Top 100 canzoni indie 2020
New Year 2020 Creative Design Concept - 3D Rendered Image

Le 100 canzoni indie più belle del 2020

Le canzoni indie del 2020 da non perdere

Siamo finalmente giunti alla fine di questo 2020. Un anno problematico, particolare e unico nel suo genere. Un anno in cui, nonostante le tante difficoltà, la musica ha rappresentato un’importante valvola di sfogo per noi ascoltatori e una fonte necessaria di energia per i tanti artisti che hanno continuato a lavorare e a proporre le proprie canzoni durante queste 53 settimane del 2020.

Da ormai un anno e mezzo vi proponiamo all’interno della rubrica Pianeta Indie l’ascolto delle proposte, provenienti dal mondo indie, che riteniamo essere le più interessanti. Ma quali sono le canzoni più belle di questo anno giunto al termine? Dopo avervi proposto la top 50 dei primi sei mesi dell’anno, rigorosamente in ordine alfabetico, abbiamo provato a riassumere in questo articolo le 100 canzoni indie del 2020 da ascoltare assolutamente:

001 – A metà strada – Eugenio In Via Di Gioia & Moglii
Il grande pubblico ha avuto modo di conoscere la band durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo grazie al brano “Tsunami“. L’ultimo singolo si intitola “A metà strada“ ed è nato in collaborazione con il producer Moglii. A metà strada a metà del mondo, la band esorta: “cambiamo il corso degli eventi, scriviamo un copione migliore per un finale vero”.

002 – A pezzi il cuore – Blumosso

Torniamo indietro ai primi mesi dell’anno, precisamente a febbraio. Simone Perrone, in arte Blumosso, ha rilasciato il brano “A pezzi il cuore”. Il singolo parla della delusione di un amore finito e si tinge di malinconia nel momento in cui l’artista realizza che “mi sono fatto a pezzi il cuore e a ricomporlo adesso è più di un cuore”.

003 – Altrove – Annibale

Il brano “Altrove” del cantautore Niccolò Annibale rappresenta la voglia di scappare verso quello che ci ha fatto e che ci fa bene, parla di persone, di luoghi, di case vuote e molto spesso anche del mare. Altrove, proprio come la voglia di tornare presto a girare per i luoghi e per gli spazi, tra le persone che amiamo e le persone che vorremmo incontrare nella nostra vita.

004 – Altrove – Come Te

Stesso titolo del precedente brano, “Altrove“, ma cantante e atmosfera diversi. Come Te ha rilasciato nel 2020 una canzone intima accompagnata da un piano Lo-Fi e un’armonia orchestrale che ha l’intento di descrivere il “perdersi altrove” come metafora di un amore sublime, mai banale e sempre diverso.

005 – Amalfi – Napoleone

Amalfi” è il titolo del primo capitolo della storia di Vito Manzo, protagonista delle canzoni del cantautore  Davide Napoleone. L’amore, la paura del futuro e i limoni, questi sono i tre elementi su cui gira la canzone. Amalfi fa da sfondo al racconto di una storia d’amore che, seppur quasi impossibile, trova compimento.

006 – Amarcord – Mameli

Amarcord” è il titolo del singolo estratto dall’ultimo album di Mameli. Il brano racconta la fine di una storia d’amore. Il termine “Amarcord” indica una rievocazione nostalgica del passato, quel filo sottile che avvolge i pensieri più quotidiani e li rende malinconici nei confronti di qualcosa o qualcuno. Mameli, Amarcord

007 – Amarena – Frah Quintale

Certificato disco d’oro dalla FIMI, “Amarena” ha rappresentato il ritorno di Frah Quintale. Un brano tipicamente estivo che dipinge immagini di vacanze italiane, da ballare e da cantare.
008 – Appesi alla luna – The Zen Circus
Appino e soci sono tornati finalmente in questo 2020 con un nuovo album, “L’ultima casa accogliente“. Per presentare il lavoro, gli Zen Circus hanno scelto l’inedito “Appesi alla luna“. Silenziosa, taciturna e solitaria come la luna, il brano prende vita durante una notte passata sotto il cielo di Lisbona.

009 – Atollo – Michelangelo Vood

Il 23 giugno è stato pubblicato l’album d’esordio di Michelangelo Vood, giovane artista lucano al quale, dobbiamo ammetterlo, siamo molto affezionati (qui per leggere la sua intervista). Per la nostra speciale top 100 abbiamo scelto “Atollo“, il singolo che ha fatto da colonna sonora all’estate 2020.

