Tutte le nostre mini-recensioni dei nuovi singoli in radio

  • CHEGA (REMIX) – Gaia e Strage

Questo brano ormai ci accompagna da quasi un anno e mancava giusto di un remix per completarne il percorso. Una scelta di certo non così necessaria e, contemporaneamente, nemmeno troppo funzionale dato che non raggiunge l’obiettivo di impreziosire il brano originale. Per l’ultima vincitrice di Amici sarebbe stato, piuttosto, preferibile rilasciare un nuovo singolo sfruttando l’ottimo potenziale del suo album di debutto e archiviare definitivamente questo singolo che ha già espresso tutto il suo potenziale reale da un punto di vista radiofonico e discografico. Strage fa il suo ma non modifica poi troppo il pezzo e qualche basso in più non può fare di certo la differenza in una canzone che funzionava tranquillamente già prima. VOTO: 5

  • FINALI IMPREVISTI – Sofia Tornambene

Continua l’avventura acustica dell’ultima vincitrice di X-Factor che malgrado la sua giovanissima età pare essere consapevole del fatto che il suo terreno musicale di riferimento deve necessariamente appartenere a queste atmosfere soffuse e melodiche. Ne esce un brano chitarra e voce con Sofia che dona al brano, ovviamente, tutta la sua delicatezza e fragilità timbrica per accompagnare lo sviluppo del testo e della narrazione. Piacevole, leggera e orecchiabile anche se oggigiorno sono ormai lontani i tempi in cui brani simili riuscivano ad avere una propria dimensione di riferimento nel pubblico. D’estate poi… VOTO: 6

  • PERDERE L’AMORE – Tiziano Ferro e Massimo Ranieri

Li abbiamo sentiti cantare insieme lo stesso brano in quel del Festival di Sanremo lo scorso febbraio ed ora tornano a proporsi per chiudere l’iniziativa (disastrosa in larga parte) di I love my radio. Ingiustamente definito l’erede di Ranieri, Ferro trova sicuramente un questo brano un buon terreno d’espressione sia vocale che interpretativo ma di fronte al suo interprete originale, con cui decide di confrontarsi direttamente, rischia di soccombere e non reggere davvero fino in fondo. Il risultato è comunque gradevole perchè l’essenza del brano, la sua melodia e la sua dinamica vengono mantenute intatte ma il merito appare più dell’immenso Ranieri che di un Tiziano Ferro messo sorprendentemente in ombra. VOTO: 7

Acquista qui il brano |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Di Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.