almanacco-27dicembre

Giorno per giorno, le curiosità, i compleanni dei personaggi più amati e le uscite da non dimenticare

Almanacco musicale del 27 dicembre

1966 – Nasce a Bollate Vito Luca Perrini, alias Dj Jad, fondatore degli Articolo 31
1971 – Raffaella Carrà è prima in classifica con “Chissà se va”
1976 – Nasce a Rho la cantante Annalisa Minetti*
1978 – Mia Martini pubblica l’album “Danza”
1988 – Nasce a Roma il rapper Marco Boserup, alias Diluvio
1998 – “La pace sia con te” di Renato Zero è in vetta alla hit parade
2006 – Gigi D’Alessio è in cima alle classifiche con “Primo appuntamento”
2011 – Mina rilascia “Rattarira”
2012 – Fabri Fibra incide “Pronti partenza via”
2013 – Renato Zero lancia il singolo “Sia neve”
2015 – Eros Ramazzotti è tra gli artisti più trasmessi in radio con “Buon Natale (se vuoi)”
2017 – “Orgasmo” di Calcutta debutta nella Top20 di EarOne**

*Il personaggio del giorno: Annalisa Minetti

Annalisa MinettiQuarantadue candeline sulla torta per Annalisa Minetti, interprete milanese che, nel corso della sua ventennale carriera musicale, si è aggiudicata la vittoria della quarantottesima edizione del Festival della canzone italiana di Sanremo, con il brano “Senza te o con te”, classificatosi al primo posto sia tra i giovani che tra i big. Negli anni ha collaborato con numerosi e prestigiosi artisti, tra cui ricordiamo: Toto Cutugno (con il quale è tornata a calcare il palco dell’Ariston nel 2005), Eros Ramazzotti, Biagio Antonacci, Ron, Claudio Baglioni, Fio Zanotti, Enrico Ruggeri, Mariella Nava, Grazia Di Michele, Dodi Battaglia, Stefano D’Orazio, Ivana Spagna, Kaballà e Massimo Luca. Tra le canzoni che arricchiscono il suo repertorio, ricordiamo: “L’eroe che sei tu”, “Io ci sarò”, “Se tu mi ami”“Due mondi”, “Inequivocabilmente tu”, “La prima notte”, “Vita vera”, “Stelle sulla terra”, “Fammi fuori”, “Il cielo dentro me”, “Scintilla d’anima” e “Io nascerò”.

**La canzone del giorno: Orgasmo

“…E se ti parlo con il cuore chiuso
rispondi tanto per fare
e se mi metto davvero a nudo
dici che ho sempre voglia di scopare
servirebbe un secondo più all’anno
per fare un respiro profondo, per rilassare le spalle
tanto tutte le strade mi portano alle tue mutande

Come stai?
è un sacco che non te la prendi, è un sacco che non mi offendi
e che non sputi allo specchio per lavarti la faccia
è un sacco che non te la prendi, è tanto che non mi offendi

E se ti parlo con la bocca chiusa
mi dici di non urlare
sono tornato da New York e mi hai portato sopra le scale
mi hai chiesto un orgasmo profondo
forse il più profondo del mondo, ma mi hai dato le spalle
e adesso tutte le strade mi portano ad altre campagne

Come stai?
è un sacco che non te la prendi, è un sacco che non mi offendi
e che non sputi allo specchio per lavarti la faccia
è un sacco che non te la prendi, è tanto che non mi offendi

In che punto finisce la nebbia in questa pianura?
dove perdersi quando fa buio mi fa paura
e col bacio stampato fra il mento e la scollatura
dove perderti quando fa buio e ti senti sola

Ah, lo sai
che ieri ho comprato un’amaca
ah, lo sai
non ci sono salito sopra
ah, lo sai
che ieri ho incontrato un’amica tua
ah, lo sai
che turututu, turututu
e adesso tutte le strade mi portano ad altre campagne

Come stai?
è un sacco che non te la prendi, è un sacco che non mi offendi
e che non sputi allo specchio per lavarti la faccia
è un sacco che non te la prendi, è tanto che non mi offendi

Come stai?
è un sacco che non te la prendi, è un sacco che non mi offendi
e che non sputi allo specchio per lavarti la faccia
in che punto finisce la nebbia in questa pianura?
dove perdersi quando fa buio mi fa paura…”

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.