010 – Blue jeans – Franco126 & Calcutta

Si intitola “Blue jeans” il singolo che ha segnato il ritorno sulle scene di Franco126, per l’occasione accompagnato da Calcutta. Un brano intenso, senza tempo e luogo, la fine di una storia d’amore raccontata attraverso l’arpeggio eterno di una chitarra acustica su cui si sfogano tutte le malinconie. Una canzone in cui la semplicità diventa arte lasciando spazio alle parole. Blue Jeans

011 – Bohémien – Utah

La band marchigiana degli Utah ha pubblicato in questo 2020 il suo singolo di debutto. “Bohémien“ è il primo tassello del loro EP e racconta il fascino che può avere una vita bohémien, proprio come quella di Charles Baudelaire, con la filosofia del prendere tutto come viene, sbagliare e poi pagarne le spese. utah bohémien

012 – Caffè dell’anima – Gabriele Slep

Lui è Gabriele Polizzotto, cantautore di origini siciliane, che da anni vive tra Milano e Roma. Il suo nome d’arte è  Gabriele Slep e si definisce un sognatore con il vizio dell’insonnia. Vi abbiamo parlato di lui nei primi mesi del 2020, febbraio per la precisione, in occasione dell’uscita del singolo “Caffè dell’anima“. gabriele slep

013 – Capita così – Brunori Sas

Capita così”, terzo singolo estratto dall’ultimo lavoro di Brunori Sas, ci mette davanti al momento dei bilanci e dei risultati raggiunti. Capita così, all’improvviso, di trovarsi adulti e di non sentirsi all’altezza. Allo stesso modo, però, capitano così quelle gioie improvvise che ti ricordano che, comunque, la vita  è una figata!

014 – Cara Giulia – Pagano

Il cantautore Mario Pagano ha pubblicato in questo 2020 il suo secondo brano, “Cara Giulia”, una delicata e sincera dedica alla sorella. “Che cosa resta sorella mia?” si domanda Pagano nel brano. Quello che resta sono i ricordi d’infanzia legati alla propria terra d’origine ed un legame fraterno forte e imprescindibile. cara giulia pagano

015 – Casa de Papel – Legno

Un altro album” è il titolo dell’album del duo toscano dei Legno. Tra i brani presenti c’è “Casa de Papel“. Con un chiaro riferimento alla nota serie tv con protagonisti Tokyo e Rio, il duo più misterioso d’Italia canta di un rapporto di coppia con la consapevolezza che “è bello finché dura, anche se non è bello”.

016 – Che canzone siamo – Aiello

L’ultimissimo singolo del calabrese Antonio Aiello si intitola “Che canzone siamo“. Un brano che esprime l’importanza di riconoscere in una canzone condivisa la storia d’amore e certi ricordi indelebili. Ogni volta che questo riferimento manca, gli amanti si troveranno a rivivere la relazione passata in ogni brano che passerà alla radio. Aiello - Che canzone siamo

017 – Che poi – Carl Brave

Per il rapper romano Carl Brave il 2020 è iniziato proprio con il singolo “Che poi” ed il relativo video che ha visto la partecipazione di Carlo Verdone. Il singolo, certificato disco d’oro dalla FIMI, è stato la prima anticipazione del suo nuovo album, pubblicato in autunno, dal titolo “Coraggio“.

018 – Chi conosci davvero – Perturbazione

La band torinese dei Perturbazione è tornata in questo 2020 con un album sul tema dell’amore. “Chi conosci davveroracconta di due amanti che si specchiano reciprocamente nelle proprie incertezze sentimentali. Chi conosci davvero? Questo interrogativo diventa una dichiarazione di sconsolata e allo stesso tempo amorevole sfiducia universale.

019 – Come conchiglie – Fast Animals And Slow Kids

Un ritorno atteso ed una gradita conferma quelli dei Fast Animals And Slow Kids in questo 2020. “Come conchiglie” è un brano nato dall’istinto, dai ricordi e dalle sensazioni. Un vasetto con all’interno delle conchiglie raccolte anni prima da delle bambine, scaturisce ricordi e riflessioni che si tramutano presto in canzoni e parole.

020 – Come fanno le onde – Svegliaginevra

La giovane cantautrice campana Svegliaginevra ha conquistato Spotify grazie a “Come fanno le onde“. Il brano è stato scritto in estate per invidiare un altro po’ alle maree l’abbraccio del mare, prima che novembre torni a raffreddarci le giornate. La domanda rimane chiara: “ma come fanno le onde a ripartire sempre?” svegliaginevra

021 – Come se provassi amore – The Zen Circus

Come se provassi amore”, singolo dei The Zen Circus, è liberamente ispirato dal libro “Il dramma del bambino dotato e la ricerca del vero se” di Alice Miller. Non è cancellando il passato che liberiamo noi stessi e i nostri reali sentimenti. Bisogna accettarlo. Altrimenti decidiamo di vivere in una bolla dove le cose non “sono” ma è “come se fossero”. zen circus

022 – Cosa faremo da grandi? – Lucio Corsi

Il talentuoso Lucio Corsi, attualmente arruolato da Daria Bignardi nel suo programma “L’assedio“, è stato protagonista nel 2020 con l’album “Cosa faremo da grandi?“. L’omonimo singolo racconta un modo di vivere dove si privilegiano le partenze più che i traguardi per affrontare con serenità le intemperie della vita.

