotendo un buon successo soprattutto in Germania, Francia, Spagna, Giappone e Sud America. Ad oggi è la cantante donna con più presenze sul palco dell’Ariston, arrivata a quota quindici partecipazioni a pari merito con Toto Cutugno e Peppino Di Capri. Per lei hanno scritto canzoni prestigiosi autori e colleghi, tra cui Franco Battiato, Enzo Jannacci, Ennio Monnicone, Mogol, Raf, Giancarlo Bigazzi, Ron, Valerio Negrini, Roby Facchinetti, Cristiano Malgioglio, Alda Merini e Giorgio Faletti. Tra i brani che arricchiscono il suo vasto repertorio, ricordiamo “Milord”, “Tango italiano”, “Ricorda”, “Vieni con noi”, “Nessuno di voi”, “Uno come noi”, “Canzone”, “Un sorriso”, “La filanda”, “Mediterraneo”, “Da troppo tempo”, “Monica delle bambole”, “La rossa”, “Sono felice”, “Uomini addosso”, “Non ce l’ho con te” e “The show must go on”.

**La canzone del giorno: Vivere a colori

 “…Baci pensati e mai spesi,
sguardi volti ad orologi appesi,
alla stazione, un’emozione,
alla vita che si fa sognare
sento il suono del metallo che stride,
mentre passo qualcuno sorride,
frena il treno e mi sposta un po’,
adesso lo so, sto arrivando da te
niente di più semplice,
niente più da chiedere,
rimanderò tutto a domani,
sono di carta tutti gli aeroplani,
sei tu il mio re, io la tua regina
in un’eterna Roma
e all’aria tutti i piani,
e avviciniamo i sogni più lontani,
che tu lo sai che non c’è segreto per vivere a colori

Per vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere

E penso che tu sia un fiore,
di un raro colore,
che riesce a stare fermo con lo sguardo altrove,
e oltre che tu riesci a vedere,
e oltre che tu sai sentire.
“Amo te, niente di più semplice,
amo te, niente in più da chiedere”
rimanderò tutto a domani,
sono di carta tutti gli aeroplani,
sei tu il mio re, io la tua regina
in un’eterna Roma
e all’aria tutti i piani,
riavviciniamo i sogni più lontani,
e tu lo sai che non c’è segreto per vivere a colori

E vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere
“Amo te, niente di più semplice,
Amo te, niente in più da chiedere,
amo te, niente di più semplice,
amo te, niente in più da aggiungere”.

Vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, (niente in più da chiedere) vivere

Rimanderò tutto a domani,
sono di carta tutti gli aeroplani,
sei tu il mio re, io la tua regina
in un’eterna Roma
e all’aria tutti i piani,
riavviciniamo i sogni più lontani,
e tu lo sai che non c’è segreto per vivere a colori

Per vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere
per vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere a colori,
e vivere, vivere…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.