Reduci dal positivo debutto al Festival di Sanremo, i due giovani artisti conquistano radio e web

Squadra che vince non si cambia, così la coppia artistica composta da Shade e Federica Carta si ricongiunge dopo il grande successo ottenuto con la hit multiplatino Irraggiungibile. Un connubio già rodato che funziona ancora una volta sul palco dell’Ariston, davanti ad una platea multiforme, raccogliendo consensi positivi da un pubblico decisamente più trasversale. “Senza farlo apposta” è un pezzo che mette in risalto la purezza vocale dell’interprete romana e la verve urbana del rapper torinese, in perfetta simbiosi.

Nel testo emergono le dinamiche tipiche di un amore non più corrisposto, il momento preciso in cui ci si trova davanti al bivio tra ciò che si è stati e quello che si è diventati. D’altronde, si sà, i sentimenti sono trappole in cui ci si incespica senza volerlo coscienziosamente. Le barre recitate nelle strofe rispecchiano al 101% lo stile sanguigno di Shade, così come l’inciso melodico e arioso dà modo di valorizzare l’estensione di Federica Carta, che acquisisce maggiore convinzione, carisma e personalità.

Un pezzo un po’ più maturo, con meno riferimenti al mondo teen e più riflessioni di carattere universale su ciò che rappresenta il mondo dei rapporti di coppia, fatto di alti e di bassi, non soltanto in fase adolescenziale. Composto a sei mani dallo stesso rapper con Jacopo Ettore e Giacomo Roggia, il brano mette in chiaro il talento e le intenzioni del due ragazzi, votati ad un successo più grande e ad un consenso sempre più ampio da parte del pubblico.

“Senza farlo apposta” funziona perché rispecchia convenzioni e rispetta regole senza tempo, perché non rincorre alcuna moda in particolare e non risulta prevedibile. Al di là della diciottesima immeritata posizione in classifica, il pezzo gira e rigira in radio ed è cliccatissimo in rete, in più riesce a farsi ricordare e canticchiare con facilità. La versione in duetto con Cristina D’Avena nobilita il risultato finale, impreziosendo il tutto con armonizzazioni, scambi e controcanti di notevole fattura.

Un brano che supererà la prova del tempo, non intesa come prova costume, eh sì perché tra i ritmi frenetici di oggi la longevità delle canzoni ha perso importanza, lasciando spazio al “basta che funzioni per qualche settimana”. Non è il caso di Shade e Federica Carta, due predestinati, convincenti sia in coppia che in solitaria con i rispettivi progetti artistici. Se, come dice il proverbio, non c’è due senza tre… siamo pronti ad immedesimarci e ad immergerci in nuovi tormentati ma ispirati abissi amorosi.

Acquista qui il brano |

[amazon_link asins=’B07NDQ5NFL,B07MX34VLD’ template=’ProductCarousel’ store=’recensiamomus-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6ee3f7f2-65d9-43e5-82ac-c7d4926647fb’]

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...
2 pensiero su “Shade e Federica Carta mettono in chiaro talento e intenzioni in “Senza farlo apposta” – RECENSIONE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.