Elisa, che spettacolo questo tuo "Ogni istante" - RECENSIONE

Elisa, che spettacolo questo tuo “Ogni istante”

In quel di Verona la cantante friulana lancia il suo nuovo singolo che la presenta più in forma che mai

E’ andata in scena ieri sera la prima delle quattro serate-evento del Together here we are, lo speciale show tutto sold-out dedicato alla celebrazione dei 20 anni di carriera di Elisa, la voce friulana dai mille successi capace di emozionare e far ballare. Nel primo dei suoi tre diversi show (che occuperanno 4 giorni) la cantautrice di Monfalcone si è concentrata sui suoi successi (e non) “pop-rock” invitando sul palco amici di ieri e di oggi come Giorgia, Emma, Giuliano Sangiorgi, LP, Francesco Renga, Alessandra Amoroso e Loredana Bertè con cui ha interpretato alcuni dei 30 brani inseriti nella lunga scaletta dello spettacolo di oltre 2 ore e 30.

Ad aprire e a chiudere la scaletta, però, due sorprese annunciate da qualche tempo: Ogni istante e la sua versione inglese (e originale) Yours to keep. Il regalo pensato da Elisa per i suoi fan è stato proprio questo nuovo inedito cantato in doppia versione e che, oltre ad essere stato regalato ieri sera dal vivo, lo è anche in formato digitale per gli spettatori e gli iscritti al fanclub. In radio la versione italiana risuonerà a partire dal prossimo venerdì 22 settembre anticipando di fatto la pubblicazione del nuovo album d’inediti per il quale bisognerà aspettare ancora qualche mese: contrariamente a quanto annunciato inizialmente, infatti, il disco uscirà presumibilmente all’inizio del 2018 anticipato, magari, da un ulteriore estratto.

L’anteprima live che i fortunati hanno potuto ascoltare nella serata di ieri risuona come una vera e sincera dedica d’amore della cantante di Luce verso il suo pubblico che l’ha accompagnata in questi anni. Non è un caso che la versione inglese, quella scritta totalmente da Elisa, parta con le parole “Twenty years be gone sone”. La versione italiana, con il testo adattato da Davide Petrella, “è un racconto oltre le pagine” sicuramente meno autobiografico ma con il focus giustamente collocato sul tema del percorso della vita partita tra dubbi ma con “la paura che si sgretola” schiudendo quell’atmosfera cupa suggerita dal “mondo che può anche illuderci che non siamo dei miracoli”. A vincere, però, è quella convinzione di voler vivere questa vita e non è un caso che il bridge finale giochi sulla continua ripetizione dei versi “vivi sempre, ogni istante”: un monito quasi più per se stessi che per gli altri.

La cosa più interessante che, però, esce da questo nuovo doppio-inedito è la parte musicale in cui Elisa si rivela ancora una volta perfettamente al passo con i tempi: una partenza intima, quasi sussurrata e capace di portare ad un primo inciso del tutto privo di potenza e che dopo un buon crescendo si trasforma lentamente in una perfetta ballata pop-rock densa di sfumature urbane con una ritmica prorompente e leggermente sporcata di elettronica. Ogni istante è la perfetta fusione della Elisa di oggi e degli ultimi vent’anni: dentro c’è la sua delicatezza, testimoniata dal continuo ricorso al falsetto, e contemporaneamente la sua energia, portata in scena da un perfetto arrangiamento che unisce pop, rock, elettronica e i nuovi suoni urban che probabilmente andranno a costituire l’ossatura del prossimo lavoro discografico.

Non è una scoperta che la Toffoli si trovi più a suo agio nel mondo sonoro anglosassone nel quale anche questa ennesima creatura ritrova la sua essenza più pura e, soprattutto, più sentita nel messaggio. In radio andrà, però, la versione italiana più accessibile (forse) ma ugualmente ben costruita grazie all’ottimo Petrella, autore rodato e da anni al fianco dei più grandi della nostra musica, e dalla novità di Katoo alla produzione dove affianca la stessa Elisa ed il compagno Andrea Rigonat portando con sé quegli elementi contemporanei che rendono questo pezzo perfettamente contemporaneo e, anzi, per certi versi futurista visto che non siamo che all’inizio di questa “era urbana”.

Video Live “Ogni istante”

https://www.youtube.com/watch?v=VyaQ-80PnoM

@Foto in copertina di Massimo Dalla Barba

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Ilario Luisetto

Direttore di “Recensiamo Musica” e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *