Almanacco musicale del 21 ottobre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 21 ottobre

1947 – Nasce a Pontedera il cantante Riccardo Fogli*
1961 – Gino Paoli pubblica il suo primo album omonimo
1976 – Nasce a Verona il cantante Guillermo Gonzales
1978 – Lucio Battisti è primo in classifica con “Una donna per amico”
1990 – “Scrivimi” di Nino Buonucore è tra i brani più trasmessi di in radio
2002 – Carmen Consoli rilascia il disco “L’eccezione”
2005 – I Baustelle pubblicano l’album “La malavita”
2005 – Piero Pelù lancia la raccolta “Presente”
2010 – Ci lascia il cantante Uccio Aloisi
2011 – Marco Mengoni lancia “Tanto il resto cambia”**
2013 – Alessandro Casillo incide Niente da perdere
2014 – Vasco Rossi è primo su EarOne con “Come vorrei”
2015 – Malika Ayane è tra le artiste più trasmesse in radio conTempesta
2016 – Gli Ex-Otago pubblicano il disco “Marassi”
2016 – Fausto Leali rilascia l’album di duetti “Non solo leali”
2016 – Benji e Fede lanciano il disco “0+”
2016 – Mina e Adriano Celentano incidono “Amami amami”
2017 – Tony Maiello pubblica “L’amore che conosco”
2017 – Mannarino lancia “Vivo”

*Il personaggio del giorno: Riccardo Fogli

Settantuno candeline sulla torta per Riccardo Fogli, cantautore toscano che nel corso della sua carriera ha raggiunto grande popolarità sia con i Pooh che da solista, vincendo il festival di Sanremo nel 1982 con “Storie di tutti i giorni”. Tra le canzoni più rappresentative del suo repertorio, ricordiamo: “Pensiero”, “Piccola Katy”, “Tanta voglia di lei”, “Noi due nel mondo e nell’anima”, “Complici”, “Sulla buona strada”, “Non finisce qui”, “Ma quale amore”, “Io ti pago di ascoltare”, “In una notte così”, “Malinconia”, “Romanzo”, “Per Lucia”, “Giorni cantati”, “Monica”, “Io non canto (senza te)” e “Il segreto del tempo”, presentata sul palco dell’Ariston lo scorso febbraio in coppia con Roby Facchinetti.

**La canzone del giorno: Tanto il resto cambia

 “…Fuori è quasi giorno
sto pensando a te
disperato vuoto dentro me
niente è mai perfetto
niente come vuoi
siamo soli adesso pure noi

Non so chi mi aiuterà a dimenticarti
quando me ne andrò da qui
quanto male ci starò che sarai di un altro
lo so ma è giusto così

Se cambierà per te nascerò ancora
per il tempo rimasto cura sarò niente più come te
è verrà l’inverno neve scenderà il silenzio ti cancellerà

Non verrò a cercarti, io ti scorderò
servirà del tempo e guarirò
tutto quanto fermo a te
tanto il resto cambia
vivrò ma non vivrò mai
mille volte scoprirò
che non mi innamoro
anche questo tu lo sai

Se cambierà per te nascerò ancora
per il tempo rimasto cura sarò niente più come te
se cambierà resti tu, l’universo
ora conterò cento, piano, mi volto, non c’è più ritorno
io non so parlare però proverei questa volta forse lo farei…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.