Serenità in casa Amici 16 porta qualcosa di interessante (da parte dei big però) - Recensiamo Musica

Serenità in casa Amici 16 porta qualcosa di interessante (da parte dei big però)

Serata particolarmente ricca di esibizioni quella della sesta puntata di Amici 16 che con la presenza di Emma pare aver ritrovato quella serenità e quel gusto per delle esibizioni più “normali” che tanto appartengono alla tradizione del format di Maria de Filippi sempre più impegnata a trovare nuovi meccanismi allo show per valorizzare il posizionamento del sabato sera. Ma veniamo alle pagelle della serata per quanto riguarda le singole esibizioni dei ragazzi ma anche per ospiti, giuria e coach.

1° MANCHE:

  • LOREDANA BERTE’ – DEDICATO

E’ la grande artista di sempre e anche in questa occasione dimostra lo stato di grazia che ha riottenuto in questi ultimi anni proprio grazie ad Amici e a Maria de Filippi che in qualche modo l’ha risollevata dalla polvere in cui una discografia poco riconoscente l’aveva fatta cadere. Canta uno dei suoi innumerevoli successoni e lo canta pure bene con un nuovo arrangiamento costruito per l’occasione e i gorgheggi della storica Aida Cooper in primo piano. Loredana è Loredana e solo per questo “spacca” e ci manca davvero tanto in giuria. VOTO: 9

  • ARISA – LA NOTTE

Un’esibizione stratosferica della potentina che ritorna ad Amici ed impressiona un’altra volta cantando il suo più grande successo denso di emozione e di dolore. Lei canta come meglio nessuno saprebbe fare: misurata, emozionante, perfetta dall’inizio alla fine e tira fuori un colore di voce che appare quasi nuovo nella serenità che esprime. Talvolta il pubblico quasi la sovrasta da quanto ama questo pezzo che rimarrà nella storia della canzone italiana. Arisa quando canta è magia. VOTO: 9.5

  • MIKE BIRD e EMMA – WALKIN’ ON THE WILD SIDE

Duetto ben riuscito e costruito appositamente per esaltare le doti vocali di Mike che lentamente sta trovando una dimensione propria in questo serale grazie all’arrivo della coach salentina. Insieme funzionano abbastanza bene nel celebre brano di Lou Reed anche se non impressionano poi troppo. VOTO: 6.5

  • RICCARDO e FEDERICA – L’ULTIMO BACIO

Sembra la serata dei duetti e questa volta a schierarlo sono i blu mettendo in pista entrambi i cantanti rimasti in gara. Il pezzo è il raffinatissimo “L’ultimo bacio” di Carmen Consoli che Riccardo tende a fare (come sempre) un po’ fanciullesco e pop mentre Federica punta a conservare quella leggiadria tipica della cantautrice siciliana. Cantano bene ma raggiungere la particolarità di Carmen era davvero un’impresa impossibile ed il risultato altro non è che una bella canzone cantata da due voci qualunque che la rendono poca cosa pur avendola cantata bene. VOTO: 6.5

  • RENATO ZERO, ELISA e EMMA – PIU’ SU

Quest’esibizione vale l’intera serata. Le tre voci si sposano alla perfezione per interpretare uno dei numerosissimi successi del Renato nazionale che così annuncia Zerovkji – Solo per amore, il suo prossimo colossale progetto discografico e live per festeggiare i 50 anni di carriera. Il brano non lo scopriamo oggi nella sua estrema poesia e Renato sa di poter essere l’unico vero interprete di questa canzone: Emma ed Elisa entrano in punta di piedi accostandosi timidamente all’immensa portata di Zero che canta e si diverte a dimostrare ancora una volta la sua grandezza (anche vocale). Alla fine canta lui ed è lui l’unico vero protagonista non perché le due coach non abbiano spazio ma perché si è naturalmente portati a guardare soltanto Renato che rapisce e gioca con cori e doppie voci valorizzando un’esecuzione già perfetta. Le due tentano di stargli al passo e forse solo per un momento Elisa riesce a toccare il maestro con un acuto straordinariamente perfetto per la sua voce che rompe la barriera. Poi niente, è di nuovo Renato show. VOTO: 10

