Album Amarcord: i dischi più belli da riascoltare

Sono trascorsi quindici anni dalla pubblicazione di “Mentre tutto scorre”, il terzo album in studio dei Negramaro, quello della loro rivelazione e consacrazione commerciale. Rilasciato il 4 marzo del 2005, a poche settimane dalla partecipazione sanremese con l’omonimo brano, il disco esprime al meglio la poetica di Giuliano Sangiorgi e le sonorità tipiche della band pugliese, attraverso dodici tracce di ottimo livello.

La definitiva conferma arriva con il secondo singolo “Estate”, rimasto per due mesi ai vertici delle classifiche, oltre ad essersi aggiudicato il premio come rivelazione al Festivalbar dello stesso anno. Il resto del progetto non è certo da meno, a cominciare dalle ottime ballate “Solo3min” e “Solo per te”, passando per la radiofonica ed energica “Nuvole e lenzuola”, dal sound convincente e coinvolgente.

I Negramaro mettono a segno uno dei loro migliori album, lo fanno inconsciamente, con la fame, l’incoscienza e la consapevolezza di chi è al proprio terzo tentativo discografico. Il risultato? “Mentre tutto scorre” è un grande lavoro di squadra, altamente rappresentativo di un consolidato stile, che suona avvolgente e contemporaneo anche riascoltato a tre lustri di distanza.

Mentre tutto scorre | Tracklist e stelline

  1. Nella mia stanza
    (Giuliano Sangiorgi)
  2. Mentre tutto scorre
    (Giuliano Sangiorgi)
  3. Solo3min
    (Giuliano Sangiorgi)
  4. Musa (stanca di essere)
    (Giuliano Sangiorgi)
  5. I miei robot
    (Giuliano Sangiorgi)
  6. Estate
    (Giuliano Sangiorgi)
  7. Ogni mio istante
    (Giuliano Sangiorgi)
  8. Nuvole e lenzuola
    (Giuliano Sangiorgi)
  9. Sui tuoi nei
    (Giuliano Sangiorgi)
  10. L’immensità
    (Don Backy, Mogol, Mariano Detto)
  11. Scomoda-mente
    (Giuliano Sangiorgi)
  12. Solo per te
    (Giuliano Sangiorgi)

Acquista qui l’album |

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.