classifica 2 gennaio 1965

Ritorniamo al passato per riscoprire i successi di questo stesso giorno

Scorrendo le pagine del calendario e delle classifiche torniamo a quel sabato 2 gennaio 1965 laddove l’HitParade italiana ospitava in vetta il successo di Gianni Morandi intitolato “Non son degno di te“.

Il brano era stato rilasciato come singolo alla fine del 1964 in accoppiata con il lato b di “Per una notte no” su etichetta RCA‘Non son degno di te’ rappresenta l’ideale seguito di ‘In ginocchio da te’ che nel 1964 aveva consentito a Morandi il dominio delle classifiche per 17 settimane consecutive per collezionare oltre un milione di copie vendute.

Anche il nuovo brano raccolse grande fortuna rimanendo in vetta alle charts per 8 settimane e vincendo la prima edizione del Festival delle rose. ‘Non son degno di te’ fu anche il brano ispiratore di uno dei musicarelli più illustri della carriera di Gianni Morandi raccogliendo grande fortuna.

In classifica spicca, tra gli altri titoli, anche la presenza di ‘Per un pugno di dollari‘, colonna sonora dell’omonimo film western che valse al compositore Ennio Morricone la vittoria del Nastro d’argento nel 1965.

Top 10 del 2 gennaio 1965 |
  1. Non son degno di te – Gianni Morandi
  2. E adesso te ne puoi andare – Les Surfs
  3. La mia festa – Richard Anthony
  4. Bambini miei – Adriano Celentano
  5. Cristina – Bobby Solo
  6. Per un pugno di dollari – Ennio Morricone
  7. Vivrò – Alain Barriere
  8. Te lo leggo negli occhi – Dino
  9. E quando vien la notte – Gene Pitney
  10. Io sono quel che sono – Mina
La canzone |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.