USCITE DISCOGRAFICHE Marzo 2022

Tutti gli importanti ritorni e gli altrettanti interessanti debutti musicali di questo terzo mese dell’anno

Dopo aver dato spazio alle prime uscite discografiche sanremesi nel mese di febbraio, il mercato musicale italiano prosegue la propria corsa a vele spiegate con le pubblicazioni previste in questo marzo 2022. Diverse le proposte in calendario, a cominciare da quelle in programma venerdì 4 con il primo album da solista di Tommaso Paradiso, intitolato Space Cowboy.

Sempre per la stessa data sono previsti diversi rilasci provenienti dalla scena rap nazionale, a cominciare da Dargen D’Amico (reduce dal grande successo festivaliero ottenuto con “Dove si balla”) fuori con il suo ottavo album in studio Nei sogni nessuno è monogamo, per poi proseguire con Osiride di Nashley e Oro blu di Bresh.

Si prosegue l’11 marzo con Tante care cose e altri successi di Fulminacci e Numeri primi di HU, mentre per il venerdì successivo sono attesi i nuovi progetti di Shel Shapiro, il cui titolo non è stato ancora rivelato, a distanza di quattordici anni dal suo precedente album di inediti, e di Enrico Ruggeri con il nuovo disco intitolato Rivoluzione.

Il mese di marzo si chiude con l’unica uscita in programma per venerdì 25, vale a dire il doppio progetto di Paolo Vallesi, che torna contemporaneamente sulla scena musicale con un album di inediti intitolato Io e con una raccolta di successi dal titolo Noi, impreziosita dalla presenza di diversi duetti, tra cui spiccano i nomi di Marco Masini, Gianni Morandi e Leonardo Pieraccioni.

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.