023 – Croissant – Rudy Saitta

Rudy Saitta è un cantautore nato in Sicilia ma cresciuto in Piemonte. In questa speciale top 100 vi segnaliamo “Croissant“, ambientato tra le strade di Parigi. Il brano racconta le emozioni che un amore finito suscita nel protagonista, con la spinta verso una nuova voglia di trasformazione e rinascita. rudy saitta, croissant

024 – Destri – Gazzelle

Destri” racconta di un amore finito e di quel momento in cui la vita ti porta un po’ dove vuole lei. Diventa necessario prendere consapevolezza che “non è colpa mia se tutta questa luce non ti illumina più dentro casa mia e non è colpa tua se tutti questi destri al muro non ci fanno ritornare lì a quei momenti lì”.

025 – En e Xanax – Comete

Eugenio Campagna, ex concorrente di X Factor, è tornato al suo nome d’arte Comete per pubblicare la sua personale versione di “En e Xanax“, brano di Samuele Bersani. La canzone parla di una storia d’amore tra due individui ma, allo stesso tempo, è anche una storia d’amore verso se stessi.

026 – Estate – Giorgio Poi

La celebre “Estate” di Bruno Martino, canzone pubblicata nel 1960, ha acquistato nuova linfa in questo 2020 grazie al cantautore Giorgio Poi che ha rilasciato una sua personalissima versione del brano scelta come colonna sonora della serie tv “Summertime“. giorgio poi

027 – Fai rumore – Diodato

Fai rumore” è stata la canzone vincitrice del Festival di Sanremo ed una delle canzoni italiane di maggior successo del 2020. Il brano parla d’amore e del muro di silenzio che può ergersi quando la storia finisce. Un’assenza che si fa presenza, con un silenzio assordante che si fa rumore.

028 – Finale di Champions – Riccardo Inge

Finale di Champions“, del cantautore Riccardo Inge, racconta delle volte in cui abbiamo scelto di continuare a credere in quello che facciamo invece che lasciare perdere. L’invito è, quindi, quello di non arrendersi mai perché possiamo perderci dentro i sogni, oppure vivere per realizzarli. riccardo inge

029 – Fino a farci scomparire – Diodato

Uno dei miei pezzi preferiti di questo 2020 è sicuramente “Fino a farci scomparire“. Il brano racconta della consacrazione di un “noi” giunto alla fine ma capace di sopravvivere in un altrove, aiutato dal tempo che dà senso a tutto e permette di allontanarsi dalle incomprensioni, dalle possessioni e dalle insicurezze passate.

030 – Fiorellino – Caterina & Loomy

La cantautrice Caterina Cropelli ha scelto “Fiorellino” come singolo estivo estratto dal suo album d’esordio “Caterina“. In questa speciale versione, l’artista ha deciso di farsi accompagnare dal rapper Loomy. Ogni cosa che sgorga, che siano lacrime o gioia, è vita ed innamora, ed ha il ritmo di questa canzone che arriva come il bel tempo dopo un temporale.

031 – Francesco – Maestro Pellegrini & Motta

Il buon Maestro Pellegrini, insieme all’amico Motta, ha pubblicato proprio qualche settimana fa il singolo “Francesco”. Questa canzone è “una dedica in risposta a un’altra dedica”, una vera e propria lettera che mostra e dimostra come, a volte, solo le canzoni riescono a tirar fuori le più profonde emozioni: la musica stessa è una strada da percorrere fino in fondo per esprimere anche il non detto e, in qualche modo, sublimarlo.

032 – Fuori noi – Zero Assoluto & Gazzelle

Questa estate il duo composto da Thomas e Matteo è tornato, dopo quattro anni dalla loro ultima partecipazione al Festival di Sanremo, con il singolo “Fuori noi”. Il singolo, scritto in collaborazione con Gazzelle, ha segnato il primo tassello della svolta indie degli Zero Assoluto.

033 – Gabbiani – Frah Quintale

Il brano “Gabbiani” è una lettera di addio scritta tutta d’un fiato su una spiaggia deserta sorseggiando birre in lattina di bassa qualità. È un saluto amaro che sa di sconfitta, ma che nel suo tono di rassegnazione riesce a trovare una spinta per voltare pagina.

034 – Glenn Miller – Gio Evan

In attesa di vederlo tra i big del prossimo Festival di Sanremo, Gio Evan ha rilasciato per l’autunno del 2020 il brano “Glenn Miller“. Glenn Miller rappresenta il vivere al volo, il totale affidamento al nostro impeto intuitivo, la coraggiosa confidenza al miracolo.

