Sanremo per tutti, la storia del Festival | 1974 – 1975

I riassuntoni di Sanremo, il Festival spiegato facile

Il nostro viaggio nella storia del Festival di Sanremo prosegue nel segno dell’oblio, nel senso che le edizioni che stiamo per raccontarvi saranno ricordate come le meno seguite della storia della kermesse ligure. Anche nel 1974, così come l’anno precedente, in tv viene trasmessa soltanto la serata finale, di conseguenza l’interesse del pubblico va sempre più scemando, i dischi non si vendono più e la stampa snobba la manifestazione.

Per porre rimedio alle contestazioni e alle polemiche di diversi big, per la prima volta, i cantanti vengono suddivisi in due gruppi, quattordici veterani e quattordici nuove leve, i primi finiscono direttamene in finale, mentre dei giovani ne passano soltanto quattro. Per la votazione si opta per uno strambo e artificioso meccanismo, con gruppi d’ascolto dislocati in tutto il Paese, una formula complicatissima che non è stata mai più replicata.

Anche perché ci sono stati momenti di serio imbarazzo, tra tutti il trionfo inaspettato di Iva Zanicchi, che batte di soli nove voti l’ormai vincitore annunciato Domenico Modugno, sicuro di avere il titolo già in tasca.  L’aquila di Ligonchio si impone in extremis con “Ciao cara come stai?”, aggiungendo la terza medaglia d’oro in bacheca. Colpi di scena a parte, l’attenzione verso il Festival continua a calare, toccando i minimi storici, fino ad arrivare al famigerato 1975, l’annus horribilis della manifestazione.

Una delle edizioni di minor successo di sempre, di certo la più bislacca, organizzata per la prima e unica volta addirittura dal Comune di Sanremo. Con tutto il rispetto, il risultato non può che somigliare ad una specie di sagra di paese, perchè le case discografiche disertano la manifestazione non proponendo i propri artisti, lasciando la scena ad autentici sconosciuti. A vincere è “Ragazza del sud” della debuttante Rosangela Scalabrino, meglio conosciuta (diciamo così) con lo pseudonimo di Gilda.

Nessuna canzone riesce realmente ad imporsi nelle classifiche di vendita all’indomani del Festival e, soprattutto, nessuna rimane impressa nella memoria collettiva del pubblico. Pezzi qualitativamente non all’altezza della situazione, di una rassegna canora che festeggia le nozze d’argento con la discografia italiana. Questo e molto altro ancora nel dodicesimo appuntamento di Sanremo per tutti – il festival spiegato facile, buona visione!

Sanremo per tutti | 1974 – 1975

1974 | Info

XXIV Festival della canzone italiana
in scena dal 7 al 9 marzo al Salone delle feste del Casinò municipale di Sanremo
presenta: Corrado con Gabriella Farinon
direzione artistica: Gianni Ravera, Vittorio Salvetti e Elio Gigante

1974 | Regolamento

28 canzoni in gara eseguite da 28 interpreti (Domenico Modugno, Iva Zanicchi, Al Bano Carrisi, Little Tony, Orietta Berti, Milva, Mino Reitano, Nicola Di Bari, Donatella Rettore, Riccardo Fogli, Gianni Nazzaro, Franco Simone, Orchestra Spettacolo Casadei, Emanuela Cortesi, Anna Melato, Kambiz, Les Charlots, Mouth & MacNeal, Antonella Bottazzi, Middle of the Road, Paola Musiani, Rossella, Sonia Gigliola Conti, Valentina Greco, Gilda Giuliani, Domodossola, Piero Focaccia, Rosanna Fratello e Iva Zanicchi). Per la prima volta nella storia, i cantanti vengono divisi in due sezioni da quattordici membri, gruppo A (con accesso automatico alla finale) e gruppo B (con soli quattro finalisti).

1974 | Classifica

Iva Zanicchi – Ciao, cara come stai?
(Cristiano Malgioglio, Claudio Daiano, Italo Ianne, Dinaro)
Domenico Modugno – Questa è la mia vita
(Luciano Beretta, Elide Soligoj, Domenico Modugno)
Orietta Berti – Occhi rossi
(Daniele Pace, Mario Panzeri, Lorenzo Pilat, Corrado Conti)
Anna Melato – Sta piovendo dolcemente
(Maurizio Piccoli, Pino Donaggio)
Emanuela Cortesi – Il mio volo bianco
(Claudio Daiano, Italo Ianne, Flavio Zanon)
Gilda Giuliani – Senza titolo
(Vito Pallavicini, Gino Mescoli, Francesco Ferrari)
I Domodossola – Se hai paura
(Luigi Albertelli, Roberto Soffici, Massimo Guantini)
Les Charlots – Mon ami tango
(Daniele Pace, Mario Panzeri, Lorenzo Pilat, Corrado Conti)
Valentina Greco – Notte dell’estate
(Claudio Celli, Aldo Buonocore, Albino Mammoliti)
10° Nicola Di Bari – Il matto del villaggio
(Franco Migliacci, Claudio Mattone, Piero Pintucci)
11° Mouth & MacNeal – Ah! L’amore
(Ettore Lombardi, Gilberto Sebastianelli, Ermanno Capelli, Hans Van Hermet)
12° Gianni Nazzaro – A modo mio
(Claudio Baglioni, Antonio Coggio)
13° Al Bano Carrisi – In controluce
(Paolo Limiti, Al Bano Carrisi)
14° Mino Reitano – Innamorati
(Luciano Beretta, Mino Reitano, Franco Reitano)
15° Rosanna Fratello – Un po’ di coraggio
(Dante Pieretti, Antonio Ruggero Mancino)
16° Little Tony – Cavalli bianchi
(Miro, Giurifan, Bruno Casu)
17° Milva – Monica delle bambole
(Luciano Beretta, Elide Soligoj)
18° Middle of the Road – Sole giallo
(Maurizio Piccoli, Pino Donaggio)

