Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 14 dicembre

1951 – Nasce a Moneglia il cantante Sandro Giacobbe
1954 – Nasce a Ravenna la showgirl Dora Moroni
1965 – Nasce ad Hannover il cantautore Vinicio Capossela*
1973 – Nasce a Napoli il cantautore Joe Barbieri
1983 – “La donna cannone” di Francesco De Gregori è in vetta alla hit parade
1993 – Jovanotti è primo in classifica con “Penso positivo”
2003 – Tiziano Ferro è in cima alle classifiche con “Xverso”
2010 – Cristina D’Avena rilascia la raccolta “Arriva Cristina Story”
2010 – Biagio Antonacci pubblica il singolo “Buon giorno bell’anima”
2012 – Bianca Atzei e i Modà dominano le classifiche con “La gelosia”
2013 – I Modà lanciano in rotazione radiofonica “Non è mai abbastanza”
2014 – “Sono sempre i sogni a dare forma al mondo” di Ligabue debutta in classifica
2015 – Eros Ramazzotti è ai vertici di EarOne con “Sei un pensiero speciale”
2016 – Zucchero è tra gli artisti più trasmessi in radio con “Voci”**
2017 – Lorenzo Licitra vince l’undicesima edizione italiana di X Factor
2018 – Ultimo lancia in radio il singolo “Ti dedico il silenzio”

*Il personaggio del giorno: Vinicio Capossela

Vinicio CaposselaCinquantatré candeline sulla torta per Vinicio Capossela, cantautore e polistrumentista che unisce la world music alla musica d’autore. Nel corso della sua trentennale carriera ha inciso nove album di inediti, tre dischi dal vivo e tre raccolte dei suoi maggiori successi. Tra le canzoni che arricchiscono il suo repertorio, segnaliamo: “Che coss’è l’amor”, “Il ballo di San Vito”, “E allora mambo”, “Camera a Sud”, “Non è l’amor che va via, “Il mio amico ingrato”, “Tornando a casa”, “Tanco del murazzo”, “La notte se n’è andata”, “Marajà”, “Con una rosa”, “Zampanò”, “Corre il soldato”, “Scivola vai via”, “Il gigante e il mago”, “In clandestinità”, “All’una e trentacinque circa”, “Il Pumminale” e“Polpo d’amor”.

**La canzone del giorno: Voci

“…Voci di radici, di nebbia e di pioppi
che parlano agli argini e che parlano ai matti
voci nella testa, voci contro il tempo
che riempiono la vita restando nel silenzio
voci che non sento più
voci che sai solo tu
manca la tua voce, sai
mama don’t cry
mama don’t cry

Voci di ricordi, giorni da balordi
persi nella noia di un’estate al bar
voci all’oratorio, voci in bocca ai preti
e a suore un po’ più audaci di quelle dei presepi
voci che non sento più
voci che sai solo tu
manca la tua voce, sai
mama don’t cry
mama don’t cry

It’s been a long time, mama non sai
it’s been a long time
it’s been a hard time, mama non sai
it’s been a hard time
sera di cera
calami dagli occhi
la notte è chiara
e c’è chi spera
ai piedi della sera

Voci senza nome urlate a bocca piena
voci tempestose sognando l’altra riva
voci di padroni che abbaiano ai tuoi sogni
dove chi ha il guinzaglio non sono i veri cani
voci che non hanno un suono
che non sanno più chi sono
manca la tua voce sai

Mama don’t cry
mama don’t cry
mama don’t cry
mama don’t cry
mama non sai
mama don’t cry…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.