Nek, quindici anni di "Nella stanza 26"

Album Amarcord: i dischi più belli da riascoltare

Dopo aver parlato di Grazie di Gianna Nannini, Nessuno è solo di Tiziano Ferro, Io canto di Laura Pausini, Alla fine della notte di Neffa, Habemus Capa di Caparezza e Solo un uomo di Mondo Marcio, torniamo a parlare di un altro disco che proprio in questo 2021 compie quindici anni di vita, vale a dire “Nella stanza 26” di Nek, rilasciato il 17 novembre del 2006.

Si tratta del nono lavoro in studio dell’ugola di Sassuolo, definito come una sorta di concept album sulle diverse sfaccettature dell’amore, considerate come uno stimolo per reagire di fronte a qualsiasi difficoltà. Dieci le tracce in scaletta, tra cui spiccano i singoli tre singoli pubblicati: “Instabile”, “Notte di Febbraio” e l’omonima tittle-track, con la quale ha vinto nel 2007 il Premio Lunezia Poesia del Rock per il valore musical-letterario.

“Nella stanza 26” arriva a un anno e mezzo dal grande successo di Una parte di me, uno dei dischi di maggior successo di Nek usciti nel nuovo millennio. Tra le altre canzoni degne di nota presenti in questo progetto, spiccano “Sei”, “Ancora un giorno di te” e “Contro le mie ombre”. Il risultato è un disco maturo, coerente e compatto, quasi di passaggio tra passato e futuro.

Acquista qui l’album |

Nella stanza 26 | Tracklist e stelline

  1. Notte di febbraio ★★★★☆
    (Nek, Andrea Amati)
  2. Cri ★★★☆☆
    (Antonello de Sanctis, Daniele Ronda, Disi Melotti)
  3. Instabile ★★★★☆
    (Nek, Andrea Amati)
  4. Fumo ★★★☆☆
    (Andrea Amati)
  5. Attimi ★★★☆☆
    (Antonello de Sanctis, Nek)
  6. Nella stanza 26 ★★★★☆
    (Antonello de Sanctis, Nek)
  7. Sei ★★★★☆
    (Antonello de Sanctis, Daniele Ronda)
  8. Ancora un giorno di te ★★★★☆
    (Antonello de Sanctis, Daniele Ronda)
  9. Serenità ★★★☆☆
    (Andrea Amati)
  10. Contro le mie ombre ★★★★☆
    (Antonello de Sanctis, Nek, Emiliano Fantuzzi)
The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.