giovedì, Maggio 23, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

La canzone del giorno, 30 ottobre: “Torniamo a casa” di Loredana Errore

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 30 ottobre è la data in cui, nel 2016, viene registrata una scossa di terremoto di magnitudo 6,5 a Norcia. Era il 30 ottobre anche il giorno in cui, nel 1922, Benito Mussolini riceve dal re Vittorio Emanuele III l’incarico di formare un governo.

Musicalmente quella del 30 ottobre è la data di compleanno di Francesco Sarcina, storico leader e vocalist della band de Le Vibrazioni. Proprio con i suoi compagni di viaggio musicale ha scritto tante pagine di successo nei primi anni 2000 prima di intraprendere un percorso da solista e poi ricongiungersi con gli altri membri della band e avviare un nuovo percorso artistico insieme.

LA CANZONE:

Il 30 ottobre 2020 arrivava in rotazione radiofonica la proposta musicale di Loredana Errore per il singolo Torniamo a casa. La canzone era il terzo singolo che faceva da apripista all’album d’inediti, ‘C’è vita’, il disco che segnava il ritorno sulle scene discografiche della bravissima e riconoscibile interprete che, come anche questa canzone testimonia, fa della vocalità il proprio strumento d’elezione.

Acquista qui il brano |

Torniamo a casa | Videoclip

Torniamo a casa | Testo

Allora è vero che non siamo morti
E c’è qualcuno che ci crede ancora
Allora è vero che non siamo pochi
E c’è qualcuno che non ha paura
La vita non è proprio un parco giochi
Ma c’è chi corre pure con la pioggia
L’amore vero c’è per tutti quanti
Basta non smettere di averne voglia

Qualcuno m’ha detto che niente è per sempre
Ma io non ci credo, non ci credo
Qualcuno dovrebbe imparare a non stare da solo
A stare più zitto e odiare di meno

Scappiamo dalle feste per tornare a casa
E compriamo le coperte per domenica
Con te questo divano è come un’altalena
Che dondola sui cieli di tutte le città
Per poi tornare a casa, eh
E poi torniamo a casa
Che si sta meglio in due

Allora è vero che non siamo soli
E c’è qualcuno fuori dalla porta
Allora è vero che non siamo veri
Perché un silenzio è come fare finta
Qualcuno m’ha detto che dura per sempre
A volte ci spero, a volte ci credo
Qualcuno dovrebbe soltanto partire da zero
Per amare di nuovo e odiare di meno

Scappiamo dalle feste per tornare a casa
E compriamo le coperte per domenica
Con te questo divano è come un’altalena
Che dondola sui cieli della mia città
Scappiamo da ogni mondo e da ogni vita aliena
Vestiamoci come una prima al cinema
Per poi restare a casa
E poi restiamo a casa

Dove abbiamo tutto, paradiso e inferno
Tutto, ma in due stiamo meglio in due
Che siamo meglio in due
Che si ama meglio in due

Scappiamo dalle feste per fare la spesa
E compriamoci con poco la felicità
Scappiamo da ogni mondo, da ogni vita aliena
Vestiamoci come una prima al cinema
Per poi restare a casa, eh
E poi restiamo a casa
Con te questo divano è come un’altalena
Che dondola sui cieli di tutte le città
Per poi tornare a casa
E poi torniamo a casa

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.
Ilario Luisetto
Ilario Luisetto
Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.