Alcune ultime novità della musica indipendente italiana

ARIETE: Arianna Del Giaccio è una giovanissima cantautrice romana che, con il nome d’arte di Ariete, è entrata a far parte della scuderia Bomba Dischi. Il brano “Pillole“, contenuto nell’ep “Spazio“, racconta del momento in cui la protagonista decide di assumere delle pillole per poter superare la mancanza della persona che ama e con la quale non sta più insieme. Le pillole diventano il modo per mantenere la calma in una situazione che sembra diventare distruttiva, massacrante e che lasciano la giovane ragazza in giro per Termini ad aspettare la persona amata.

GABRIELLA CONTENTO: sabato 13 giugno è stato pubblicato il videoclip ufficiale del singolo d’esordio della cantautrice pugliese Gabriella Contento. Un brano intimo, minimalista e dalle atmosfere acustiche. Una fotografia a quel sorriso dolce-amaro che ci lasciano i bei momenti, un amore accompagnato sempre dalle canzoni di Vasco, dai tramonti del Gianicolo, dal cielo di Roma. Un amore raccontato attraverso i ricordi dei viaggi in macchina a cantare a squarciagola, dove tutto sembrava magia. L’esigenza di raccontare una situazione estremamente personale, un amore travolgente che nel momento in cui avrebbe potuto trovare la sua massima realizzazione si è spento. Un amore che oggi non potrà più essere perché per quanto possiamo provare a rimediare ai nostri errori, dobbiamo pur sempre accettarne le conseguenze. Tutto questo è descritto in “Gianicolo“.

DARTE: Carmelo Irto, vero nome di Darte, è un cantautore reggino classe 1996. Dopo “La Nasa“, torna nella nostra rubrica con il nuovo singolo “Ti va“, che descrive il momento in cui tutto sembra niente e niente sembra tutto. Attraverso le immagini dei giri in Panda durante la notte e delle domeniche a fare casino, il brano vuole essere una dichiarazione d’amore senza filtri che vuole diventare ogni giorno una promessa.

PALOALTO: dal 12 giugno è disponibile su tutte le piattaforme digitali il nuovo singolo di PaloAlto, alias Alessandro Spada, dal titolo “Luglio ’94“. A differenza dei brani precedenti (21:58 e Scazzare 21:46), questa volta non è un’ora ad essere presente nel titolo, ma un anno, il 1994, l’ultimo prima della nascita del giovane artista romano. “Ubriachiamoci di sale fino a quasi stare male” canta Alessandro nel ritornello e che riassume il senso della canzone che può essere letto con doppia accezione: positiva come bacio salato o negativa come pianto ininterrotto. Il brano rientra all’interno del progetto “Ceci n’est pas de la musique” che si propone di dare una colonna sonora alla strana estate Post-Covid.

ALESSANDRO RAGAZZO: l’ultima proposta della settimana è rappresentata da “Domani“, il nuovo singolo di Alessandro Ragazzo, estratto dall’album “Ricordi?“. Con questo brano il giovane cantautore veneto fa una cosa semplicissima: ti prende, ti offre un caffè e una sigaretta e ti racconta di come gli siano andate le cose con quella ragazza che non è più qui, con la sincerità di un venticinquenne di provincia che vuole sfogare i propri drammi amorosi.

Ascolta la nostra playlist “Pianeta Indie” su Spotify:

The following two tabs change content below.

Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.

Di Donato Cappiello

Economista di professione, dedico il tempo libero alle mie due grandi passioni: i concerti e i viaggi. Qualcuno ha detto che la musica allunga la vita ed è per questo che i live sono diventati la mia seconda casa.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.