vendite settembre 2022

Tutti i numeri di vendita del nono mese dell’anno

Le vendite non sono tutto direbbe qualcuno. Ma la realtà, invece, è che le vendite, perlomeno, sono tanto. Lo sono per chi guarda alla musica sotto la lente d’ingrandimento della popolarità, del successo e, perché no, del tornaconto economico che, forse fa brutto dirlo ma è così, è necessario se la musica si vuole continuare a produrla, proporla e promozionarla.

Andando, quindi, alla ricerca dei numeri di vendita, dei piazzamenti in classifica e dell’accoglienza ricevuta quali sono gli artisti che, nel corso dell’ultimo mese, hanno raccolto i risultati più soddisfacenti e quali, invece, hanno viste deluse le aspettative? Scopriamolo insieme:

I PROMOSSI:

Pinguini Tattici Nucleari:

La band bergamasca non sbaglia un colpo ed ora che ha rilasciato anche il singolo “Ricordi” ne ha dato l’ennesima, convincente, dimostrazione. Riccardo Zanotti ha la ragione dei numeri dalla sua parte e vola direttamente in vetta sia alle classifiche radiofoniche che di vendita senza, tuttavia, perdere la primazia con il precedente singolo estivo “Giovani wannabe”. Due hit contemporaneamente ai vertici di tutto non capitano tutti i giorni.

Night Skinny:

Si aspettava da più di tre anni il ritorno del producer che tanta fortuna aveva raccolto con il progetto ‘Mattoni’ e, a giudicare dall’accoglienza, questo nuovo album, “Botox”, non ha affatto deluso le aspettative. Al suo interno una buona varietà ed una qualità produttiva innegabile che al pubblico fa piacere. Il debutto è stato vincente, ora il compito sarà quello di confermarsi nelle prossime settimane dimostrando che non si tratta soltanto di un fuoco di paglia.

Annalisa

Annalisa:

Il successo estivo di Tropicana poteva essere facilmente spiegabile all’accostamento con i fruttuosi Boomdabash che d’estate non sbagliano un colpo. Il lancio di Bellissima” in questo senso poteva dimostrarsi un rischio non da poco: da un lato la possibilità di confermarsi ad alti livelli di gradimento, dall’altro quello di lanciare il nuovo disco con il peso di un pezzo non all’altezza delle aspettative almeno sul versante dei numeri. La cantante savonese, invece, ha fatto bingo e di settimana in settimana aumenta le proprie quote nelle chart dimostrando la forza di un pezzo ben pensato e calibrato che potrà permetterle di lanciare una nuova era discografica con la “tranquillità” che il pubblico, ormai, ha imparato a stare dalla sua parte.

I BOCCIATI:

Marco Mengoni:

Rimane un numero uno incontestabile del nostro pop tanto che sul versante dei live continua a registrare numeri in crescita tuttavia gli ultimi episodi discografici hanno dimostrato delle crepe non indifferenti. La proposta estiva, ‘No stress, non è riuscita a replicare i numeri della precedente Ma stasera ed il singolo di lancio del nuovo album, ‘Tutti i miei ricordi’, non ha superato l’esame del giudizio del pubblico che, probabilmente, dalla voce di Ronciglione continua ad aspettarsi melodia, voce e nostalgia piuttosto che ritmi dance, sfumature urbane e sperimentazioni contemporanee.

Eros Ramazzotti:

Torna a distanza di quattro anni con l’album d’inediti Battito infinito e la sensazione è che non si possa riprendere il posto di primo piano nelle vendite che gli spetterebbe. I primi due singoli estratti (Ama‘ Sono) non sono riusciti ad imporsi davvero nelle classifiche ed il rischio è che anche il disco possa finire, come gli ultimi progetti del cantautore romano, tra quelli non così fondamentali da ricordare (e comprare). Battuto da Night Skinny all’esordio (prevedibile data la forza sul piano dello streaming del progetto), la settimana successiva è già scivolato in sesta posizione per la FIMI. Gli aspetta un tracollo?

Tiziano Ferro:

Ha annunciato il suo nuovo album con un anno d’anticipo definendolo uno dei dischi più complicati da scrivere della sua carriera. La scelta di anticiparlo con il singolo La vita splendida fa pensare ad un progetto intenso ed intimista anche se, visti i primi dettagli rilasciati, probabilmente si tratterà di tutt’altro. Il primo singolo, tuttavia, fatica per davvero a fare breccia nel cuore del pubblico ed ottiene un riscontro piuttosto basso sul versante dei numeri non riuscendo ad occupare mai posizioni rilevanti nelle classifiche e dando a Tiziano Ferro il lead-single più debole della sua storia discografica finora.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.