035 – Guerre fredde – Coma_Cose & Stabber

Il duo composto da California e Fausto Lama ha pubblicato nel corso del 2020 il singolo “Guerre fredde“ in collaborazione con Stabber. Il brano racconta il sentimento della solitudine e vuole rappresentare un invito a prendersi cura di sé stessi.

036 – Hai visto i prati? – Sono

Il brano “Hai visto i prati?” rappresenta un omaggio all’Inghilterra, terra che danni ospita il cantautore Sono. Il tutto raccontato attraverso le immagini dei prati verdi che caratterizzano i paesaggi inglesi.

037 – I nostri anni – Tommaso Paradiso

Secondo singolo da solista per l’ex frontman dei Thegiornalisti. Tommaso Paradiso descrive nel brano “I nostri anni” un viaggio nostalgico tra la bellezza di alcuni momenti di trascurabile felicità, dalla musica di mamma e papà fino ai discorsi dopo mezzanotte che ci fanno ridere e piangere.

038 – Il cielo di Roma – Aiello

Uno dei primissimi singolo del 2020 è stato “Il cielo di Roma“, rilasciato per la rotazione radiofonica proprio l’1 gennaio 2020. Aiello decide di partire dalla sue origini, descrivendo i ricordi della Calabria e del cielo di Roma sotto il quale “certe cose non cambiano, molte cose rimangono“.

039 – Il regalo perfetto – Galeffi

Il regalo perfetto” è il titolo del singolo natalizio a tinte indie che Galeffi ha deciso di pubblicare in questo dicembre 2020. La malinconia prende il sopravvento quando arriva la consapevolezza che fanno festa tutti quanti tranne me e che non è normale che mi manchi anche il giorno di Natale.

040 – Immagini – Santi Briguglio

Si intitola “Immagini” il singolo di debutto di Santi Briguglio. Il brano lancia un messaggio di speranza sottolineando l’importanza del senso di appartenenza alla propria terra. La speranza è quella di riuscire, un domani, a vivere nel posto che si ama di più perché “questa è la mia terra e qui voglio restare, facciamolo insieme, ce la possiamo fare“.

041 – Impazzivoperte – Lago

Impazzivoperte” è il primo singolo del giovante cantautore Guido Maria Maiga, in arte Lago. Il brano racconta di un amore finito e dell’amara consapevolezza che impazzivo per te, sì ma tu no, io morivo per te, sì ma tu no, non volevo che te, sì ma tu no, non volevo che darti tutto quello che ho.

042 – La luna sul balcone – Giannini

Parcheggiata la Fiat Panda, il cantante pugliese Giannini è tornato nel 2020 cn il brano “La luna sul balcone” dove si sofferma a fotografare l’immagine della luna sul balcone, che a volte viene e a volte se ne va, e che diviene metafora per spiegare la ricerca della felicità.

043 – La parola noi – Barreca

Il brano “La parola noi” di Domenico Barreca racconta l’importanza del passare dall’individualità alla pluralità. Ogni cosa assume un suono diverso se lo si ascolta dalla voce dell’altro, è proprio nel confronto che ci si scopre nuovi e migliori.

044 – La storia infinita – Pinguini Tattici Nucleari

La band bergamasca è stata sicuramente uno dei protagonisti di questo 2020. “La storia infinita” è una canzone che immagina un’ipotetica estate che non c’è, che manca. E la sua mancanza porta a rifugiarsi nelle emozioni del passato e  nei ricordi di quel che è stato. Pinguini Tattici Nucleari - Ahia!

045 – L’ago della bussola – Dente

L’ago della bussola” è il titolo del singolo estivo di Dente. Il brano è l’unica canzone d’amore del disco ed è dedicata alla donna che gli ha rubato il cuore e che lo aiuta a mantenere la direzione, proprio come fa l’ago all’interno della bussola.

046 – L’amore coi robot – Ognibene

In “L’amore coi robot” Davide Ognibene immagina, in uno scenario futuro, l’evoluzione dei rapporti umani. Ma il progresso se non è incentrato a beneficio dell’uomo può portare ad un’involuzione tragicomica. Un racconto satirico e dissacrante di un ipotetico futuro imminente dove faremo l’amore coi robot, niente più orgasmi ma solo freddi distacchi.  

047 – Le donne sono come le stelle – Leo Pari

Il buon Leo Pari è tornato la scorsa estate con una canzone destinata alle donne di tutto il mondo. “Le donne sono come stelle” è, infatti, una dedica al meraviglioso universo femminile e a tutte quelle donne che sono belle come le stelle, brillano per tutta la notte, poi la mattina sono belle anche se stanno rotte.

