Addio alla cantante spagnolo, italiano d’adozione, in trent’anni di attività ha collaborato con numerosi artisti del nostro Paese

Lutto nel mondo della musica internazionale per la perdita di Pau Dones, chitarrista e cantautore spagnolo noto per essere stato leader e fondatore dei Jarabe de Palo, gruppo iberico che si è imposto sulla scena europea nel ’96 con La flaca, successo bissato due anni più tardi da Depende, incisa anche in italiano con testo scritto per l’occasione dall’amico Jovanotti, la prima di una lunga lista di collaborazioni realizzate con artisti della nostra Penisola.

Un sodalizio con l’Italia proseguito nel 2007 grazie a Niccolò Fabi e all’intensa “Mi piaci come sei”  (reinterpretata di recente anche insieme a Noemi), seguita da “Lo specchio ti riflette” con i Nomadi nel 2009 e, l’anno successivo, direttamente sul palco dell’Ariston di Sanremo 2010, accompagnando nella serata dei duetti Fabrizio Moro inNon è una canzone. Doppia collaborazione con i Modà per “Come un pittore” e “Dove è sempre sole”, pubblicate rispettivamente nel 2012 e nel 2013. Altrettanto suggestive le versioni di “La quiero a morir” e “Voodoo love”, realizzate rispettivamente in coppia con Francesco Renga nel 2011 ed Ermal Meta nel 2017.

Da cinque anni lottava contro il cancro, malattia che non ha mai nascosto, bensì affrontato a testa alta e a muso duro, infondendo coraggio a tutte le persone che hanno tratto forza dal suo esempio, Ci lascia oggi, martedì 9 giugno, all’età di 53 anni, a poche settimane dalla pubblicazione di “Tragas o escupes”, l’ultimo album dei suoi Jarabe de Palo. Non ci resta che ricordalo attraverso l’ascolto della sua musica, spensierata a livello sonoro ma profonda dal punto di vista testuale, capace di suggerire e invogliare spunti di riflessione. Ciao Pau, grazie per averci ricordato che siamo di passaggio come nuvole nell’aria, che si nasce e poi si muore in questa vita straordinariae che tutto dipende dal punto in cui si osserva il mondo.

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.