Almanacco musicale del 19 settembre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 19 settembre

1959 – Adriano Celentano è primo in classifica con “Il tuo bacio è come un rock”
1968 – Adamo vince il Festivalbar con “Affida una lacrima al vento”*
1970 – Lucio Battisti è primo in classifica con “Fiori rosa, fiori di pesco”
1970 – Nasce a Catania il cantante Gianni Vezzosi
1992 – “Hanno ucciso l’uomo ragno” degli 883 è in vetta alle classifiche
1996 – Fabrizio De André rilascia il suo ultimo disco “Anime salve”
1997 – Nek pubblica il singolo “Sei grande”
2002 – Ci lascia il cantautore Goffredo Canarini
2003 – Eros Ramazzotti vince il Festivalbar con “Un’emozione per sempre”
2005 – I Negramaro lanciano il singolo “Solo3min”
2008 – Mango rilascia il disco di cover “Acchiappanuvole”
2008 – Paolo Conte incide l’album “Psiche”
2009 – Gli Zero Assoluto e i Tiromancino pubblicano “Cos’è normale”
2011 – Fabrizio Moro lancia il singolo “Respiro”
2012 – Marina Rei rilascia “La conseguenza naturale dell’errore”
2013 – Non passerai di Marco Mengoni è in vetta su EarOne**
2014 – Annalisa pubblica il singolo L’ultimo addio
2015 – Jovanotti incide “Pieno di vita”
2016 – Renato Zero rilascia “La lista”
2017 – Niccolò Fabi lancia “Diventi inventi”

*Il personaggio del giorno: Adamo

AdamoSono trascorsi cinquant’anni dalla vittoria del Festivalbar di Salvatore Adamo, noto cantautore italo-belga, con il brano “Affida una lacrima al vento”. L’artista si aggiudica il titolo della kermesse estiva trionfando su altri importanti nomi della musica italiana e internazionale: da Tom Jones a Petula Clark, passando per Ricky Shayne, Little Tony, Caterina Caselli, i Dik Dik, Rita Pavone, Al Bano Carrisi, i Camaleonti, Orietta Berti, Sergio Endrigo, i New Trolls, Lucio Battisti, i Nuovi Angeli e Giuni Russo.

**La canzone del giorno: Non passerai

 “…A questo incrocio dimmi dove si va
con un passo in più.
tu che forse un po’ hai scelto di già
di non amarmi più.
e come quadri appesi leve senza pesi
che non vivono.
come quando c’era una vita intera
due che si amano.

E salgo ancora in alto perché
è lì che c’eri tu.
ma ora serve il coraggio per me
di guardare giù.
e non c’è niente che resiste
al mio cuore quando insiste
perché so che tu non passerai mai,
che non passerà
(non passerai)
non mi passerai
(non passerai).

Ok allora adesso confesso
non avevo che te.
come faccio a vivere adesso
solo, senza te?
e senza i tuoi sorrisi e tutti i giorni spesi
oggi che non c’è.
e che è una porta chiusa e nessun’altra scusa da condividere.

E salgo ancora in alto perché
è lì che c’eri tu.
ma ora serve il coraggio per me
di guardare giù.
e non c’è niente che resiste
al mio cuore quando insiste
perché so che tu non passerai mai,
che non passerà
(non passerai)
non mi passerai
(non passerai).

E quanto amore mancherà
e troppo rumore in un giorno
che non va.
e non posso comprendere
che non passerà.

E salgo ancora in alto perché
è lì che c’eri tu.
ma ora serve il coraggio per me
di guardare giù.
e non c’è niente che resiste
al mio cuore quando insiste
perché so che tu non passerai mai,
che non passerà
(non passerai)
non mi passerai
(non passerai)…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.