048 – Lezioni di volo – Wrongonyou

Con “Lezioni di volo” vedremo il sempre bravo Wrongonyou in gara al prossimo Festival di Sanremo. Il brano serve a ricordare quanto sia importante non avere paura di sentirsi liberi e di lanciarsi, magari appoggiandosi ad un’altra persona. lezioni_di_volo-wrongonyou

049 – L’orsa maggiore – La Municipàl

La Municipàl di Carmine Tundo ha pubblicato in agosto il brano “L’orsa maggiore“. Il racconto di un sogno fluttuante tra costellazioni e ricordi di una storia passata, il tutto reso ancora più confuso da una festa tra amici, una festa di quelle distruttive, che ti rimettono in gola tutte le cose lasciate in sospeso, tutti gli amori svaniti per caso.

050 – Luglio ’94 – PaloAlto

Ubriachiamoci di sale fino a quasi stare male” canta Alessandro Spada, in arte PaloAlto, nel ritornello di “Luglio ’94” che riassume il senso della canzone che può essere letto con doppia accezione: positiva come bacio salato o negativa come pianto ininterrotto.

051 – L’ultimo ballo – Le Notti Bianche

Rino Candela e Francesco Bonanno sono due ragazzi provenienti dalla provincia di Avellino e insieme hanno fondato il duo de Le Notti Bianche. “L’ultimo ballo” è il titolo del loro singolo che racconta la nuova quotidianità di Roberta, una ragazza comune che, in attesa che le piazze torneranno affollate, continua a sognare dalla propria cameretta un futuro migliore.

052 – L’ultimo bicchiere – Angelica

L’ultimo singolo Angelica si intitola “L’ultimo bicchiere“ ed è un brano intimo, elegante ed avvolgente nel quale l’ex leader dei Santa Margaret con uno sguardo malinconico racconta le “ultime volte” e di quanto sia difficile ma necessario fare delle scelte e saper dire “goodbye”.

053 – Luna araba – Colapesce & Dimartino & Carmen Consoli

Tre siciliani doc, Colapesce, Dimartino e Carmen Consoli, si sono uniti per un brano, “Luna araba“, che ritrae l’estate e i racconti dell’isola dove le voci dei tre cantautori s’intrecciano tra Normanni, lune arabe e le influenze spagnole di Ortigia.

054 – Ma lo vuoi capire? – Tommaso Paradiso

Tommaso Paradiso ci ha tenuto compagnia durante l’estate con un racconto di come l’assenza della persona amata renda difficili anche le piccole cose dove pure il vino buono sa di aranciata e la notte non sa di niente. Tutto questo è descritto in “Ma lo vuoi capire?“.

055 – Magellano – Floridi

Luca Floridi si conferma una delle proposte più interessanti di questo 2020. “Magellano” è una canzone che parla dell’amore e di come la separazione si fa apertura dei confini e punto di forza perché, alla base di tutto, non c’è amore senza libertà.

056 – Magica – L’Edera

Alberto Manco, in arte L’Edera, è stato una delle scommesse della Romolo Dischi di questo 2020. “Magica” è il titolo del suo singolo d’esordio che rappresenta un racconto di cose non dette, di desideri soffocati; come una storia lasciata in sospeso, un incontro che non avverrà, un’estate che poi finirà.

057 – Malpensa – Lemandorle & Solo Campa

Le paranoia, le perplessità e  le riflessioni sull’amore e sul rapporto tra le persone sono al centro del brano “Malpensa” di Lemandorle e Solo Campa. Alla fine di tutto rimane la consapevolezza che “io volevo solo dormirti di fianco come gli estranei in aereo”.

058 – Mara – Mox & Canova

La protagonista del brano “Mara” è una musa, è il dolore positivo, quello necessario. Mox, accompagnato eccezionalmente dai milanesi Canova, racconta la fine di una relazione in un mood prettamente intimistico con un invito a figurarsi l’amore o a lasciarlo perdere.

059 – Mezzanotte e sei – Artico

Mezzanotte e sei” è il titolo dell’ultimo singolo di Artico. Un brano intimo e nostalgico che racconta di quello che rimane quando una storia d’amore finisce. Al cantautore reggino rimangono solamente un vinile e un mal di testa cronico che non vuole passare.

060 – Mia – Forte

Lorenzo Forte ha pubblicato in questo 2020 il suo album “Amore doni, amore vuoi“. Tra i singoli presenti, vi abbiamo già parlato di “Mia“: “mi sa che è già finita e che hai confuso la speranza con la sfiga” canta il giovane cantante con la malinconica cognizione che “l’attesa brucia più della ferita”.

061 – Monolocale – Galeffi

Doppia presenza in questa top 100 per Galeffi con “Monolocale“. Storie intrecciate all’interno dei metri di un monolocale denso d’amore. In tutto questo, c’è il dolore di una perdita solo immaginata, c’è il sogno di un amore immenso e c’è l’amara rassegnazione alla fine.