Non finalisti
Kambiz – Canta con me
(Luigi Bertelli, Enrico Ricciardi)
Donatella Rettore – Capelli sciolti
(Mario Pagano, Donatella Rettore)
Riccardo Fogli – Complici
(Luigi Lopez, Carla Vistarini)
Franco Simone – Fiume grande
(Franco Simone)
Orchestra Spettacolo Casadei – La canta
(Raoul Casadei, Enrico Muccioli, Al Pedulli)
Paola Musiani – La donna quando pensa
(Ermanno Capelli, Mauro Galati)
Antonella Bottazzi – Per una donna donna
(Antonella Bottazzi)
Rossella – Qui
(Riccardo Cocciante, Paolo Amerigo Cassella, Marco Luberti)
Sonia Gigliola Conti – Ricomincerei
(Dante Pieretti, Piero Soffici)
Piero Focaccia – Valentin tango
(Luciano Beretta, Edilio Capotosti)

1975 | Info

XXV Festival della canzone italiana
in scena dal 27 febbraio al 1° marzo al Salone delle feste del Casinò municipale di Sanremo
presenta: Mike Bongiorno con Sabina Ciuffini
direzione artistica: Bruno Pallesi

1975 | Regolamento

30 canzoni in gara eseguite da 30 interpreti (Rosanna Fratello, Lorenzo Pilat, Angela Luce, Paola Musiani, Valentina Greco, Nico dei Gabbiani, Eugenio Alberti, La Quinta Faccia, Goffredo Canarini, Emy Cesaroni, Annagloria, Daniela, Leila Selli, Ely Neri, Paola Folzini, Gabriella Sanna, Le Nuove Erbe, Stefania, Laura, Franco e le Piccole Donne, Eva 2000, G.Men, Kriss and Saratoga, Jean-François Michael, Antonella Bellan, Le Volpi Blu, Nannarella, Piero Cotto, Gianni Migliardi e Gilda). Nelle prime due serate si esibiscono quindici cantati per ciascuna puntata, ne passano sei decretando i dodici finalisti.

1975 | Classifica

Gilda – Ragazza del sud
(Rosangela Scalabrino)
Angela Luce – Ipocrisia
(Pino Giordano, Eduardo Alfieri)
Rosanna Fratello – Va’ speranza va’
(Giuliano Taddei, Franco Graniero)
Valentina Greco – Un grande addio
(Paolo Limiti, Giuseppe Puzzo, Bruno Moglia, Edilio Capotosti, Maria Cecilia La Camera)
Laura – E poi e poi
(Nunzio La Mantia)
Franco e le Piccole Donne – Come Humphrey Bogart
(Luciano Raggi, Bruno Pallini)
Le Nuove Erbe – Topolino piccolino
(Franco Specchia, Paolo Prencipe)
Nico dei Gabbiani – Io credo (Ci son cose più grandi di te)
(Francesco Turnaturi, Ettore Minoretti)
Eugenio Alberti – Decidi tu per me
(Piero Montanaro, Enzo Ronda, Alfredo Gallo, Mario Mellier)
10° Gianni Migliardi – Sei stata tu
(Sergio Piccioli, Aldo Valleroni, Franco Tessandori)
11° Piero Cotto – Il telegramma
(Vito Pallavicini, Pino Donaggio)
12° Stefania – L’incertezza di una vita
(Franco Specchia, Paolo Prencipe, Sabino Sciannamea)

Non finalisti
Emy Cesaroni – 1975… amore mio
(Franco Specchia, Paolo Prencipe)
Gabriella Sanna – Adesso basti tu
(Gianni Meccia, Bruno Zambini)
Daniela – Dolce abitudine
(Piero Montanaro, Enzo Ronda, Albino Mammoliti, Giuliano Rigo)
Eva 2000 – In amore non si può mentire
(Luigi Capello, Mario Cenci)
Jean-François Michael – Innamorarsi
(Dino Sarti, Angelo De Lorenzo, Amedeo Olivares, Bruno Stecca)
Annagloria – La paura di morire
(Giorgio Calabrese, Ettore Ballotta, Pino Calvi)
Antonella Bellan – Lettera
(Renato Scala, Luciana Medini, Pier Benito Greco, Mario Mellier)
Lorenzo Pilat – Madonna d’amore
(Lorenzo Pilat)
G.Men – Oggi
(Tino Cavalli)
Kriss and Saratoga – Piccola bambina cara
(Franco Specchia, Sabino Sciannamea)
La Quinta Faccia– Quattro stagioni
(Ilter Pelosi, Vitaliano Caruso)
Paola Folzini – Il ragioniere
(Claudio Selli, Aldo Buonocore, Albino Mammoliti)
Goffredo Canarini – Scarafaggi
(Goffredo Canarini)
Paola Musiani – Se nasco un’altra volta
(Alberto Testa, Pino Donaggio)
Le Volpi Blu – Senza impegno
(Michele Motta, Silvio Bordoni, Franco Delfino, Giuseppe Damele)
Leila Selli – Sola in due
(Michele Francesio, Goffredo Canarini, Nicolina Roccabruna)
Nannarella – Sotto le stelle
(Romolo Balzani)
Ely Neri e la sua orchestra – Tango di casa mia
(Ely Neri)

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.