Madame Sfera Ebbasta

Recensione del nuovo singolo della cantautrice in collaborazione con il rapper lombardo

Tu mi hai capito è il titolo del nuovo singolo di Madame con all’interno la collaborazione di Sfera Ebbasta. Il brano è stato prodotto da Bias, produttore di fiducia di Madame, e Charlie Charles, da sempre al fianco di Sfera Ebbasta, ed è stato reso disponibile in rotazione radiofonica e in digitale a partire da venerdì 3 settembre.

Con questo brano Madame continua sulla strada del precedente singolo Marea (di cui qui la nostra recensione), anche se qui cerca di confrontarsi con suoni diversi. L’introduzione del pezzo è infatti affidata al pianoforte, al quale viene dato il compito di legarsi alla voce della giovanissima cantante vicentina, che punta forte sulla raffinatezza, come per altro è accaduto anche sul palco del Festival di Sanremo con il singolo Voce. Madame si comporta, nonostante la sua giovane età, da artista matura e che sa quello che vuole proporre al suo sempre più ampio pubblico.

‘Tu mi hai capito’ è un pezzo forse più immediato rispetto alle ultime proposte della cantante, che qui va meno alla ricerca di storie e metafore e punta su un testo incisivo e capace di arrivare immediatamente all’ascoltatore. Il pianoforte, che rimane lo strumento “portante” per tutta la durata del brano, contribuisce a donargli un tocco malinconico che ben si lega al momento fra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno.

Madame, che viene da un’estate vissuta da assoluta protagonista, con un disco ancora ai vertici delle classifiche di vendita e un tour sold out, sceglie qui di legarsi a un altro assoluto hitmaker come Sfera Ebbasta. Il trap king italiano, che viene dal successo ottenuto con il suo ultimo progetto discografico Famoso, anche qui si “presta” alla canzone limitandosi a una breve incursione che però si amalgama bene con la parte interpretata da Madame. Il risultato è un brano che in radio può fare la sua fortuna, con un ritmo più lento rispetto agli ultimi singoli della cantante, ma ugualmente capace di incidere. Madame si dimostra un’artista in grado di sperimentare senza la minima paura di non piacere, consapevole di poter parlare ad un bacino d’utenza ormai importantissimo a livello di numeri.

Acquista qui il brano |

Tu mi hai capito | Audio

Tu mi hai capito | Testo

Perché solo tu l’hai capito
Pure se mi vedi poco, tu mi hai capito
E pure se ti vedo poco, tutto ho capito
A furia di cercarti per il mondo
L’ho conosciuto a fondo e l’ho dato a te

Che hai capito
Pure se mi vedi poco, tu mi hai capito
E pure se ti vedo poco, tutto ho capito
A furia di cercarti per il mondo
L’ho conosciuto a fondo e l’ho dato a teAl semaforo verde non ho mai accelerato
La paura di schiantarmi contro un no detto male
Sarà che nel più bello mi fotte l’idea
Di non vedere luce mentre sono in apneaBaby, so che mi vedi
Riconosciuta tra tanti volti
Ridimensiono il mio passato per te
Ne vali la pena, forse

Mi aspetto nulla, però dammi tutto
C’è quell’intesa dagli occhi
Potrei pure farti felicePerché solo tu l’hai capito
Pure se mi vedi poco, tu mi hai capito
E pure se ti vedo poco, tutto ho capito
A furia di cercarti per il mondo
L’ho conosciuto a fondo e l’ho dato a teChe hai capito
Pure se mi vedi poco, tu mi hai capito
E pure se ti vedo poco, tutto ho capito
A furia di cercarti per il mondo
L’ho conosciuto a fondo e l’ho dato a te (Money Gang)Consumo le suole dietro ad un sogno più grande di me
In giro pure se piove, di notte e di giorno
Per prendere il mondo e smezzarlo con te
La mia vita è crazy

La tua vita, baby
Non voglio mischiarla con tutti sti guai
Quindi ti dico che è meglio che vai
Cancelli il numero e non mi richiami, no

No, no, sai che tutto dura poco
E che non si spegne il mio fuoco
Quando ripenso a quegli anni senza soldi in tasca
Con il frigo vuoto
No che non so comportarmi

Vengo dai palazzi, ma è pieno il mio conto
E mi ricordo come ridevano di me per le scarpe che avevo addosso
Pure se mi vedi poco, tu hai capito
Chissà se davvero non mi hai mai traditoO se lo dici per farmi stare tranquillo
In questi anni ho perso ben più di un amico
Ho perso me stesso più qualche accendino
La vita ti dà e poi ti toglie
Per questo ho paura di starti vicinoPerché solo tu l’hai capito
Pure se mi vedi poco, tu mi hai capito
E pure se ti vedo poco, tutto ho capito
A furia di cercarti per il mondo
L’ho conosciuto a fondo e l’ho dato a teChe hai capito
Pure se mi vedi poco, tu mi hai capito
E pure se ti vedo poco, tutto ho capito
A furia di cercarti per il mondo
L’ho conosciuto a fondo e l’ho dato a te

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.