  • RICCARDO – SEI NELL’ANIMA

Rendere pop e mielosa anche Gianna Nannini era un’impresa non da poco eppure il cocco del pubblico pare esserci riuscito. Per carità, intonato è intonato, la presenza scenica evidentemente c’è ma non basta per convincere. A volte interpretare e far proprio un brano non significa snaturarlo perché si rischia di renderlo terribilmente brutto ed insignificante al di fuori della sua dimensione. VOTO: 5

  • THOMAS – SALIRO’

Thomas canta il celebre successo di Daniele Silvestri conservando quel suo lato dance e contemporaneo sfruttando un pezzo di qualche anno fa ma che già presentava una chiara direttiva in questo senso. Il risultato è piacevole, leggero come è giusto che sia anche se abbiamo visto di meglio. VOTO: 7-

  • SHADY – NESSUN GRADO DI SEPARAZIONE

Finalmente sentiamo Shady in un qualcosa di adatto a lei dal punto di vista stilistico grazie ad un arrangiamento originale molto vicino al suo mondo. Lei lo rende più placato e quasi intimo valorizzando il suo fantastico timbro di voce davvero unico ma che non esplode, non cresce mai, non giunge mai alla pienezza di suono che il ritornello trascinante del brano richiederebbe. Oggettivamente alla riccia interprete mancano le capacità vocali per dare dinamica, potenza e volume di suono alla sua voce che rimane sempre troppo piatta riducendo le sue possibilità interpretative a davvero poche cose. Rimane comunque la sua più bella esibizione in questo serale. VOTO: 7.5

  • FEDERICA e ANDREAS

Duetto atipico canto-ballo per raccontare l’azione dannosa dell’uomo sull’ambiente con l’attenzione che cade tutta sul ballo in questa situazione malgrado un’esecuzione vocale davvero sublime in questa situazione con Federica degna di una colonna sonora davvero perfetta malgrado passi in secondo piano. VOTO: 8

2° MANCHE:

  • ELISA e COSIMO – RAINBOW

Elisa è sempre una fuori classe e questa sera canta un po’ più delle ultime puntate incantando il pubblico e ricevendo complimento da ogni dove. La scelta di proporre una versione “latineggiante” di un suo storico successo del 2001 che per l’occasione viene reso meno rock rispetto alla versione originale per premiare la parte più acustica dell’arrangiamento che risalta ancora di più la vocalità della friulana che, come ha detto Renato Zero, “farà strada”. Davvero sublime ma non la scopriamo di certo stasera. VOTO: 9

  • THOMAS – CAN’T STOP A FEELING

Anche in quest’occasione l’ex “topolino” di Morgan si rivela trascinante, ballabile e solare come sempre portandosi a casa una bella esibizione che fa ballare chiunque. Nel suo genere è un bravo esecutore, gli manca uno spessore davvero personale che forse deve ancora maturare vista la giovanissima età. Se avrà modo si farà con il tempo. VOTO: 7

  • RICCARDO – E PENSO A TE

Riccardo esegue, sempre con quel suo mood da ragazzino spensierato, il più celebre (forse) successo di Battisti che ormai hanno cantato anche le pietre. Continua ad essere se stesso e a risultare sempre troppo frivolo e leggero, quasi non si rendesse davvero conto che non tutte le canzoni sono uguali, che non tutti i brani hanno la stessa storia e lo stesso senso e che non tutti i brani si possono cantare come la sua “Sei mia”. Può piacere perché poi il ragazzo canta bene ma il vero problema è il non riuscire a comunicare qualcosa. Si prende il punto dopo una polemica davvero stupida con la giuria con cui dice di non “trovarsi a pelle”. Gli ci sarebbe voluta la Grazia de Michele dei tempi di Marco Carta o Luca Jurman, volevo vedere se ci si trovava. Davvero troppo questa volta considerando il fatto che poi l’esibizione in sé, nel suo mondo, era anche una delle migliori del suo percorso. VOTO: 5.5