062 – Morsa – Bianco & Dente

Alberto Bianco ha finalmente deciso di tornare con nuova musica. “Morsa”, in duetto con Dente, è un brano che, proprio in questo periodo difficile e particolare, vuole farci riflettere sul valore delle relazioni umane e dell’aiuto reciproco dove la speranza è quella che “se uno sta male gli altri lo vanno a salvare“.

063 – Never – Canova

Never” è stata l’ultima ballad dei milanesi Canova. Una storia d’amore e un intreccio tra tre persone (senza il lieto fine di “Threesome“), con lo sfogo dell’amante che crede che “tutto il meglio che c’è non è per me, mai”. 

064 – Nota audio – Roccia

Giuseppe Roccia, in arte semplicemente Roccia, è un giovane cantautore nato nella provincia di Bergamo. Il brano che vi proponiamo in questa speciale top 100 del 2020 si intitola “Nota audio” ed è il singolo estratto dal suo ultimo album “Punto e a capo“.

065 – Novembre – Iosonouncane

Finalmente Iosonouncane è tornato con nuova musica inedita. Dopo il successo dell’album “DIE“, l’artista ha rilasciato il singolo “Novembre“. L’atmosfera del brano è autunnale, intrisa di pioggia e di nebbia, grazie anche ai timbri del pianoforte e dell’organo.

066 – Nuda di parole – Seb

Nuda di parole” è il singolo d’esordio di Giuseppe Collura, giovane cantautore siciliano, in arte Seb. Il brano racconta la bellezza dell’essere timidi, degli sguardi che a volte dicono più delle parole, dei nostri corpi che in silenzio sembrano mettersi a nudo per mostrare le nostre fragilità e le nostre insicurezze.

067 – Oppure – Godot.

Una ballad nostalgica in questo 2020 per Godot. “Oppure” ha l’intento di far prendere coscienza dei propri errori, del proprio dolore, della perdita. Rimane, però, una speranza di ritorno, sussurrata da Giacomo alla fine del brano, in cui supplica: “abbi cura di te oppure abbi cura di… me“.

068 – Ora che ti guardo bene – Gazzelle

“Ora che ti guardo bene” è una delicata ballata di Gazzelle che parla di cose minime, semplici ma importanti. Guardare bene significa dare valore a ogni gesto e ogni attimo. Un brano uscito a sorpresa durante il primo lockdown con cui il cantautore ha voluto dare un sostegno morale ai suo fan.

069 – Penso a te – Las Cosas Que Pasan & Calcutta

Il nostro Calcutta è tornato con un nuovo brano nato dalla collaborazione insolita e particolare con la band argentina dei Las Cosas Que Pasan. Il singolo si intitola “Penso a te“.

070 – Pillole – Ariete

Arianna Del Giaccio è una giovanissima cantautrice romana che, con il nome d’arte di Ariete, ha pubblicato il brano “Pillole“. Il singolo racconta del momento in cui le pillole diventano il modo per mantenere la calma in una situazione che sembra diventare distruttiva, massacrante e che lasciano la giovane ragazza in giro per Termini ad aspettare la persona amata.

071 – Pina Colada – Margherita Vicario & Izi

Un tormentone estivo fuori dagli schemi, “Pina Colada“, che racconta di chi, nonostante i grandi sogni, riesce comunque a trovare felicità nelle piccole cose, dall’idroscalo di Ostia al calore della propria famiglia perché, al di là dei soldi, Margherita afferma che l’errore più frequente è non vivere il presente.

072 – Pincio – Margherita Vicario

Doppietta anche per la cantautrice Margherita Vicario. “Pincio” è un brano che rappresenta un dolce viaggio tra i ricordi e gli affetti, a partire dalla stessa cover del singolo che ritrae Margherita con la cugina da bambine.

073 – Pyrex – Zaminga

In questa speciale top 100 del 2020 non poteva mancare Samuel Zaminga. Il suo singolo di debutto “Pyrex” parla della quotidianità dei ragazzi di oggi con una vena di malinconia caratterizzata dai mille dubbi di un’intera generazione.

074 – Quando crollerà il governo – La Municipàl

Quando crollerà il governo”, singolo de La Municipàl, racconta di quell’amore fraterno che, anche nei momenti più difficili personali ogni emozione diventa più vera e ci fa capire quanto si abbia bisogno l’uno dell’altro nonostante si finga di essere forti e di stare bene.

075 – Quella volta al mare – Solisumarte

Quella volta al mare” è il singolo autunnale del duo Solisumarte. Il brano racconta di una storia d’amore. Un amore di quelli che ci riscalda anche nei periodi più freddi dell’anno, quando ancora siamo abituati al calore dell’estate ed arriva il primo gelo invernale. Quel periodo in cui andare al mare non è consuetudine, ma tra quelle braccia ci sentiamo a casa, come se fossimo nel posto giusto al momento giusto.

