Amici 20 di Maria de Filippi |recensiamomusica.com

Diamo tutti i voti alle esibizioni di canto della seconda puntata di questa edizione

Seconda puntata del serale della ventesima edizione di Amici di Maria de Filippi. Regolamento tutto rivisto, giuria del tutto innovativa e concorrenti tutti da scoprire per il talent show canoro più longevo della televisione italiana. Andiamo a dare i voti alle singole esibizioni.

  • SANGIOVANNI – Ma il cielo è sempre più blu: Sangiovanni ha una personalità tutta particolare e sul palcoscenico si vede tutta. Questo brano l’hanno cantato un po’ chiunque ma anche in questa veste la resa non dispiace. Certo, niente di fenomenale ma si fa ascoltare. VOTO:6.5
  • LEONARDO – Nel blu dipinto di blu: Altro classicone della storia della musica italiana peccato che Leonardo vi si approcci in maniera troppo tradizionalista ed il risultato non sia dei migliori. Troppo classico per essere vero. VOTO: 5
  • TANCREDI – Buonasera signorina: esibizione nelle sue corde per un brano che la sua resa vocale e scenica riesce a rendere al meglio. E’ un brano che riesce a fare suo e che sul palcoscenico gode di tutta la sua abilità scenica nel trascinare l’ascoltatore. VOTO: 7
  • IBLA vs ENULA – Physical: Non c’è partita in un brano che, indiscutibilmente, sta nelle corde di Enula ed è, invece, del tutto estranea al mondo musicale di riferimento di Ibla. Il suo timbro non si discute ma questo non è il pezzo per lei. IBLA: VOTO: 5 / ENULA: VOTO: 7
  • IBLA – Libertad: è indubbiamente il suo cavallo di battaglia, una canzone che le permette di esprimere tutto il suo timbro e la sua profondità vocale oltre che un sound particolarmente attuale e spendibile nel contesto discografico di oggi pur mantenendo una certa qualità e particolarità. VOTO: 7-
  • IBLA – No te gusta: altro inedito della sua nuova discografia. Non funziona esattamente come l’altra proposta ma ha tutte le possibilità di convincere e di farsi apprezzare per le caratteristiche di forza della sua personalità. VOTO: 6+
  • AKA7EVEN vs SANGIOVANNI – Maledetta primavera: una canzone del bel canto italiano che va incontro ad una rivisitazione tutta contemporanea. Se il primo si dimostra comunque più fedele alle linee melodiche e al cantato originale, il secondo stravolge il tutto. Non c’è partita, anche in questo caso. Aka7even: VOTO: 7- / Sangiovanni: VOTO: 4
  • SANGIOVANNI – Il ragazzo della via Gluck: quando scrive Sangiovanni ha sempre una marcia in più. Il problema è tutto quello che precede le sue barre. Raffrontarsi con un brano storico di Adriano Celentano è di per sè un’impresa, farlo con così tanta pressapochezza vocale è un problema. VOTO: 4.5
  • AKA7EVEN – Cumm’è: troppo teatrale, troppo costruito e troppo fuori contesto rispetto ad un caposaldo della storia della musica italiana che si basa tutta sull’empia e su di un’interpretazione viscerale. Troppo giovane per comprendere questo brano, troppo poco vocalmente dotato per almeno reggere questo pezzo. VOTO: 4
  • RAFFALE vs DEDDY – Listen: è una prova tutta basata sulla vocalità e sulla padronanza dello strumento vocale. Raffaele ha dalla sua sicuramente una canna vocale superiore sul piano dell’estensione rispetto a Deddy che prova ad uscirne con delle strofe tutte sue. Ne esce ma schiva l’ostacolo. Raffaele, comunque, non convince poi molto di più. Pur essendo nel suo cavallo di battaglia. Raffaele: VOTO: 6- / Deddy; VOTO: 5.5
  • DEDDY – 0 passi: Nuovo inedito anche per Deddy che di fatto, conferma le sue caratteristiche abituali nel cantato e nell’interpretazione offerta su di un brano adolescenziale e pop. Niente di nuovo sotto il sole pur rimanendo fonte di un ascolto piacevole per il tipico pubblico del talent. VOTO: 6
  • LEONARDO – Giganti: lui scrive benissimo ma questo suo percorso l’ha visto spegnersi lentamente senza riuscire a trovare davvero il proprio spazio musicale e discografico. Un peccato perchè ha la voce, personalità e scrittura giusta per riuscire a ritagliarsi uno spazio. Il pezzo lo testimonia. VOTO: 8

Reaction live | Siamo in diretta qui

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.