9 marzo

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Giorno triste per la memoria recente del nostro Paese questo 9 marzo che, a tanti di noi, ricorda l’annuncio del lockdown nazionale per contrastare la diffusione in Italia del Covid-19. Ma il 9 marzo è anche il giorno di debutto della bambola Barbie (1959), del nuovo Traforo del Monte Bianco dopo i lavori di ristrutturazione (2002) e della Fiat 600 (1955).

Musicalmente quella del 9 marzo è la giornata che ricorda la nascita di un apprezzato e noto artista, ovvero Antonino Spadaccino. Vincitore della quarta edizione del talent show ‘Amici di Maria de Filippi’, si è distinto negli anni grazie alla sua voce sensuale, sabbiosa e graffiata.

LA CANZONE:

Il 9 marzo 2018 arrivava in rotazione radiofonica la storica voce di Mina per una potente e nuovissima Volevo scriverti da tanto che andava ad anticipare la pubblicazione del nuovo album d’inediti della tigre di Cremona intitolato ‘Maeba’.

In una canzone capace di crescere e di suonare impetuosa, la leggendaria voce della Mazzini s’impegnava per un racconto di un amore a due in cui le parole sembrano non bastare per raccontarsi ma paiono anche costare fatica, rimorsi, rammarichi.

Acquista qui il brano |

Volevo scriverti da tanto | Videoclip

Volevo scriverti da tanto | Testo

Volevo scriverti da tanto
Ma poi ‘ste cose non le fai
E dirtelo da troppo tempo
Così che non l’ho fatto mai
Un po’ di cuore se lo chiede
Se sono matta o no
Puoi ascoltarmi tra le pieghe
Di un cielo ancora più blu

Volevo dirti che io
Io canto ancora di te
Eppure se a modo mio
Sono cattiva con me
Volevo dirti che anche io
Non so più a chi credere
E ho litigato con Dio
Che non mi parla da un po’
Volevo dirti che io
Avrò bisogno di te
Adesso che a modo mio
Ho fatto pace con me
Per sempre

Ci sono notti in cui la notte
È troppo lunga anche per me
E sciolgo dentro un caffellatte
Ogni mio stupido perché
Il bello è proprio lì
Che quando si fa duro il gioco
Un’altra emozione è già qui

Volevo dirti che io
Avrò bisogno di te
Adesso che a modo mio
Ho fatto pace con me
Volevo scriverti e poi
Poi tutto il resto già lo sai
Volevo scriverti ma
Lo faccio adesso se vuoi

Volevo dirti che io
Io canto ancora di te
Eppure se a modo mio
Ho fatto pace con me
Per sempre
Volevo dirti che anche io
Non so più a chi credere
E ho litigato con Dio
Che non mi parla da un po’

Volevo scriverti da tanto
Scusa se non l’ho fatto mai

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.