Luna Palumbo

Luna Palumbo torna con la dolcezza del singolo “Una casa piccola

La felicità è il più vivace dei bambini, che quando meno te lo aspetti è capace di travolgerti di emozioni brillanti, che riempiono il cuore e fanno respirare a pieni polmoni. La felicità è quella che si nasconde nelle piccole cose, come una casa che è il primo nido d’amore di una coppia innamorata. La felicità è un gatto che miagola in attesa del tuo risveglio, oppure può essere un barattolo di miele prestato dalla tua vicina. La felicità è un post-it, che appendi al frigorifero, a volte lo dimentichi, ma è sempre lì ad aspettarti. Di felicità ce n’è tanta nel nuovo singolo di Luna Palumbo, “Una casa piccola“.

Luna PalumboDopo essere tornata dopo qualche anno di stop sulla scena musicale italiana con l’energia racchiusa in “Quanto dura un girotondo“, che oltre ad essere un singolo è anche un documentario, la cantautrice si perde tra i suoi ricci, e ci incastra i pensieri di un momento della sua vita che la vede sbocciare come i fiori in primavera. “Una casa piccola” è una ballata dalle tinte fiabesche e innocenti, che sa scaldare come un abbraccio e accarezzare come il vento fresco in una giornata d’estate.

In questo brano l’artista salernitana compone una lista di ingredienti della felicità, e li lascia su un post-it, così che possano essere sempre lì ad osservarla in silenzio, mentre si prepara ad affrontare uno tra i periodi più felici della sua vita, che svela nel dolcissimo ed imperdibile videoclip, composto da scene che la ritraggono vivere la sua quotidianità in compagnia di suo marito, il dj Peter Torre.

«Questa canzone è un’istantanea, una polaroid attaccata al frigo, dell’estate scorsa, di quella presente e di quella che verrà – racconta l’autrice – È il tuo libro preferito. quello che porti in giro per casa ovunque ma anche quel libro che ancora non hai letto ma sai esattamente come dovrebbe essere. Questa canzone è voglia di dettagli ma al tempo stesso voglia di semplicità, è sete di avventura e voglia di un panino alla mortadella in spiaggia, è la voglia di sognare in grande le piccole cose. Questa canzone è quella margherita che cogli e ti sistemi tra i capelli di cui ne senti l’odore e ti senti libera, serena, catapultata in un campo di fiori col sole di giugno sulla pelle. Questa è una canzone per chi viaggia, chi viaggia tra le pagine di un libro, chi viaggia ad occhi aperti e le cuffie sempre pronte».

La canzone, presentata durante le audizioni live dell’edizione 2020 di Musicultura, rappresenta un altro passo in avanti nella carriera della cantautrice, che continua a volare sul tappeto volante dei sogni.

Una casa piccola | Audio

Una casa piccola | Videoclip

The following two tabs change content below.

Andrea Picariello

Giornalista pubblicista salernitano, nato nello stesso anno in cui i Jalisse hanno vinto Sanremo. Music addicted ma, ancora di più, informazione musicale addicted. Quando cala la sera e ho paura del buio accendo la mia lampada di fiducia, che mi illuminerà la stanza: la musica.

Di Andrea Picariello

Giornalista pubblicista salernitano, nato nello stesso anno in cui i Jalisse hanno vinto Sanremo. Music addicted ma, ancora di più, informazione musicale addicted. Quando cala la sera e ho paura del buio accendo la mia lampada di fiducia, che mi illuminerà la stanza: la musica.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.