  • MIKE BIRD – LA VERITA’

Brunori Sas entra ad Amici attraverso Mike che comunque con Emma è davvero rinato sotto una nuova luce. Stasera almeno non stona e non combina nessun pasticcio ma il brano rimane ben distante dalle intenzioni dell’originale: c’è davvero poca sostanza dietro anche questa interpretazione quasi a voler confermare ulteriormente che c’è una grande differenza tra un buon vocalist e un artista capace di raccontare ed emozionare. Avrà cantato bene ma poi che resta? Nulla. Anche stavolta. VOTO: 5

  • FEDERICA – DOPO TUTTO

Momento inedito per Federica che per la prima volta canta un nuovo pezzo che sarà contenuto nel suo album di debutto come giustamente sottolinea la sua coach (che probabilmente co-produrrà anche il disco che dovrebbe uscire intorno a metà maggio presumibilmente per la Universal Music e produzione di Andrea Rigonat). Il pezzo si rivela potenzialmente buono e adattissimo alla personalità della giovanissima ragazza che, però, anche questa volta non cala l’asso: che differenza c’è con gli inediti che ha fatto ascoltare fino ad ora? Nessuna e questo conferma la triste realtà che Federica disponga di una buonissima vocalità (senza dubbio la migliore di quest’annata piuttosto fiacca) ma che non abbia ancora trovato il brano giusto capace di esaltarla o di creare quella hit che le servirà a tutti i costi per emergere dentro ma soprattutto fuori da Amici dove la strada si preannuncia non di facile percorrenza. VOTO: 7.5

  • SHADY – FIORE DI MAGGIO

Altra buona esibizione per Shady che per la prima volta conclude una puntata senza broncio e cantando bene. L’arrangiamento di Boosta si sente e ben si sposa al mondo della giovane artista così calata nel mondo electropop. Non impressiona, certo, ma almeno si porta a casa un’esibizione piacevole. VOTO: 6+

  • FEDERICA – E POI

Ma l’avete presente Giorgia in questo pezzo? Ciò avete presente di che canna vocale stiamo parlando? Ecco Federica è lontana anni luce e l’accostamento sembra abbastanza sbagliato questa volta. “E poi” è un pezzo che racconta il dolore ma che guarda avanti, che cerca un qualcosa all’orizzonte che finalmente viene trovato e sottolineato dall’esplosione vocale che qui manca. Fare Giorgia è difficile ma tentare di farla come se fosse una ninna nanna non è di certo la scelta giusta. Cantare bene non basta per emergere, lo ripeto. VOTO: 6

  • EMMA e SEBASTIAN

Emma questa poteva anche risparmiarcela rinunciando ad un esecuzione in inglese che, si sa, non è di certo il suo forte. Sul ballo non mi addentro perché non mi compete ma avrei preferito un’altra scelta di canzone perlomeno. Emma sa cantare bene alcune cose, altre lasciamole ad altri perché è giusto non poter fare tutto. VOTO: 6-

BALLOTTAGGIO:

  • THOMAS

Canta “Il diario degli errori” di Michele Bravi e risulta anche piuttosto dentro al pezzo anche se c’è da dire che questa veste così poco movimentata ma piuttosto intima non è quella che gli dona di più. Thomas, però, non si fa tanti film e canta semplicemente al meglio delle sue possibilità e forse è proprio per questo che piace sempre di più. VOTO: 6+

  • SHADY

Sceglie il suo inedito “Stay home” che le dona particolarmente grazie ad una scarsa richiesta di estensione vocale e il risultato è comunque piacevole. Poi su richiesta di Ermal Meta canta un pezzo di De Andrè a cappella e non si capisce perché abbia scelto proprio questo parecchio distante da lei stilisticamente (si aggira un pericoloso spettro di Morgan per caso?). VOTO: 7-

