Sanremo per tutti - La storia del Festival 1993

I riassuntoni di Sanremo, il Festival spiegato facile

Il nostro viaggio nella storia del Festival di Sanremo prosegue nel segno dell’inaspettato, quella del 1993 è un’edizione che mette a tacere ogni critica, le giurie premiano canzoni non scontate, le sorprese non si fanno di certo mancare, inaugurando la stagione dell’imprevedibilità, dopo un decennio di dominio assoluto di vincitori annunciati e di pronostici azzeccati.

Alla conduzione confermato per il secondo anno consecutivo Pippo Baudo, affiancato per l’occasione da Lorella Cuccarini. Per la prima e unica volta della storia, il Festival viene trasmesso solo in tv, nessuna emittente radiofonica si occupa della kermesse. Niente ospitate straniere, l’austerità impone un budget risicato e i cantanti internazionali rimangono a casa.

Il regolamento riprende a grandi linee quello dell’anno precedente, con le eliminazioni imposte anche per i big. Tra le canzoni in concorso, ricordiamo: “Ave Maria” di Renato Zero, “Dietro la porta” di Cristiano De Andrè“Non so più a chi credere” di Biagio Antonacci“Stiamo come stiamo” di Loredana Bertè e Mia Martini, alla sua ultima partecipazione sanremese.

Ad aggiudicarsi il titolo della sezione Campioni è Enrico Ruggeri con “Mistero”, l’unica canzone rock ad imporsi alla vittoria in settant’anni di storia. Tra le Nuove Proposte, invece, conquista tutti Laura Pausini con la celeberrima “La solitudine”, canzone che porterà l’ugola romagnola sull’olimpo della musica italiana.Questo e molto altro ancora nel ventisettesimo appuntamento di Sanremo per tutti – il festival spiegato facile, buona visione!

Sanremo per tutti | 1993

1993 | Info

XXXXIII Festival della canzone italiana
in scena dal 23 al 27  febbraio al Teatro Ariston di Sanremo
presenta: Pippo Baudo con Lorella Cuccarini
direzione artistica: Carlo Bixio e Marco Ravera

1993 | Regolamento

42 canzoni in gara 24 big (Renato Zero, Biagio Antonacci, Loredana Bertè, Mia Martini, Peppino di Capri, Pietra Montecorvino. Milva, Amedeo Minghi, Mietta, Ragazzi di Via Meda, Paola Turci, Matia Bazar, Cristiano De André, Nino Buonocore, Rossana Casale, Grazia Di Michele, Andrea Mingardi, Francesca Alotta, Alessandro Canino, Jo Squillo, Francesco Salvi, Ladri di Biciclette, Tony Esposito, Schola Cantorum, Tullio De Piscopo, Peppino Gagliardi, Maurizio Vandelli, Dik Dik, Camaleonti, Roberto Murolo ed Enrico Ruggeri), di cui solo quindici sono ammessi in finale, e 18 giovani (Nek, Gerardina Trovato, Erminio Sinni, Angela Baraldi, Lorenzo Zecchino, Bracco Di Graci, Maria Grazia Impero, Leo Leandro, Fandango, Cliò, Niné, Marcello Pieri, Luca Manca, Luca Virago, Emanuela, Gabriele Fersini, Marco Conidi, Rosario Di Bella, Tony Blescia, Antonella Bucci e Laura Pausini), di cui solo la metà accede all’ultima serata. A votare le canzoni è una giuria demoscopica composta da mille elementi diversi ogni sera.

