Mahmood

Il cantautore torna con un nuovo progetto discografico e con il singolo Klan

Dalla sorprendente vittoria di Sanremo nel 2019, Mahmood è riuscito a costruirsi un percorso coerente e in linea con l’immagine del suo personaggio. Soldi ha rappresentato la porta di accesso al grande pubblico, arrivata però dopo anni e anni di lavoro e ricerca minuziosa. Da lì in poi sono arrivati tanti successi, sia estivi che invernali, e altrettante collaborazioni con nomi top tra mondo pop e mondo urban italiano e internazionale. Mahmood si è trovato di colpo a parlare a un pubblico grande ed eterogeneo, ma nonostante ciò è riuscito nell’impresa di proporre la sua musica senza snaturarsi o cadere nel banale.

Con risultati quasi sempre ottimi, l’artista di Gioventù bruciata si è trasformato in una macchina da guerra producendo una grande quantità di lavoro che lo ha portato, lo scorso 11 giugno, a pubblicare il suo secondo album ufficiale dal titolo Ghettolimpo (Island Records/Universal Music Italy). Da questo è stato estratto come nuovo singolo per le radio il brano Klan, che segue così i terreni esplorati con i precedenti Rapide, Dorado e Inuyasha.

Prodotto da DRD (nome d’arte dell’onnipresente Dario Faini), il brano arriva per confermare anche in radio lo status dell’artista. Mahmood sa chi vuole essere per il pubblico e non ha paura di sperimentare spingendosi sempre un po’ più oltre al limite e questo brano ne è la dimostrazione in musica. 

Coerente con la sua discografia, ma anche con tutto l’immaginario a cui Mahmood ha abituato il pubblico, Klan si presenta come un brano dalle differenti sfaccettature. Nei suoni l’artista si affida giustamente alla fantasia di DRD. Il suono scelto è capace di integrarsi perfettamente con il mondo e l’immaginario di Mahmood. Il cantautore torna sulle montagne russe e punta forte su un’interpretazione capace di accelerare e rallentare improvvisamente all’interno del pezzo, legando le strofe martellanti al ritornello super orecchiabile. Mahmood ha capito che può arrivare al pubblico senza snaturare le sue idee e quindi prova a farlo nel modo migliore possibile, portando cioè agli ascoltatori il suo mondo e ancor prima il suo immaginario fatto di simboli e rimandi a mondi distanti ma uniti nelle intenzioni.

Acquista qui il brano |

Klan | Audio

Klan | Testo

Ti dico che l’amore come il crimine non paga
Fai scene, poi rovini la serata
Sei il palo quando arriva la retata
Te quiero si me mata
Ti bruciano le tende (Ah)
Se la famiglia mente (Ah-ah)
Ti chiedono le perle
Ma non conviene dirle

Via da me, via da me, via da me
Ti richiamerò, resta qui in zona
Via da te, via da te, via da te
Golden Hour Daytona

Spari fuoco con gli AK solo quando siamo soli
Mezzanotte sembra giorno in piedi sopra il pulmino
Sto fuori di me se mi fotti perché
Non ti ho detto mai che

La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
In due siamo un klan
La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
La notte
In due siamo un klan

Non credo che sia un bel modo per raggiungere il nirvana
Tenere il culo sopra a un fuoristrada (Rrah)
A volte chi non piange non impara
Ma questo klan è la tua spada
Zingari nelle ville (Ah)
Si sparano scintille
Un sole rosso scende (Ah-ah)
La Sfinge ancora splende

Via da me, via da me, via da me
Ti richiamerò, resta qui in zona
Via da te, via da te, via da te
Golden Hour Daytona

Spari fuoco con gli AK solo quando siamo soli
Mezzanotte sembra giorno in piedi sopra il pulmino
Sto fuori di me se mi fotti perché
Non ti ho detto mai che

La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
In due siamo un klan
La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
La notte
In due siamo un klan

Giriamo un po’ tra ragazzini che impennano in TMax
Ora lo sai cosa si fa per entrare nel mio klan
Non servirà tatuarsi draghi sopra la schiena
Ora lo sai come si fa per entrare nel mio klan

Spari fuoco con gli AK solo quando siamo soli
Mezzanotte sembra giorno in piedi sopra il pulmino
Sto fuori di me se mi fotti perché
Non ti ho detto mai che

La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
In due siamo un klan
La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
La notte
In due siamo un klan
La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
La notte
In due siamo un klan
La notte, la notte, la notte, la notte, la notte
La notte
In due siamo un klan

Klan, klan
In due siamo un klan, klan, klan
In due siamo un klan
In due siamo un klan, klan, klan
In due siamo un klan

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.