Tutto pronto per la prima puntata delle audizioni del popolare talent show targato Sky, giunto alla sua quattordicesima edizione

“Più inediti, meno cover”, sembra essere questo lo slogan della quattordicesima edizione italiana di X Factor, che già negli ultimi anni aveva mostrato una crescita di brani originali rispetto al passato. Sarà che i numeri dello scorso anno non avevano soddisfatto completamente l’organizzazione, sarà che il Covid ha letteralmente stravolto la nostra quotidianità, ma quella che ci appresteremo a seguire a partire da questa sera, giovedì 17 settembre 2020, sarà un’edizione completamente rinnovata, di sicuro quella più rivoluzionaria delle tredici precedenti.

I talent show in generale, hanno un format ben preciso, che difficilmente viene ritoccato ma, dopo così tanti anni, diventa censuario apportare novità, cambiare il linguaggio, attualizzare il contenuto a partire dalla fase iniziale: le audizioni, le prime senza pubblico nella storia del programma. I provini si svolgeranno senza palco, con i ragazzi messi sullo stesso piano dei giudici, il tutto volto a garantire un rapporto più diretto e confidenziale. Nuovo bancone a forma di X, con le solite quattro poltrone su cui svolgeranno il proprio dovere: Mika, Manuel Angnelli, Hell Raton e Emma, per i primi due si tratta di un ritorno, per gli altri di un vero e proprio debutto.

Le dichiarazioni dei giudici di X Factor 14

«Vivo questa esperienza in maniera onesta e sincera – dichiara Emma durante la conferenza stampa – l’essere stata dall’altra parte mi fa capire che in certi casi è importante mostrare una certa empatia nei confronti dei concorrenti. Cerco di mantenere la mia posizione, anche quando ci sono pareri discordanti, trovo che sia proprio questo il bello, perché ciascuno di noi porta il suo punto di vista».

«La musica è ferma – sottolinea Manuel Agnelli – portare in giro la musica e parlare di musica è ancora più importante rispetto al passato, mi ha intrigato il progetto di quest’anno che, senza pubblico, sarà molto incentrato sull’approfondimento. L’obiettivo è quello di parlare di musica in maniera meno spettacolarizzata, ma sempre spettacolare». 

«Ho accettato questa sfida perché dietro c’è una forte direzione artistica – racconta Mika – la volontà di creare questo show basandosi su storie che trovo davvero molto interessanti. Il format è sempre interessante, ma ci sarà spazio anche per molto altro, per nuove emozioni». 

«Ho scelto di sposare questa avventura per sconfiggere i miei demoni – conclude Hell Raton – portare il mio lavoro sul grande schermo è stata un’opportunità che ho colto con piacere. Quello che intendo fare è continuare a realizzare ciò che ho sempre fatto, partendo dalla scoperta di un talento per coltivarlo e valorizzarlo a 360 gradi».

Le novità di X Factor 14

A parte la giuria completamente rinnovata rispetto alla passata edizione, la volontà di Fremantle Italia, chiara e condivisibile: non puntare unicamente sulla voce, perché il famoso fattore X nel 202o è un mix di diversi elementi, che devono incastrarsi e viaggiare all’unisono, a partire dalla capacità di composizione dei brani. Ai casting si sono presentati circa 40mila, audizioni che si sono svolte in modalità inedita, con video registrati e colloqui in streaming. Tra le novità più evidenti, il restyling della sigla curato da Dardust. Per chi volesse assistere ad un piccolo spoiler della prima puntata, potete gustarvi l’anteprima disponibile qui.

Come vedere X Factor 14

L’appuntamento è fissato per questa sera, giovedì 17 settembre 2020, a partire dalle ore 21.15 su Sky Uno e NOW TV (in replica il venerdì seguente, sempre in prima serata, in chiaro su TV8) con la prima puntata dedicata alle audizioni, come sempre commentata dall’insostituibile Alessandro Cattelan, presente all’appello per il decimo anno consecutivo. Lo spettacolo proseguirà ogni giovedì, a partire dalla quarta puntata dell’8 ottobre partiranno i consueti Bootcamp, per poi lasciare spazio ai Live Show a partire dal 29 ottobre.

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.