076 – Quello che è stato – Marco Sbarbati

Quello che è stato” è il titolo del singolo che da il nome all’intero lavoro discografico che rappresenta una riflessione sul rapporto di Marco Sbarbati con la musica. Il percorso musicale diventa metafora di una relazione amorosa, bella ma anche tormentata. Una relazione fatta di compromessi e tentativi di trovare e accettare la propria identità con la consapevolezza di voler provare a chiudere con il passato, per far spazio ad altro.

077 – Questo nostro ematoma – Lefrasiincompiutedielena

La band romana nata per terminare quello che Elena non ha più raccontato a nessuno ha rilasciato nel 2020  “Questo nostro ematoma”, una riflessione sui segni che restano addosso, qualcosa che fa male ed è visibile quando le cose vanno male così come quando vanno bene. Un segno, un livido, resta comunque lì a ricordarti chi sei, da dove vieni e perché sei lì.

078 – Regali fatti a mano – Gio Evan

Seconda presenza in top 100 anche per Gio Evan. “Regali fatti a mano” è un elogio ai ricordi, ai valori intimi presenti in ognuno di noi perché nessun tempo potrà mai portarli via in quanto interminabili.

079 – Ridere – Pinguini Tattici Nucleari

La conferma mainstream dei Pinguini Tattici Nucleari è arrivata grazie a “Ridere“. Nonostante una relazione possa finire, tante piccole cose continueranno ad esistere per entrambi: i luoghi, le abitudini, le emozioni che, in ogni caso, fanno un po’ ridere.

080 – Rimedi – Maca

Felici di proporvi in questa top 100 anche Marco Corveddu, in arte Maca, giovane cantautore nato a Lucca. “Rimedi” è il suo nuovo singolo e rappresenta una fotografia di un periodo di depressione. Un periodo durante il quale il cantante si domanda “Non ci sono rimedi, perché me lo chiedi?“.

081 – Ringo Starr – Pinguini Tattici Nucleari

Tra gli artisti indie di maggior successo di questo 2020 ci sono proprio loro, i Pinguini Tattici Nucleari. Terza a Sanremo con “Ringo Starr“, la band ci ricorda che in un mondo pieno di John e Paul, non dobbiamo dimenticarci che ci sono anche i Ringo Starr, probabilmente stelle minori ma che sono comunque luminosissime.

082 – Rorschach – Rai

Rorschach” del cantautore lodigiano Rai rappresenta un breve viaggio psicologico attraverso il subconscio, che porterà alla scoperta dei propri mostri interiori, all’inevitabile confronto con essi e alla successiva consapevolezza di come, a volte, sia meglio imparare a conviverci con autoironia, piuttosto che combatterli invano.

083 – Scusa – Gazzelle

Flavio Pardini è tornato più in forma che mai. Scusa è un brano introspettivo dove il cantautore riconosce e ammette le proprie colpe in una relazione d’amore e, consapevole di questo, afferma che “ho rovinato tutto un’altra volta e sei sparita via con la tua roba“.

084 – Semaforo – Willie Peyote

Semaforo” è il titolo del brano di Willie Peyote che abbiamo scelto per questa speciale top 100 ed è un chiaro riferimento ai saltimbanchi dei semafori, che ogni volta devono fare uno spettacolo sempre diverso per intrattenere lo stesso pubblico. Così è l’amore, che per non annoiare deve essere intenso e breve, in grado di rinnovarsi costantemente.

085 – Sirene – Levante

Levante ci ha tenuto compagnia durante l’estate grazie a “Sirene“, brano dolce e insieme crudele: il mare, con le sue sirene, è la promessa disattesa di un appuntamento e di un luogo d’incontro, perché questo “non è tempo di castelli”: bisogna rimandare il viaggio verso quell’estate che siamo abituati a sognare.

086 – Sparami nel petto – M.E.R.L.O.T

Manuel Schiavone, questo il vero nome di M.E.R.L.O.T., è un giovane cantautore nato e cresciuto in Basilicata e trasferitosi successivamente a Bologna. Questa estate, proprio grazie al singolo “Sparami nel petto“, è riuscito a conquistare le playlist ufficiali di Spotify.

087 – Superclassico – Ernia

Melodico, orecchiabile e irresistibilmente ironico, “Superclassico” di Ernia è stata la perfetta colonna sonora del momento grazie all’azzeccata metafora che paragona i tradizionali tira-e-molla di un amore tormentato a un derby di coppa, un “superclassico” in gergo calcistico, appunto.