1993 | Classifica Campioni

Enrico Ruggeri – Mistero
(Enrico Ruggeri)
Cristiano De Andrè – Dietro la porta
(Daniele Fossati, Cristiano De Andrè)
Rossana Casale e Grazia Di Michele – Gli amori diversi
(Giorgio Restelli, Rossana Casale, Grazia Di Michele)
Matia Bazar – Dedicato a te
(Aldo Stellita, Laura Valente, Sergio Cossu, Maurizio Bassi)
Renato Zero – Ave Maria
(Renato Serio, Renato Zero)
Mietta e i Ragazzi di Via Meda – Figli di chi
(Nek, Antonello De Sanctis, Giuseppe Isgrò, Mietta)
Paola Turci – Stato di calma apparente
(Gaio Chiocchio, Paola Turci)
Biagio Antonacci – Non so più a chi credere
(Biagio Antonacci)
Amedeo Minghi – Notte bella, magnifica
(Amedeo Minghi)
10° Francesca Alotta – Un anno di noi
(Giancarlo Bigazzi, Beppe Dati, Marco Falagiani)
11° Andrea Mingardi – Sogno
(Andrea Mingardi)
12° Roberto Murolo – L’Italia è bbella
(Carlo Faiello)
13° Tullio De Piscopo – Qui gatta ci cova
(Mario e Giosy Capuano, Tullio De Piscopo)
14° Loredana Bertè e Mia Martini – Stiamo come stiamo
(Maurizio Piccoli, Loredana Bertè)
15° Nino Buonocore – Una canzone d’amore
(Michele De Vitis, Nino Buonocore)

Non finalisti
Jo Squillo – Balla italiano
(Jo Squillo)
Ladri di Biciclette e Tony Esposito – Cambiamo musica
(Giorgio Verdelli, Gianluigi Di Franco, Enrico Prandi, Tony Esposito)
Maurizio Vandelli, Dik Dik e Camaleonti – Come passa il tempo
(Giancarlo Bigazzi, Beppe Dati, Riccardo Del Turco)
Francesco Salvi – Dammi 1 bacio
(Mario Natale, Roberto Turatti, Francesco Salvi)
Peppino Gagliardi – L’alba
(Sergio Cirillo, Peppino Gagliardi)
Peppino di Capri – La voce delle stelle
(Fabrizio Berlincioni, Mimmo Di Francia, Peppino di Capri)
Schola Cantorum – Sulla strada del mare
(Antonello De Sanctis, Alberto Cheli)
Alessandro Canino – Tu tu tu tu
(Giancarlo Bigazzi, Beppe Dati, Paolo Hollesh, Alessandro Baldinotti)
Milva – Uomini addosso
(Valerio Negrini, Roby Facchinetti)

1993 | Classifica Nuove Proposte

Laura Pausini – La solitudine
(Angelo Cremonesi, Pietro Cremonesi, Federico Cavalli)
Gerardina Trovato – Ma non ho più la mia città
(Donatella Milani, Mauro Malvasi, Gerardina Trovato)
Nek – In te
(Nek, Antonello De Sanctis, Giuseppe Isgrò)
Bracco Di Graci – Guardia o ladro
(Bracco Di Graci)
Erminio Sinni – L’amore vero
(Riccardo Cocciante, Erminio Sinni)
Rosario Di Bella – Non volevo
(Rosario Di Bella)
Marco Conidi – Non è tardi
(Massimo Mastrangelo, Marco Conidi)
Fandango – Non ci prenderanno mai
(Lila Fiori, Roberto Lanzo)
Tony Blescia – Quello che non siamo
(Tony Blescia)

Non finalisti
Angela Baraldi – A piedi nudi
(Marco Bertoni, Enrico Serotti, Angela Baraldi)
Leo Leandro – Caramella
(Salvatore Iovine, Leopoldo D’Angelo)
Luca Manca, Luca Virago, Emanuela e Gabriele Fersini – Ci vuole molto coraggio
(Alberto Salerno, Maurizio Fabrizio)
Niné – Femmene
(Giulia Guido, Matteo Bonsanto, Stefano Pulga, Maurizio Preti)
Marcello Pieri – Femmina
(Marcello Pieri)
Lorenzo Zecchino – Finché vivrò
(Lorenzo Zecchino)
Antonella Bucci – Il mare delle nuvole
(Eros Ramazzotti, Adelio Cogliati)
Cliò – Non dire mai
(Eliop, Vania Magelli)
Maria Grazia Impero – Tu con la mia amica
(Enrico Ricciardi)

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.