promossi e bocciati giugno vendite

Tutti i numeri di vendita del sesto mese dell’anno

Le vendite non sono tutto direbbe qualcuno. Ma la realtà, invece, è che le vendite, perlomeno, sono tanto. Lo sono per chi guarda alla musica sotto la lente d’ingrandimento della popolarità, del successo e, perché no, del tornaconto economico che, forse fa brutto dirlo ma è così, è necessario se la musica si vuole continuare a produrla, proporla e promozionarla.

Andando, quindi, alla ricerca dei numeri di vendita, dei piazzamenti in classifica e dell’accoglienza ricevuta quali sono gli artisti che, nel corso dell’ultimo mese, hanno raccolto i risultati più soddisfacenti e quali, invece, hanno viste deluse le aspettative? Scopriamolo insieme:

I PROMOSSI:

Ultimo:

Il cantautore romano torna finalmente in tour e anche le vendite tornano a sorridergli. Con la partenza del giro di concerti negli stadi tutti i suoi album tornano stabilmente in classifica e rendono merito ad un artista che in pochi anni ha saputo conquistare un pubblico così vasto senza mai sposare le mode del momento. Il nuovo singolo, Vieni nel mio cuore, è quanto di più lontano si possa immaginare da un tormentone estivo in piena regola eppure sta riuscendo a conquistare il proprio spazio sia in radio che nelle vendite sfruttando l’effetto-stadio che ne galvanizza l’ascoltatore ed il cantato.

Ultimo 2022

Elodie:

Staziona tra i promossi di questa rubrica (e delle vendite) da ormai diversi mesi. Bagno a mezzanotte è stata la hit della primavera del 2022 riuscendo a ritagliarsi uno spazio importante nell’airplay e nelle vendite quando le braci depositate dal Festival di Sanremo non si erano ancora del tutto esaurite e, anzi, continuavano a stazionare nelle vette delle varie classifiche. Per l’estate pare abbia tutta l’intenzione di ripetersi con una buona e funzionale ‘Tribale’ che conferma come anche una donna, da solista, possa conquistare il mercato discografico di oggi.

Fedez, Tananai e Mara Sattei

Il Fedez-bis per l’estate ha successo grazie ad una ‘La dolce vita’ che sostanzialmente non sbaglia la mira ricalcando il modello offerto da ‘Mille’ lo scorso anno. Al posto del fenomeno Achille Lauro viene individuato saggiamente Tananai e per sostituire l’iconica Orietta Berti si sceglie di puntare sulla giovane e promettente leva di Mara Sattei. L’inciso, forse, si fa canticchiare con più fatica di quanto non avvenisse per il predecessore ma le classifiche, ad ora, paiono non farci caso. Successo assicurato.

I BOCCIATI:

Luigi Strangis:

Vincere ‘Amici 21′ non è bastato al giovane talento calabrese che nella scuola di Maria de Filippi ha goduto di un percorso ampiamente indorato eppure poco fortunato a livello di numeri. Per ora il vincitore dell’ultima edizione del talent di Canale 5 è ancora a secco di certificazioni ufficiali sia per quanto riguarda le vendite degli album che di quelle dei singoli. Non accadeva da qualche anno. Le cose non sembrano mettersi per il verso giusto già da ora.

Ghali:

I numeroni del passato sono soltanto un lontano ricordo per Ghali che con questo ultimo album, ‘Sensazione ultra’, non ha convinto di tutto la larga platea di pubblico cui godeva. La situazione più urgente da risollevare è quella del versante dei singoli che, per il tipo di progetto e di pubblico, è quella maggiormente responsabile dell’andamento delle vendite. Ad ora nessun brano estratto è riuscito a posizionarsi in continuità di ‘Good Times’ ‘Cara Italia’. L’andamento traballante del disco ne è una diretta conseguenza.

Sissi:

L’ultima scommessa di Sugar Music ha cercato di ricavare il fondamentale supporto popolare sfruttando la dimensione di ‘Amici’ dopo aver già tentato con poca fortuna la strada di ‘X-Factor’. Giunta fino alla finalissima Sissi sembrava destinata a capitalizzare in breve tempo un largo apprezzamento della critica, un buon team discografico e produttivo alle proprie spalle ed un affetto di pubblico potenzialmente rilevante grazie al talent. In realtà, invece, a venir meno è stato proprio quest’ultimo elemento rivelando come il riscontro delle vendite sia stato piuttosto effimero nel post-talent.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.