088 – Ti va – Darte

Nuovo singolo nel 2020 anche per Carmelo Irto, in arte Darte. “Ti va“ descrive il momento in cui tutto sembra niente e niente sembra tutto. Attraverso le immagini dei giri in Panda durante la notte e delle domeniche a fare casino, il brano vuole essere una dichiarazione d’amore senza filtri che vuole diventare ogni giorno una promessa.

089 – Tikibombom – Levante

Uno dei maggiori successi sanremesi 2020 è sicuramente “Tikibombom” di Levante. Un brano,  dedicato ai diversi, ai solitari, ai figli di un Dio minore, che è anche un invito a non lasciarsi abbattere e a difendere la diversità come un valore. Bisogna essere vento e mai bandiera.

090 – Tutti uguali – Canova

L’ultimo singolo che la band milanese dei Canova ha rilasciato prima dello scioglimento si intitola “Tutti uguali“. In un mondo sempre così frenetico abbiamo il dovere di non dimenticare che siamo umani, siamo schiavi, siamo tutti uguali, persi nella corrente siamo tutti uguali.

091 – Tutto ciò che abbiamo – Ex-Otago

Il brano “Tutto ciò che abbiamo” dei liguri Ex-Otago è una delicata ballad che giunge alla conclusione che poi ci ritroveremo consapevoli che insieme tutto è più straordinario. Unico e straordinario.

092 – Un fatto tuo personale – Fulminacci

Prodotto da Frenetik & Orang3, “Un fatto tuo personale” segna il ritorno di Fulminacci ed è nato pensando alle persone, a quanto sia facile cadere nelle trappole dei pregiudizi e a quanto sia difficile ma necessario mettere in discussione certe convinzioni ricevute in eredità dalla storia. fulminacci_un_fatto_tuo_personale

093 – Una posizione – Dellamore

Una posizione“ è il titolo dell’ultimo singolo di Dellamore, al secolo Federico Tarantino. In questa top 100 annuale dei singoli indie da ascoltare, vi proponiamo questo brano che rappresenta una dedica per chi è rimasto solo, e cerca di prenderla al meglio delle sue possibilità.

094 – Un’altra estate – Diodato

Diodato ha rilasciato per la stagione estiva il singolo “Un’altra estate“. Nel brano c’è tutta la consapevolezza di un vissuto difficile che spinge al desiderio di compiere un gesto semplice, che un tempo sarebbe risultato normale, quasi banale, come il decidere di andarsene al mare.

095 – Vertigine – Levante & Altarboy

Terzo singolo in top 100 per Levante, questa volta accompagnata dagli Altarboy. “Vertigine“ descrive il salto nel vuoto dell’incoscienza adolescenziale. L’assenza di paura nonostante il dolore delle prime ferite. Sapere di aver perso un pezzo ed essere pronti a perderne altri ancora.

096 – Vertigini – Samuele Cara

In “Vertigini“, Samuele Cara racconta la voglia di andare avanti senza rimpiangere quello che si è lasciato dietro, perché vivere è come scalare le montagne: non devi guardarti alle spalle, altrimenti rischi le vertigini.

097 – Vienimi (a ballare) – Aiello

E’ stato uno dei tormentoni indie della scorsa estate. “Vienimi (a ballare)” di Antonio Aiello racconta la voglia di superare le storie finite, il desiderio di libertà, di una nuova leggerezza, l’inizio di un’estate speciale, un’estate meridionale. Un’estate caratterizzata da un viaggio tra le sonorità delle sue radici e quelle degli spagnoli e greci, tra Medio Oriente e Meridione.

098 – Vittoria – Casadilego

La neo vincitrice di “X Factor” Casadilego è riuscita a sbaragliare la concorrenza all’interno del talent ed ha già conquistato Spotify che ha deciso di inserirla nella sua playlist ufficiale Indie Italia. L’inedito si intitola  “Vittoria“ ed è prodotto da Strage e Slait con la firma di Mara Sattei. Casadilego recensione EP

099 – Vortice – Ginevra

Due giovani innamorati, o due grandi amici, si siedono su un pontile che si affaccia su un lago o su un muretto che osserva la città. Lì si sussurrano parole di speranza, invitando l’uno a fidarsi dell’altro. Sono queste le immagini e i momenti che evoca “Vortice“, il singolo inedito della cantautrice torinese Ginevra.

100 – Vuoi vedere – Olita

Vuoi vedere” ha segnato l’esordio musicale di Marco Olita. La canzone racconta la rottura di una storia d’amore descrivendo quel circolo vizioso di rabbia che si innesca quando le cose non vanno come vorremmo e si rovina quel momento magico in cui sembrava quasi una poesia. L’invito finale è quello di liberarsi dalla morsa del passato per non toglierci la possibilità di vivere un futuro sereno.

 

The following two tabs change content below.

Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.
Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.