Da venerdì 25 ottobre in tutti i negozi e store digitali la riedizione del disco-capolavoro del cantautore

A quarant’anni dalla prima pubblicazione, torna nei negozi tradizionali e approda nei digital store il capolavoro omonimo di Lucio Dalla, impreziosito dalla presenza di tre inedite bonus track, tra cui il singolo “Angeli”, in rotazione radiofonica dallo scorso 23 ottobre, la versione in inglese di “Stella di mare” e quella in studio di “Ma come fanno i marinai”, in coppia con Francesco De Gregori, fino ad oggi incisa esclusivamente dal vivo e contenuta all’interno dell’album Banana republic, che ha da poco festeggiato anch’esso il proprio quarantesimo anno di vita.

Un lavoro di riscoperta che valorizza l’immenso catalogo del cantautore bolognese, disponibile in tre versioni: 1) CD rimasterizzato e un libretto di 24 pagine; 2) LP rimasterizzato a 24bit/192KHZ (tiratura di 1.000 copie) + CD bonus e libretto 12 pagine + stampa di una illustrazione di Alessandro Baronciani in carta speciale 30×30 numerata a mano; 3) LP (tiratura di 1000 copie) in pasta bianca che include la stampa di una delle 10 diverse illustrazioni di Alessandro Baronciani su carta speciale 30×30 numerata a mano + LP rimasterizzato 192kHz/24bit in pasta bianca + cd rimasterizzato + 3 Bonus Track e Libretto 12 pagine.

All’interno del booklet, oltre alle illustrazioni originali a cura del fumettista Alessandro Baronciani, sono presenti i contributi di alcuni dei cantautori della nuova scena, da Dente a DiMartino, passando per Colapesce, più le testimonianze del produttore Alessandro Colombini e dell’ingegnere del suono Maurizio Biancani, raccolte per l’occasione dal giornalista John Vignola. Il disco è stato rimasterizzato negli Studi Fonoprint di Bologna, il campionamento digitale del master tape originale fatto a 192khz e 24 bit, ha permesso di recuperare appieno le sonorità originali, non falsate da precedenti interventi.

Lucio Dalla – Legacy Edition | Tracklist

  1. L’ultima luna
  2. Stella di mare
  3. La signora
  4. Milano
  5. Anna e Marco
  6. Tango
  7. Cosa sarà (con Francesco De Gregori)
  8. Notte
  9. L’anno che verrà
  10. Angeli – inedito
  11. Stella di mare – demo english version
  12. Ma come fanno i marinai – studio version (con Francesco De Gregori)

Oltre alla presenza di capolavori indiscussi come “Anna e Marco”, “Stella di mare”, “Milano” e “L’anno che verrà”, sorprende l’inedito “Angeli”, già presentato dal vivo in una trasmissioni svizzera dallo stesso cantautore e musicista bolognese. Parlare degli inediti dei cantanti che ci hanno lasciato è sempre un’incognita, perché si va a sconfinare in argomenti extra musicali, in pieno rispetto della memoria e delle volontà di ogni singolo artista. In questo brano rivivono lo spirito, la creatività e la sua voce in grado di generare infinite emozioni. Non è per niente facile trovare nell’attuale scenario musicale artisti del calibro di Lucio Dalla, l’augurio è di ritrovare altri pezzi inediti e che brani con questo forte impatto emotivo possano infondere stimoli aulici e suggestivi nella nuova generazione che, come direbbe Pirandello, è ricca di personaggi in cerca d’autore.

Acquista qui l’album |

Angeli | Testo

Lasciare l’Italia per andare a Lugano
e toccarsi sempre con la stessa mano
come essere una truffa, questo lago fa paura
ci sono tante banche, serve un samba, una strega, una fattura
le tre di notte non so dove sputare
è così pulito che non si può sporcare
dal locale esce uno sbronzo che si annoia
non è solo, guarda un po’
anche a Lugano, anche a Lugano hanno una troia
lo spogliarello in quel locale di Lugano
lo fa una donna col suo barboncino nano,
vanno in albergo per studiare nuove mosse
la ragazza è libanese il barboncino
è di Torino e ha un po’ di tosse

Una guardia o un generale, non si capisce bene
mi guarda male butto via la cicca e quello sviene
sta per farmi la morale ma mi faccio perdonare
perché raccolgo la cicca appena accesa
la metto in tasca e comincio a fischiare
fischio piano perché è quasi mattina
da una pizzeria esce uno di Messina
hai tacchi alti e un grembiule ancora in mano
sembra stanco e molto triste, te lo credo te lo credo
fa la pizza qui a Lugano
da poco tempo è venuto a lavorare
dice che è dura ma si può anche abituare
ed è contento a non far niente la mattina
e con la moto va a vedere, va a vedere
a vedere dove abita la Mina

Angeli, angeli, siamo angeli
un uomo alto che assomiglia a Garibaldi
è sulla strada la pulisce è molto tardi
si ferma con la scopa sotto il mento
poi alza gli occhi verso il cielo e con il dito sente il vento
muore la notte quando il vecchio con la scopa
la butta in cielo e torna il sole sull’Europa
e tutti quanti lascian lì di lavorare
è uno spettacolo vedere, vedere gli angeli volare
angeli, angeli, quanti angeli

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.