Giorgia Sanremo 2023

Precedenti al Festival, giudizi della stampa, quote dei bookmakers, album, tracklist, autori e testo del brano

PARTECIPAZIONI A SANREMO:

Quinta partecipazione in gara al Festival di Sanremo per Giorgia, autentica colonna della musica leggera italiana degli ultimi trent’anni che, nel 2023, tornerà al Teatro Ariston a distanza di ventidue anni dalla sua ultima partecipazione alla gara canora. Il debutto in gara si registrò nel 1994 quando, nel Festival condotto da Pippo Baudo, propose, nel circuito delle Nuove Proposte, il brano “E poi” classificandosi al settimo posto dietro al vincitore Andrea Bocelli.

Nel 1995 è in gara tra i Big con “Come saprei” con cui si classifica al primo posto vincendo la kermesse. Nel 1996 torna nuovamente in gara con “Strano il mio destino” raggiungendo il 3° posto finale dietro al duetto vincitore tra Ron e Tosca e agli sorprendenti Elio e le storie tese. L’ultima partecipazione alla gara risale al 2001 quando, nel Festival condotto da Raffaella Carrà, è grande protagonista con “Di sole e d’azzurro” arrivando al secondo posto dietro la debuttante Elisa.

IL BRANO:

Per la sua partecipazione a Sanremo 2023, Giorgia punta sul brano intitolato “Parole dette male“. A firmare il testo della canzone sono Bianco e Francesco Roccati. Autori della musica sono Bianco, Francesco Roccati, Big Fish e Gianclaudio Fracchiolla.

Giorgia

COME NE PARLA LA STAMPA:

Valentina Colosimo per VanityFair:

Comincia come un pezzo di Whitney Houston con una tastiera anni Ottanta in stile piano Fender. Atmosfere r ‘n’ b in cui Giorgia stravince. Canzone raffinata, si parla di un amore andato male e di parole dette male, lei non strafà, non urla, canta con il solito buongusto: «E tu alla fine eri una bella canzone». Voto: 7

Gianni Sibilla per Rockol:

Sonorità anni ’80 con piano elettrico e beat retrò: molto classica, ovviamente pensata per la voce di Giorgia: “Alla fine eri una bella canzone che non si può ascoltare a ripetizione, maledizione/ricordo le ultime parole quelle dette male, maledette”.

Mattia Marzi per Il Messaggero:

Tastiere Anni ’90 e atmosfere soul, guardando alla sua beniamina Whitney Houston. Il pezzo sembra una dedica all’ex Alex Baroni, scomparso nel 2002 dopo un incidente: “Ricordo le ultime parole, quelle dette male, maledette”. Peccato non decolli mai e non permetta alla voce della cantante romana di uscire fuori al meglio. Voto: 6

VOTO MEDIO DELLA CRITICA:

6.92 / 10 (5° posizione generale)

QUOTE SNAI:

3.50 (2° posizione generale)

COVER PER LA 4° SERATA:

??? con Elisa (???)

IL NUOVO ALBUM:

Giorgia - Blu 1

E’ stato annunciato Blu 1, il nuovo album d’inediti di Giorgia. L’album sarà disponibile a partire dal prossimo 17 febbraio 2023 per l’etichetta Columbia del gruppo Sony Music Italy.

Tracklist [autore testo – autore musica]:

  1. Meccaniche celesti [Giorgia – Big Fish, Gianclaudio Fracchiolla]
  2. Normale [Mahmood – Big Fish, Dardust, Gianclaudio Fracchiolla]
  3. Atacama [Sissi, Iacopo Sinigallia – Big Fish, Gianclaudio Fracchiolla, Iacopo Sinigallia]
  4. Parole dette male [Bianco, Francesco Roccati – Big Fish, Gianclaudio Fracchiolla, Bianco, Francesco Roccati]
  5. Senza confine [Elisa, Giorgia – Elisa, Big Fish, Dardust, Vanni Casagrande, Gianclaudio Fracchiolla]
  6. Si o no [Jacopo Ettore, Jake la Furia – Big Fish, Jacopo Ettore, P. Baldini]
  7. Se [Giorgia]
  8. Ogni chance che hai feat. Gemitaiz [Giorgia, Gemitaiz, Jacopo Ettore, G.Cassano – Giorgia, G.Cassano, Big Fish, J.Ettore, Gianclaudio Fracchiolla]
  9. Tornerai [Francesca Michielin, Ghemon – Giorgia, Big Fish, Francesca Michielin, Ghemon, A. Piras, E. Maggioni]
TESTO DEL BRANO:

PAROLE DETTE MALE
di Bianco, Francesco Roccati – Big Fish, Gianclaudio Fracchiolla, Bianco, Francesco Roccati
Edizioni Metatron Publishing/Popnova/Doner Music/Girasole Edizioni Musicali/Sony Music Publishing (Italy) – Torino – Milano – Roma – Milano

Ogni tanto ti vedo in giro
Ma poi non sei tu
E quante macchine come la tua
Dello stesso blu
La mia pelle è il mio foglio bianco
E ci scrivo su
Pensieri brevi lunghi una vita
Forse di più
Non sei più mio ricordo sei un’allucinazione
Chiudo ancora i miei occhi
Quando sento il tuo nome
Il cielo che crolla giù

E io non ragiono più
E tu alla fine eri una bella canzone
La prima fuga al mare in moto d’estate
Le tue risate e fare i cretini nei prati
Andare a dormire ancora bagnati
Alla fine eri una bella canzone
Che non si può ascoltare a ripetizione, maledizione!
Ricordo le ultime parole
Quelle dette male, maledette

Ci sono cose che non ho deciso
Tipo cosa farò
Galleggiare senza direzione
Finché mi ritroverai
Ogni volta che vedo il mare
Io cresco un po’
Qualcuno ha messo il tuo stesso profumo
Cambia il colore al pomeriggio però
È un pensiero profondo
Come un capello biondo
Conficcato là in testa
Che mi dice che il mondo
Ora non esiste più e io non ragiono più

E tu alla fine eri una bella canzone
La prima fuga al mare in moto d’estate
Le tue risate e fare i cretini nei prati
Andare a dormire ancora bagnati
Alla fine eri una bella canzone
Che non si può ascoltare a ripetizione, maledizione!
Ricordo le ultime parole
Quelle dette male, maledette

Non tutto è finto nei film, la realtà forse sì
Non tutto è finto nei film, la realtà forse sì
E tu alla fine eri una bella canzone
Tutta la luce l’alba che brucia le mie paure

Eri una bella canzone, maledizione!
La mia maledizione
E tu alla fine eri una bella emozione
Che non si può provare a ripetizione,
La mia canzone
Ricordo le ultime parole
Quelle dette male, maledette

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.