Morgan

Il cantante torna ad attaccare il direttore artistico della kermesse

Torna all’attacco Morgan che, come ormai ripetutamente accade, se la prende con Amadeus e con i suoi ultimi Festival di Sanremo. Dopo avervi fatto (iconicamente) parte nell’edizione 2020 insieme a Bugo, la voce dei Bluvertigo non è più tornata sul palco del Teatro Ariston ma ha spesso riservato dichiarazioni e parole di scarso apprezzamento verso il Festival e verso il direttore artistico che sarà alla guida della kermesse anche per il 2023 e il 2024 dopo il trittico delle ultime fortunatissime edizioni.

Intervistato negli ultimi giorni dal Corriere della Sera la penna e la voce de ‘L’assenzio’ ha definito Amadeus come “quanto di più lontano dall’essenza della musica”. Già lo scorso anno, ospite di Serena Bortone a ‘Oggi è un altro giorno’ aveva parlato di “dittatura musicale” piuttosto che di “lobby” riferendosi alle scelte artistiche compiute da Amadeus per la costruzione del cast dei suoi Festival.

Quella tra Morgan e Amadeus è una vecchia storia che risale non soltanto all’episodio del 2020 con il famoso “che succede?” con Bugo ma, soprattutto, all’esclusione avvenuta l’anno successivo. Per l’edizione del 2021 la voce dei Bluvertigo aveva proposto ad Amadeus ben 5 brani per partecipare nuovamente alla gara da solista. “Mi aveva voluto nel suo programma Ama Sanremo, dove selezionava le giovani proposte perché sa che sono bravo a farlo”. – ha ricordato Morgan durante l’intervista – “Poi ha dimenticato il rispetto per la persona e ha fatto gli interessi dei discografici”.

Ci vorrebbe un titolo di studio per essere direttori artistici del Festival” – ha concluso il cantautore rimarcando il proprio punto di vista – “Amadeus non lo ha eppure lo fa da quattro anni: neppure a Baudo era successo, e dire che lui sa suonare il piano, scrive canzoni…”.

A conclusione occorre, però, precisare che quest’ultima affermazione di Morgan non risponde al vero. Pippo Baudo fu conduttore del Festival di Sanremo per ben 5 edizioni consecutive (proprio come sarà per Amadeus alla fine del 2024) dal 1992 al 1996 curando per tre di queste anche la direzione artistica.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.