Almanacco musicale del 27 marzo

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 27 marzo

1934 – Nasce a Tortona il paroliere Enrico Riccardi
1970 – Nicola Di Bari è primo in classifica con “La prima cosa bella”
1975 – Sergio Endrigo debutta nella hit parade con “Ci vuole un fiore”
1980 – Edoardo Bennato pubblica l’album “Sono solo canzonette”*
1980 – Nasce a Bologna il cantautore Cesare Cremonini*
1981 – “Ancora” di Edoardo De Crescenzo è tra i brani più venditi
1986 – Nasce a Napoli il cantante Rosario Miraggio
1992 – Alessandro Canino è in cima alle classifiche con “Brutta”
1994 – Michele Zarrillo è in vetta tra le vendite con “Cinque giorni”
2007 – Ci lascia il cantante Joe Sentieri
2009 – Alessandra Amoroso lancia “Stupida”
2012 – Annalisa rilascia l’album “Mentre tutto cambia”
2014 – Cesare Cremonini pubblica il singolo #Logico
2015 – Fedez e Noemi duettano in L’amore eternit”**
2017 – Nek e J-Ax lanciano “Freud

*Il personaggio del giorno: Cesare Cremonini

Trentotto candeline sulla torta per Cesare Cremonini, una vita spesa a comporre musica, diventando uno dei cantautori di spicco dell’intero panorama discografico italiano. Tra i pezzi che arricchiscono il suo repertorio da solista, dopo aver militato nel Lunapop, ricordiamo: ““Vieni a vedere perchè”, “Marmellata #25”, “Maggese”, “Le tue parole fanno male”, “Dicono di me”, “Le sei e ventisei”, “Il pagliaccio”, “Mondo” con Jovanotti, “Hello” con Malika Ayane, “Il comico (sai che risate)”, “Una come te”, “La nuova stella di Broadway”, “Logico”, “GreyGoose”, “Io e Anna”, “Buon viaggio (Share the love)”, “Lost in weekend” e l’ultimo suggestivo singolo “Poetica”.

**La canzone del giorno: L’amore è eternit

 “…Guardo dal telescopio l’universo femminile,
scrivo fine in un secondo se in te c’è un secondo fine,
lo so è brutto da pensare, mi aspetto che ti piaccia
stare sotto le coperte e non sopra le copertine,
l’amore a prima visa è un sentimento splendido,
mi ha detto un indovino che legge le carte di credito,
vomito, amore tossico, per me sei stata
il mio primo bacio sulla bocca dello stomaco
a volte sembra che mi sfidi ma non mi spaventi,
nella vita hai provato più vestiti che sentimenti,
istruzioni di lavaggio per cuori sintetico,
ti prego dimmi che mi ami, potrei persino crederci,
e tutte le tue amiche fanno un muro da spavento,
i miei tatuaggi non sono di loro gradimento,
io sono sporco all’esterno ma giudicare le apparenze
è l’atteggiamento tipico di chi è sporco dentro

Di storie ce ne sono tante
pensavo fossi l’ultima e invece no,
in fondo anche tu, sei solo un segno
in più che sulla pelle fa più male,
continuerà a bruciare anche se ora lo so
che in fondo anche tu sei
solo un segno in più

A volte è Dio che sbaglia la tua ordinazione,
per questo se chiudi la porta si apre un burrone.
sei il mio punto debole, la mia causa di forza maggiore,
un senso di rivoluzione, un colpo al cuore.
più truccata di un appalto su uno scorcio suggestivo,
se ti guardo a luci spente sei un tramonto abusivo,
inverti lo schema e cambi anche il teorema
prima eri un problema di cuore ora sei il cuore del problema.
non ho difficoltà a dirti quel che penso in faccia,
anche se non sembra so bene quello che faccio
la verità è che ho invertito il senso di marcia
da quando ho avvertito il senso di marcia,
arrivi portando brividi e scappi lasciando i lividi,
gli opposti si attraggono ma amano i propri simili,
sentimenti tossici per loro non c’è cura
perché l’amore eternit finché dura

Di storie ce ne sono tante
pensavo fossi l’ultima e invece no,
in fondo anche tu, sei solo un segno
in più che sulla pelle fa più male,
continuerà a bruciare anche se ora lo so
che in fondo anche tu sei
solo un segno in più

Fermo immagine sembra appartenere ad un’altra vita,
un cielo instabile che quasi sembra piangere,
ed io che torno tardi sola e penso che di storie ce ne sono tante,
pensavo fossi l’ultima e invece no.

Di storie ce ne sono tante
pensavo fossi l’ultima e invece no,
in fondo anche tu, sei solo un segno
in più che sulla pelle fa più male,
continuerà a bruciare anche se ora lo so
che in fondo anche tu sei
solo un segno in più…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.