AlmanaccoMusicale 30 gennaio

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 30 gennaio

1952 – Nilla Pizzi vince la seconda edizione di Sanremo con “Vola colomba”*
1953 – Nasce a Genova la cantante Franca Lai
1954 – Gino Latilla e Giorgio Consolini vincono il Festival con “Tutte le mamme”
1960 – Tony Dallara e Renato Rascel si aggiudicano il titolo sanremese con “Romantica”
1965 – Bobby Solo trionfa al Festival con “Se piangi se ridi”
1982 – Riccardo Fogli arriva primo a Sanremo con “Storie di tutti i giorni”
1994 – “Ricordati di me” di Fiorello è tra le canzoni più ascoltate in Italia
1997 – Jovanotti pubblica l’album “L’albero”
2003 – Massimo Ranieri rilascia il disco “Nun è acqua”
2004 – Gianna Nannini incide la raccolta “Perle”
2009 – Ci lascia il compositore Francesco Puccioni, in arte Mike Francis
2009 – Nek lancia il singolo “Un’altra direzione”
2012 – I Negramaro pubblicano “Londa brucia”
2013 – Chiara Galiazzo è tra gli artisti più trasmessi in radio con “Due respiri”**
2014 – Valerio Scanu rilascia l’album Lasciami entrare
2015 – Amaralancia il singolo “Credo”
2016 – I Negrita pubblicano “I tempi cambiano” , scritto con Luciano Ligabue
2017 – Sai che di Marco Mengoni è nella Top 20 di EarOne

*Il personaggio del giorno: Nilla Pizzi

Nilla PizziDopo la vittoria dell’anno precedente con “Grazie dei fior”, Nilla Pizzi si laurea vincitrice per la seconda volta consecutiva con “Vola colomba”, brano che racconta di una travagliata storia d’amore tra un cittadino italiano e una ragazza residente a Trieste, ai tempi annessa alla Jugoslavia. Ma il vero grande successo di questa annata è da attribuire a “Papaveri e papere”, eseguita dalla stessa interprete bolognese e classificatasi al secondo posto, un brano apparentemente frivolo che nasconde al suo interno una critica politica nei confronti dei padroni e dei potenti, che riscosse grande popolarità all’estero con oltre quaranta traduzioni in altrettante lingue. Suo l’interno podio, anche grazie alla terza classificata “Una donna prega”. Il 1952 rappresenta per Nilla Pizzi un anno d’oro, che la consacra come la regina della canzone italiana.

**La canzone del giorno: Due respiri

“…Non c’è fortuna, non c’è destino
non c’è sorpresa per me
non c’è vittoria né aspirazione
così importante per me
non c’è bellezza
frase ad effetto o un’assoluta verità
ma c’è un istante nell’universo
attimo eterno in cui mi sento unica

Perché niente è come te e me insieme
niente vale quanto te e me insieme
siamo due respiri
che vibrano vicini
oltre il male e il bene
niente è come te e me insieme

Non serve intento né sacrificio
una tentazione per me
dediderare voler sparire
resta un ricordo per me
non serve dolor, normale attenzione
quella che riservo a te
anche il silenzio
che sento dentro
quando mi avvolge diventa musica

Perché niente è come te e me insieme
niente vale quanto te e me insieme
siamo due respiri
che vibrano vicini
oltre il male e il bene
niente è come te e me insieme

Non c’è ossessione solo emozione
quella che dedico a te
non c’è tramonto, non c’è una stella
che ci assomiglia
che sia così unica

Perché niente è come te e me insieme
niente vale quanto te e me insieme
siamo due respiri
che vibrano vicini
oltre il male e il bene
niente è come te e me insieme
tutto è come te e me insieme…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.