27 settembre

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 27 settembre è la giornata mondiale del turismo. Il 27 settembre è la data in cui, nel 1821, il Messico ottiene l’indipendenza dalla Spagna. Era il 27 settembre anche il giorno in cui, nel 1998, nasce ufficialmente il motore di ricerca di Google.

Musicalmente quella del 27 settembre è la data di compleanno di Jovanotti, uno degli artisti che maggiormente hanno inciso e determinato un’evoluzione nel corso della storia della musica leggera italiana. Con la sua vena artistica, capace di spaziare dal rap al pop più melodico e romantico, è riuscito a conquistare l’affetto un vastissimo pubblico.

LA CANZONE:

Il 27 settembre 2020 arrivava in rotazione radiofonica la proposta musicale di Michele Merlo per il singolo Aquiloni. La canzone è uno dei brani più riusciti del repertorio del giovane cantautore vicentino che, con questa canzone, raccontava la sua determinazione nel rialzarsi anche dopo le sconfitte e le delusioni che la vita, ogni giorno, può riservare ad ognuno di noi.

Acquista qui il brano |

Aquiloni | Videoclip

Aquiloni | Testo

Ma guarda te ‘sta vita
Un giorno mi ha abbracciato
E poi dopo è sparita
Ha detto “stai tranquillo
A te ci pensa il tempo”
E io sto qui da anni
Ormai neanche ci penso

Quando passavo le giornate
Chiuso in una stanza
E mi dicevo vedrai che passa
Con il panico alla gola
Battevo i pugni a terra
Ma sognavo di volare
Volare tra le stelle
E tuffarmi dentro il mare

Perché domani andrà meglio
Me lo dicevi sempre
Me lo dicevi sempre

Se ci va male resteremo soli
E sarà tutto quanto da rifare
Che se ci pensi siamo solo nomi
Piccole rondini nel temporale
Se ci va bene inseguiremo i sogni
E lo faremo per dimenticare
e volavamo come gli aquiloni
Ma questa vita ci ha fatto cadere

E mi son detto fai qualcosa
Non sei fatto per mollare
Questa paura di cadere
È solo voglia di volare
Vinceremo ‘sta battaglia
E ce la faremo insieme
Lasceremo la paura
E torneremo a stare bene

Saremo quelli un po’ persi
Quelli col panico dentro
Quelli che nei cassetti tengono ancora un bel sogno
Perché sognare è un dovere
In un mondo che è perso
E non importa se per sognare ti senti diverso
Saremo noi a ridere, anche coi tagli sulla pelle
Saremo soli e felici sotto un cielo pieno di stelle
E aspetteremo domani e sarà tutto cambiato
E domani rideremo di quello che abbiamo passato

Se ci va male resteremo soli
E sarà tutto quanto da rifare
Che se ci pensi siamo solo nomi
Piccole rondini nel temporale
Se ci va bene inseguiremo i sogni
E lo faremo per dimenticare
Che volavamo come gli aquiloni
Ma questa vita ci ha fatto cadere

Se ci va male resteremo soli
Se ci va male resteremo soli

Se ci va male resteremo soli

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.