16 ottobre

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 16 ottobre è la giornata mondiale dell’alimentazione. Il 16 ottobre è la data in cui, nel 1978, viene eletto al soglio pontificio il cardinale polacco Karol Wojtyla che prende il nome di Giovanni Paolo II. Era il 16 ottobre anche il giorno in cui, nel 1817, viene scoperta la piramide del faraone Seti I nella Valle dei Re.

Musicalmente quella del 16 ottobre è la data di compleanno di Ilaria Porceddu, una delle ugole giovani più amate sia dal pubblico, che l’ha conosciuta durante la prima edizione del talent show X-Factor nel team di Mara Maionchi, che dalla critica di settore.

LA CANZONE:

Il 16 ottobre 2020 arrivava in rotazione radiofonica la proposta musicale di Max Pezzali per il singolo Qualcosa di nuovo. La canzone era il singolo che dava il titolo all’album d’inediti omonimo, ‘Qualcosa di nuovo’ (di cui qui la nostra recensione). Il brano riportava il cantautore di Pavia a scrivere ed interpretare una classica ballata pop emozionale con a tema l’amore.

Acquista qui il brano |

Qualcosa di nuovo | Videoclip

Qualcosa di nuovo | Testo

Te lo ricordi quell’anno, mi sembra una vita fa
Forse anche più lontano della maturità
Quando eravamo diversi, è così strano se ci penso
A quanto stavamo stretti in uno spazio grande come il mondo
Sì, te lo ricordi quell’anno, l’estate dopo l’inverno
La fine o soltanto l’inizio del nuovo millennio
Ci credevamo immortali, senza obblighi, senza orari
E volevamo soltanto osare e volevamo soltanto andare

Guardavamo avanti e non nello specchietto
Senza accomodarci mai in sala d’aspetto
Sperando arrivasse qualcosa di nuovo

Solo qualcosa di nuovo nella notte
Come un tuono senza avere paura mai
Di sbagliare, lo sai, che poi la vita è troppo breve
Per fermarsi e non rimettersi in gioco
Stammi accanto, manca poco
La corrente ci porterà di preciso dove non si sa
Ma qualcosa di nuovo si troverà

Te lo ricordi quel giorno, è passata più di una vita
Il giorno in cui è cambiato tutto e sembrava finita
Ci siamo svegliati strani e sembravamo rallentati
E ci siam tenuti le mani e poi ci siamo abbracciati
E noi e i nostri occhi abbiam visto il futuro
Quel poco abbastanza per prendere il volo
Per credere ancora a qualcosa di nuovo

Solo qualcosa di nuovo nella notte
Come un tuono senza avere paura mai
Di sbagliare, lo sai, che poi la vita è troppo breve
Per fermarsi e non rimettersi in gioco
Stammi accanto, manca poco
La corrente ci porterà di preciso dove non si sa
Ma qualcosa di nuovo si troverà

Se fosse possibile cancellare le nostre liti e ricominciare
Io farei tutto esattamente uguale
Ti troverei ancora e ci capiremmo anche senza parlare
Sapremmo già dove bisogna andare
La corrente ci porterà
E qualcosa di nuovo si troverà

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.