Loredana Bertè attacca il Festival di Claudio Baglioni e svela i retroscena della sua esclusione

Data per certa in gara al prossimo Festival di Sanremo 2018 la cantante di Sei bellissima spiega i motivi della sua esclusione dal cast

Quella di Loredana Bertè era una delle presenze più certe per il prossimo Festival di Sanremo e, per questo, la sua inspiegabile esclusione dal cast dei 20 nomi, svelati in diretta TV su Rai 1 lo scorso venerdì 15 dicembre, ha lasciato perplessi in molti. A qualche giorno di distanza la cantante di Bagnara Calabra è intervenuta sui suoi spazi social raccontando la sua versione dei fatti che hanno portato il suo nome ad essere tra gli esclusi del Festival targato Claudio Baglioni:

Siamo “Ufficialmente dispersi”!
“Sul palco sono rose e fiori, dietro le quinte è guerra grande”…
Sono molto amareggiata. Mi sono attenuta al regolamento del Festival di Sanremo presentando, tramite i canali ufficiali, nei tempi e nei modi richiesti, un pezzo al quale credevamo molto.
Il giorno prima della comunicazione dei nomi dei big in gara ARRIVA LA DOCCIA FREDDA: sono stata contattata dal portavoce del direttore artistico, il quale mi ha proposto una canzone di Biagio che era pervenuta alla commissione. Avrei dovuto provinarla in poche ore… ascoltarla, impararla, registrarla. Tra l’altro quel pezzo già mi era stato proposto da Biagio stesso qualche settimana prima ed io gentilmente avevo declinato, spiegandogli che già avevo fatto la mia candidatura ufficiale.
Alla fine ho deciso di restare fedele alla mia scelta artistica, sicura che avrei dovuto rinunciare al festival.
Mi spiace per il mio pubblico che aspettava di rivedermi su quel palco, ma ho preferito essere fuori da Sanremo e non tradire il mio mondo artistico piuttosto che essere in gara con qualcosa che non mi somigliava.
#coerenza #rispettopermestessa

Con queste parole Loredana Bertè non solo ha confermato gli eventuali ed insistenti rumors che la volevano nella veste della grande esclusa dal Festival 2018 ma ha anche svelato altarini non proprio lodevoli per la commissione e per Claudio Baglioni. Il fatto che la direzione artistica abbia imposto all’artista una sorta di ultimatum che poneva come compromesso per la sua presenza in gara la proposta di un brano, firmato da Biagio Antonacci, non riconosciuto come affine al proprio sentire dalla Bertè. In qualche modo, dunque, un racconto che va a gettare fango su di una commissione artistica già alquanto discutibile (ve ne avevamo parlato qui) e che, se non attraverso le scelte degli artisti, ha cercato fino all’ultimo di favorire determinati ambienti rispetto ad altri (come spesso, sia chiaro, a Sanremo avviene).

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.