Yuman

La recensione dell’esordio sanremese tra i big del giovane cantante soul

L’amore non conosce limiti. Né di tempo né di spazio. Né tantomeno di genere. Vale anche per la musica. A ricordarlo ha contribuito anche il giovane Yuman che al Festival di Sanremo 2022 è giunto con la sua “Ora e qui” in quanto vincitore del concorso di Sanremo Giovani. L’amore è il tema del brano ma è anche la destinazione di un racconto interiore che la sua voce soul ha voluto tracciare con parole semplici ed un’interpretazione sincera e di classe.

Yuman ha puntato su di “un finale sempre uguale” se si pensa alla mole di canzoni d’amore che la musica italiana ha partorito soprattutto sul palco del Teatro Ariston. Questo, però, è soltanto il suo “inizio del viaggio” in cui le destinazioni si rivelano, strada facendo, sempre più interessanti ed empaticamente potenti. L’amore che Yuman racconta attraverso la sua ‘Ora e qui’ è un sentimento che sceglie di vivere il presente e la concreta vicinanza. Un ‘Ora e qui’ che fin dal titolo mette sul piatto le reali e puntuali aspettative del proprio interprete che non vuole limitarsi all’impalpabilità del sentire ma vuole scendere in profondità per arrivare al piano del reale.

E così Yuman canta di una “strada tutta curve tra il cuore e la testa” mettendo, fin da principio, in chiaro uno dei problemi principali dell’amore: rinunciare alla razionalità per lasciarsi trasportare senza scialuppe di salvataggio. E’, però, in questo viaggio che “riesco a dire che sto bene” mettendo in evidenza un amore che non per forza finisce per essere declinato ad un secondo soggetto ma che può essere tranquillamente espresso verso se stessi mentre si va alla scoperta del percorso dell’esistenza.

Il cantato di Yuman è quello che maggiormente sposa il sentimento amoroso tracciandone le più coinvolgenti desinenze. Il soul, che in Italia da sempre fatica a farsi apprezzare dalle masse, diventa strumento ideale per esprimere la narrativa di un sentimento che racconta dell’io, dell’intimità e del personale come nessun altro. Yuman ha la vocalità giusta per farlo e accompagna, in un incedere lento ma progressivo, l’evoluzione della canzone verso la sua piena concretezza portandola alla giusta maturità per esprimere come il punto d’arrivo sia il dichiararsi a voce alta e dire all’amore un semplice ma significativo “resta con me”.

Acquista qui il brano |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.