Alessandro Cattelan Da grande

Al via da questa sera, domenica 19 settembre, lo spettacolo che segna l’esordio del giovane conduttore sulla Tv di Stato

Due serate evento in onda il 19 e il 26 settembre, prodotte da Fremantle e trasmesse in diretta studi Rai di via Mecenate a Milano. Questo e molto altro ancora è “Da grande”, il nuovo show di Alessandro Cattelan, un vero e proprio varietà ricco di ospiti scelti con cura e attenzione. Canto, ballo e divertimento, uniti a monologhi, performance e approfondimenti danno vita a due puntate uniche in cui il protagonista, insieme a tanti volti di primo piano del mondo dello spettacolo e della musica, riflette su diversi temi della vita e dell’attualità, mescolando leggerezza e profondità.

«Il servizio pubblico deve essere sincronico e contemporaneo anche nell’intrattenimento. Alessandro Cattelan incarna tutto questo, per la sua capacità di saper far ridere e pensare, ma anche cantare, ballare e ammiccare alla recitazione. Rai deve dare sempre più spazio a questo genere di talenti, portando al grande pubblico personalità artistiche a tutto tondo il più complete possibile, magari con un linguaggio nuovo. “Da grande” rappresenta semanticamente la lettura di un mondo intermedio, giovane ma non più giovanissimo. L’occasione per esibire un talento innovatore e tutto italiano. Sono emozionato e molto convinto di questa operazione» ha rivelato il direttore di rete Stefano Coletta.

“Da grande”: gli ospiti della prima puntata

Tante le presenze previste per la prima puntata: da Luca Argentero ad Antonella Clerici, passando per Carlo Conti e Paolo Bonolis, insieme ad alcuni dei protagonisti assoluti della scena musicale italiana: il recordman Marco Mengoni, gli amatissimi ragazzi de Il Volo, la poliedrica Elodie e uno dei più giovani artisti italiani BlancoAlessandro Cattelan sarà, come sempre, il primo a mettersi in gioco nei vari momenti dello show, coinvolgendo gli ospiti in grandi numeri scenografici e improvvisazioni fuori copione per costruire due serate che affronteranno con il sorriso vari temi legati al titolo del programma.

«E’ una soddisfazione enorme quando hai così tante professionalità disposte a lavorare su una tua idea – rivela lo showman – questo è un ambiente nuovo, dove devo ancora prendere le misure, ma la preoccupazione sta lasciando spazio all’entusiasmo. Sarà una festa tra amici, per sentirmi a mio agio ho chiamato gli amici, persone che conosco e che mi hanno dato una mano. Sarà un programma in cui si canta, si balla, ci si diverte, ci si racconta, ci si confronta. Sono molto felice della proposta della Rai, del loro interesse nei confronti del mondo che posso portare con me».

Ipotesi Eurovision per Alessandro Catellan

La conferenza stampa di “Da grande” è stata l’occasione per parlare del prossimo Eurovision Song Contest che, grazie alla vittoria dei Maneskin, si svolgerà nel maggio del prossimo anno qui in Italia. A tal proposito è intervenuto il direttore di Rai Uno Stefano Coletta: «E’ ovvio che con Alessandro stiamo parlando anche di altri eventi importanti per la nostra azienda  in questo momento ci stiamo dedicando con molta serietà e rigore sull’Eurovision. E’ stato istituito un comitato di professionalità eccellenti, che stanno lavorando alacremente per la scelta della città, condividendo ogni passaggio con EBU».

«Siamo un po’ in ritardo perchè vogliamo e dobbiamo fare le cose con trasparenza e grandissima precisione – prosegue – la premessa per far parte di questo evento è saper parlare perfettamente in inglese, avendo un codice culturale che sia rappresentativo di quel genere di manifestazione. Stiamo valutando con Alessandro una sua partecipazione, ma in primo luogo ci stiamo concentrando sulla scelta della città, che a breve annunceremo. Mi auguro si possa costruire insieme una strada, lunga vita a Cattellan su Rai 1!».

Lo showman conferma l’interesse reciproco, mostrandosi interessato all’ipotesi di condurre la nota kermesse europea: «L’Eurovision Song Contest sarebbe sicuramente una bella occasione che, nel caso in cui si realizzi, mi porterebbe a ringraziare tantissime persone. Una concatenazione di eventi fortunati, io sarei quasi una conseguenza di quello che è successo in questi ultimi mesi. Il mio percorso è iniziato in quei contesti con MTV. Insomma, sarebbe sicuramente una bella occasione».

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.