Recensione del singolo del cantautore insieme a Francesca Michielin

Samuel torna con un nuovo singolo inedito per l’estate dal titolo Cinema, disponibile a partire da venerdì 14 maggio in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali di streaming e download per Epic/Sony Music Italy. Il brano viene interpretato da Samuel in compagnia di Francesca Michielin ed è stato scritto dallo stesso cantautore insieme a Colapesce e Federico Nardelli. Cinema arriva sulle piattaforme digitali a cinque mesi di distanza dall’album Brigatabianca, secondo progetto discografico da solista per il cantante leader e voce della band Subsonica. Francesca Michielin invece, che quest’estate sarà in tour per l’Italia con alcune date speciali, ha pubblicato lo scorso marzo la riedizione del suo ultimo album di inediti FEAT (di cui qui la nostra recensione) in concomitanza con la partecipazione a Sanremo insieme a Fedez con il brano Chiamami per nome, classificatosi alla fine al terzo posto nella competizione.

Il brano è diviso equamente tra la voce del cantautore e quella della giovane cantautrice, che si spartiscono strofe e ritornello prima di ritrovarsi e duettare nella parte finale. Cinema è un brano che sa d’estate anche se (per fortuna) non si appoggia ai soliti cliché del brano estivo. Non c’è traccia di reggaeton né di ritornelli eccessivamente allungati, solamente un’irrefrenabile voglia di far muovere gli ascoltatori grazie ad un ritmo travolgente al punto giusto.

Samuel sa come muoversi nei terreni dell’elettronica e qui lo dimostra ancora una volta smussando gli angoli di un brano che ha tutte le carte in regola per dire la sua in radio. Il testo è ispirato ai giorni nostri, con un netto richiamo alla voglia di tornare a vivere dopo un momento di reclusione forzata. La spensieratezza del ritornello, in cui si si invoca a tutto volume la volontà di “ricominciare a saltare”, porta con sè il senso della canzone: un grido di libertà dopo mesi di forzata attesa. E forse non è un caso che entrambi gli artisti coinvolti, durante l’estate, saranno protagonisti di due tour “belli pieni” in cui, seppur seguendo tutte le norme previste, torneranno a calcare i palchi più importanti d’Italia.

Cinema rappresenta una speranza, una boccata d’ossigeno e di leggerezza che non si abbandona però totalmente alle classiche banalità estive tipicamente italiane. Samuel apparecchia e Francesca Michielin si inserisce perfettamente nel mood del brano, dimostrandosi, oltre che un’ottima cantautrice, anche un’interprete capace di toccare mondi musicali differenti e sulla carta lontani senza perdere la propria originalità.

Acquista qui il brano |

Audio |

Testo |

Cinema sempre là
Locandina Tinto Brass
Cambi cento volte pezzo
Non sopporti il tuo silenzio
Parte musica del cazzo
Che si attacca al mio cervello
Coca Cola così non mi va
Perché no? Perché no? Vieni qua
Com’è triste la vita in città
L’afrobeat forse ci salverà

Sai che non mi importa di stare solo?
Voglio dividere la notte con te
E quando pensi di andare a dormire
Ricominciamo a saltare
Ricominciamo a saltare

Cinema sempre là
Io ti aspetto fronte bar
Scorro centomila foto
Non riesco a stare sola
Vorrei andarmene in balera
E sparirе in questa sera
Vasco no, ora no, non mi va
Perché no? Pеrché no? Vieni qua
E chissà se col caldo il ghiaccio terrà

Sai che non mi importa di stare solo? (Da solo)
Voglio dividere la notte con te
E quando pensi di andare a dormire

Ricominciamo a saltare

Ricominciamo a saltare

Cinema sempre là
Locandina Tinto Brass
Jules et Jim non mi va
Non è sera da Truffaut
Cinema sempre là
Locandina Tinto Brass
Jackie Brown, tenembaum
400 colpi

Sai che non mi importa di stare solo?
Voglio dividere la notte con te
E quando pensi di andare a dormire
Ricominciamo a saltare

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.