  • MIKE BIRD

Sceglie “Impressioni di settembre” della PFM quasi a voler addentrarsi nuovamente in quel mondo cantautorale che è parecchio distante dal mondo electropop che sposa con i suoi inediti e che Morgan in qualche modo gli stava imponendo di esplorare pur contro la sua volontà. Scelta che ho capito poco sinceramente ma la verità è che il risultato non è affatto male. Poi canta anche la sua “Closer” per sottolineare come possa essere totalmente diverso da quanto fatto risultando un altro cantante di canzonette davvero poco spesse. VOTO: 6.5

  • FEDERICA

Versione ben eseguita di “Ti scatterò una foto” di Tiziano Ferro che Federica interpreta decisamente meglio di Giorgia. Se la cava senza troppa fatica in questo ballottaggio ma puntata dopo puntata mi rendo conto di quanto potenziale non sfruttato abbia questa ragazza: con le canzoni giuste vale davvero di più malgrado debba lavorare davvero molto sul piano della comunicazione e dell’emozione. VOTO: 7+

  • RICCARDO

Riccardo si esibisce con i suoi due inediti “Sei mia” e “Diverso” che ormai all’interno dello studio di Amici sono delle vere e proprie hit. Ecco nelle sue canzoni è davvero dentro al personaggio, il problema è quando fa altro o comunque quando le sue canzoni perderanno quel senso di “novità televisiva” che hanno ora. Giudicando però l’esibizione la sua cosa migliore della serata. VOTO: 7=

  • GIURIA

Forse è uno dei due punti deboli di quest’annata oltre a dei ragazzi poco interessanti. Daniele Liotti non è mai stato una scelta azzeccato e più le puntate vanno avanti e più si rivela questa verità mentre lui scompare sempre più nettamente. Ambra Angiolini era partita alla grande rivelandosi la più divertente del quartetto, quella con una marcia in più capace anche di far sorridere ma nelle ultime puntate sta perdendo il suo smalto perdendosi in inutili polemiche a destra e a manca con Riccardo come bersaglio preferito (spesso a ragione c’è da dire però, eh). Eleonora Abbagnato doveva dare un peso specifico maggiore alla danza in questa edizione ma di costruttivo ha portato gran poco: non ha mai fatto alcun appunto tecnico o detto che un qualcosa non le era piaciuto il che risulta abbastanza incredibile. Troppo buonismo?! Ermal Meta viene e va risultando a volte il più azzeccato dei quattro per il ruolo di giurato, poi ogni tanto lo spengono e ogni tanto nemmeno lui riesce a trovare qualcosa di buono in quello che vede e risulta perciò poco convincente.

  • EMMA e ELISA

La coppia si è ricreata e ieri sera ha dato prova di essere più in sintonia che mai dimostrando come lo show sia per buona parte sulle loro spalle: tra scherzi e divertenti siparietti sono loro a tenere su la baracca quest’anno visto che di talento se ne aggira poco (perlomeno tra i cantanti). Elisa ha riacquistato il suo smalto agli occhi del pubblico che la acclama a tutta voce, Emma tira fuori sempre più la sua parte comica capace di divertire la collega ed il pubblico. Una coppia azzeccatissima, rodata e professionale.

  • RENATO ZERO

Sempre il solito vecchio leone mai fuori misura ma sempre dentro il pezzo capace di lanciare dei messaggi mai banali anche se talvolta criptici. Il pubblico lo osanna (spesso anche senza conoscerlo troppo affondo) e lui lo ricambia con tutto l’amore di cui è capace. Rimane immenso ora come negli anni d’oro celebrando una carriera fenomenale nella musica e nell’arte che non ha eguali.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Ilario Luisetto

Direttore di “Recensiamo Musica” e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *