6 settembre

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 6 settembre è la data in cui, nel 1915, l’esercito inglese è il primo a testare il primo prototipo di carro armato. Era il 6 settembre anche il giorno in cui, nel 3114 a.C., ha inizio storicamente il primo calendario maya.

Musicalmente quella del 6 settembre è la data di compleanno di Colapesce, cantautore siciliano che da diversi anni è tra le più apprezzate penne del nostro panorama autorale e che, negli ultimi mesi, è riuscito ad imporsi anche come primo protagonista della propria musica in accoppiata con Dimartino.

LA CANZONE:

Il 6 settembre 2019 arrivava in rotazione radiofonica la proposta musicale di Aiello per il singolo tardo-estivo La mia ultima storia. La canzone era il secondo singolo estratto dall’album d’inediti Ex-voto, l’album che, da lì a poche settimane, avrebbe consolidato il successo musicale del giovane cantautore calabrese.

Acquista qui il brano |

La mia ultima storia | Videoclip

La mia ultima storia | Testo

La mia ultima storia
Non è più disponibile
Dopo 24 ore
È tornata invisibile
E non la trovo nel frigo
Neppure dietro al mio petto
E se mi chiedi ho scordato
Come si dorme in un letto
E non mi dite che basta
Che basta tornare al mare
Che basta bere e ballare
Che cambia l’ora legale

Ed ho comprato una maglia più larga e c’è spazio per te
Avvicinati al petto, ho le scarpe nuove
Come piacciono a te
Ma le userò per correre lontano
Ed ho comprato una maglia più larga e c’è spazio per te
Avvicinati al petto, ho le scarpe nuove
Come piacciono a te
Ma le userò per correre lontano

La mia ultima storia
Aveva gli occhi di un verde
Che a fissarli sembrava di stare
Nella foresta Amazzonica
Ed è per questo che adesso
Odio il verde e quegli occhi
Ma siamo come la neve
Senza un motivo si ride

Ed ho comprato una maglia più larga e c’è spazio per te
Avvicinati al petto, ho le scarpe nuove
Come piacciono a te
Ma le userò per correre lontano (Lontano, lontano)
Ed ho comprato una maglia più larga e c’è spazio per te
Avvicinati al petto, ho le scarpe nuove
Come piacciono a te
Ma le userò per correre lontano

E sono quattro anni
E sono quattro anni
Mi devi Parigi, l’ultima neve in città
Mi devi le pizze che ho lasciato a metà
Mi devi Parigi, l’ultima neve in città
Mi devi le pizze che ho lasciato a metà
Mi devi il sorriso spento di fronte al mare
Mi devi le notti passate a soffocare
Mi devi i risvegli senza la musica
La colazione solo di domenica
E tutte le ragazze che non ho vissuto
Che solo su di te mi sarei abbattuto

Avrei svitato una stella
L’ultima notte di stelle
E non per fare il romantico
Ma per lasciarti nel panico

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.