3 maggio

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 3 maggio è internazionalmente riconosciuta come la giornata mondiale per la libertà di stampa. Era il 3 maggio il giorno in cui, nel 1991, veniva trasmesso l’ultimo episodio della celebre soap opera Dallas e quando, nel 1979 il Regno Unito trovava in Margaret Thatcher il suo nuovo Primo Ministro.

Musicalmente quella del 3 maggio è anche la data del compleanno di Massimo Ranieri, grandissimo artista partenopeo a tutto tondo che, nel corso della propria carriera, si è confrontato con la musica ma anche con il teatro, la televisione e tante altre diverse forme d’arte.

LA CANZONE:

Il 3 maggio 2019 arrivava in rotazione radiofonica per la prima volta la collaborazione tra Elisa e Carl Brave per il singolo Vivere tutte le vite.

La canzone era il quarto singolo tratto dall’album dei record ‘Diari aperti’ anche se, originalmente, era stata incisa dalla voce della sola cantautrice friulana. Per affrontare il periodo estivo la collaborazione con il cantautore romano si era rivelata perfetta accentuando ancora di più lo spirito di leggerezza e di orecchiabilità che la canzone conservava in sè.

Acquista qui il brano |

Vivere tutte le vite | Videoclip

Vivere tutte le vite | Testo

Stesi alla luce del giorno
Con gli occhi annegati nel mondo
Senza più malinconia che mi porti via
Neanche l’idea
Non c’è niente che cambierei
Ci stavo pensando da un po’
Da quando non mi importa più
Di quello che non ho, che non ho

E non voglio vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo (ooh)
Vincere tutte le volte, esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
E non sapere mai cos’è una fine
Vedere ogni limite farsi più sottile
Sempre più deboli le mie paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove
(Whoa)

Tutto arriva anche se non lo chiedi
Di solito quando non te lo spieghi
E quello che non passa mai
Quasi sempre poi
Poi vince lui

Non serve vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo (ooh)
Vincere tutte le volte, esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
E non sapere mai cos’è una fine
Vedere ogni limite farsi più sottile
Sempre più deboli le mie paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove
(Yeah)

Lo sai cos’è, è che non c’è
Niente da perdere
È troppo più grande di te
La devi prendere un po’ così com’è
Un po’ così com’è, com’è

E non voglio vivere tutte le vite
Vedere ogni posto nel mondo (ooh)
Vincere tutte le volte, esser sempre forte
Uscirne senza graffi sulla pelle
E non sapere più cos’è la fine
Vedere ogni limite farsi più sottile
Sempre più deboli quelle paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove

Per poi fermare per sempre un istante
E come fossi onnipotente, avere le parole pronte
Essere un gigante, così forte da non chiedere mai niente
E non sapere più cos’è la fine
Vedere ogni limite farsi più sottile
Sempre più deboli quelle paure
Non lasciarmi sfuggire neanche una foglia che si muove

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.